La Tela di Carlotta
it en es

5 cose che rendono la mia vita di mamma più facile

ago 15, 2016

Questa mattina sono uscita di corsa e ho dimenticato la pinza per i capelli: soffiava un forte vento e ho dovuto farmi tutta la passeggiata con i capelli davanti agli occhi perché, con il passeggino in una mano e il guinzaglio nell’altra, non potevo spostarli facilmente. Questo mi ha ricordato quanto alcune cose facilitino la mia vita di mamma. Così oggi condivido con te la mia lista TOP 5!

Pinza per capelli

Non potrei vivere senza la mia pinza! Non sono la classica donna da trucco e pastrucco, ma prima di Oliver mi piaceva lasciare i capelli sciolti o a volte raccolti in una treccia, altre volte lisci a spaghetto. Avevo anche iniziato a provare diverse acconciature che la mia amica Marisa mi aveva pazientemente insegnato (sono un disastro!). Ma dopo Oliver, il mio stile di ogni giorno è capelli lontani dal viso, dal collo, dalla schiena, dalle spalle… insomma, ovunque possano essere tirati, sudati o mangiati. E quindi, pinza da capelli!

Questa pinza a clip allungata è di gran lunga il mio genere preferito di fermagli per capelli, elegante e pratico allo stesso tempo: si può indossare per raccogliere i capelli in uno chignon (1), in un mezzo chignon (2), in uno chignon laterale (3) o scegliere uno stile un po’ disordinato (4)! Come puoi vedere, ogni volta lo stile è leggermente diverso utilizzando un solo strumento che non richiede nessun tipo di abilità da pettinatrice provetta! L’adoro!

Specchio per il sedile posteriore

Te ne ho già parlato in questo post sul nostro fenomenale seggiolino DUALFIX, ma ci tengo a ripetere quanto questo specchio per il sedile posteriore mi abbia migliorato la vita in macchina. Mi piace e mi tranquillizza molto poter vedere cosa sta facendo Oliver, se si sta addormentando, se piange per una ragione reale o solo perché è annoiato, e mi piace che anche lui possa vedere me attraverso lo specchio.

L'auricolare Bluetooth

Ogni giorno faccio una lunga passeggiata e visto che Oliver non è ancora un interlocutore soddisfacente, questo è il momento perfetto per fare telefonate di lavoro, aggiornarsi con la famiglia o chiamare quell’amico che non ho mai tempo di chiamare. Prima usavo sempre gli auricolari, ma tra il passeggino e il guinzaglio, il cavo finiva sempre per essere fastidioso: questo auricolare bluetooth è la soluzione migliore in assoluto!

E, naturalmente, Alex ha fatto qualche ricerca per cercarmi il migliore senza spendere cifre esorbitanti. Alla fine abbiamo scelto l’Explorer 50 della Plantronics: è Bluetooth, può essere indossato a destra o a sinistra, è facilissimo da configurare con l’iPhone, interagisce con Siri quindi non devo nemmeno prendere in mano il telefono per fare una chiamata, rimane perfettamente sull’orecchio e la qualità audio è ottima in entrambe le direzioni.

Aggiornamento: da quando sono usciti gli AirPods della Apple, ovviamente ho cambiato e devo ammettere che sono molto più felice, l’integrazione con iPhone e Apple  Watch non ha prezzo!

La torre del cibo

Questo è un magnifico “mamma hack” che ha inventato la mia amica Joanna. Quando abbiamo iniziato l’autosvezzamento, avevamo sempre bisogno di avere qualche spuntino a portata di mano per i bambini: frutta e verdura tagliata, biscotti fatti in casa, olive o prosciutto. Ci vorrebbe un sacco di contenitori!

Questa “torre del cibo” (così la chiamiamo noi) ha risolto il problema: si tratta di una comune torre il latte artificiale e si può acquistare in qualsiasi farmacia… noi l’abbiamo semplicemente adattata per trasportare i vari spuntini. Ed è perfetta!

Le tortine di riso/mais

Proprio così! Le classiche tortine di riso/mais che si comprano al supermercato mi hanno salvata più di una volta: in coda in banca con un Oliver irritabile, al ristorante con un Oliver schizzinoso, o anche solo al parco giochi con un Oliver affamato. Sono facili da trovare e trasportare, relativamente sane (sicuramente più sane di biscotti e patatine) e incredibilmente versatili: si possono mangiare con Philadelphia, hummus, patè d’olive, guacamole… Quando le compro, mi assicuro solo che siano senza glutine, senza sale e con l’olio d’oliva extra vergine invece di quello vegetale. Et voilà!

Spero che il post ti sia piaciuto almeno tanto quanto è piaciuto a me scriverlo. Quali sono i tuoi “salvagenti” nella tua vita la mamma?

Commenti

Giulia • ago 16, 2016

Le gallette di riso hanno salvato anche noi più di una volta e le portiamo sempre dietro nei viaggi! Grazie per l'idea sul contenitore del latte artificiale che anche io avevo comprato e (per fortuna) mai utilizzato....il mio è meno capiente ( quello della Avent) ma diviso in 3 e quindi adattabile all'uso! Auricolare sono pigra...ne ho uno vecchio che dovevo risistemare ed è sempre stato lì sulla scrivania..mi devo attrezzare! Capelli corti quindi niente fermaglio.....lo specchietto ce l'ho anche se il mio seggiolino è fronte guida! Un abbraccio grazie per condividere il tuo tempo con le tue lettrici, sempre!

🌸 Carlotta • set 7, 2016

Ciao Giulia, grazie a te per trovare il tempo di scrivermi! Sono sicura che potrai adattare il contenitore della Avent… è una trovata geniale secondo me! Un abbraccio e spero di leggerti ancora 🌸

V • ago 16, 2016

Solo un pensiero: se l'uva e' tagliata a meta' per la sicurezza di Oliver, deve essere tagliata nell'altro senso. Se la tagli dal lato corto, potrebbe comunque ostruirgli la trachea!

🌸 Carlotta • set 6, 2016

Ahah V. grazie, ma in questo caso l'uva è tagliata per cercare di rallentare il mio piccolo mangiatore folle… anche io ho fatto un corso di distruzione delle vie aeree e mi hanno detto la stessa cosa che scrivi tu. Ma Oliver ha mille denti e mastica tutto molto bene, quindi da un po' e con attenzione ho smesso di tagliare a metà uva e olive, anche se tengo sempre tre occhi aperti ;-)

Samuela • ago 18, 2016

Concordo sul taglio dell'uva, dei pomodorini, olive, ecc. Anzi, sarebbe meglio in 4 parti.
Ho seguito un corso di disostruzione delle vie aeree e c'è l'hanno raccomandato più volte per prevenire il rischio di soffocamento.
Grazie per i post interessanti che pubblichi!

🌸 Carlotta • set 6, 2016

Grazie anche a te per il tuo commento Samuela :-) È vero, bisogna fare moltissima attenzione in ogni momento. mi è già capitato un pio di volte che per delle patatine di verdure un po' più croccanti Oliver mi è diventato rosso aragosta e grazie al corso di primo ausilio ho saputo gestire la situazione e aiutarlo immediatamente. Lo consiglierei a tutti!

Elisa • set 14, 2016

Le gallette di riso sono super.. le mangio continuamente e non avevo mai pensato di proporle alla piccola come "riempitivo" in coda al supermercato.. un super "salvagente"!!!! Grazie!!

alessandra • lug 17, 2017

Tortitas de maíz: davvero una salvezza!!!!!! :D

Dimmi che cosa ne pensi

Ti è piaciuto? Sei d’accordo? Mi piacerebbe sapere che cosa ne pensi.

Penso che questi ti piaceranno

Corsi online

Aiuto mamme e papà ad essere genitori più consapevoli e ad affiancare la scuola (o scegliere l’homeschooling) nell’educazione dei figli.

Educare a lungo termine

Filosofia Montessori, disciplina positiva ed educazione gentile: linee guida per genitori.
1
La genitorialità è più semplice quando si ha una guida da seguire. Con questo corso inizierai la tua personale trasformazione interiore per diventare un genitore che educa con rispetto (per se stesso e per i figli), imparerai a usare empatia, comprensione e pazienza nelle crisi e troverai alternative ai metodi classici dell’educazione tradizionale, come minacce, castighi e punizioni. I bambini sono il futuro del nostro pianeta e il cambiamento può solo iniziare in casa.

Co-schooling: educare a casa

La scuola non basta. Siamo i primi e i migliori educatori dei nostri figli.
2
Quando siamo partiti per un'avventura di due anni intorno al mondo, non pensavamo di fare homeschooling. Pensavamo che il viaggio avrebbe insegnato abbastanza a tutti e così è stato. Ma, applicando la filosofia Montessori, ci è venuto spontaneo seguire gli interessi di Oliver ed Emily mano a mano che sorgevano: scrivere, leggere, matematica, geografia, scienze… senza rendercene conto e con pochissime risorse, abbiamo educato i nostri figli a casa. Noi genitori possiamo fare molto con molto poco per mantenere vivo il naturale desiderio di imparare dei nostri figli. Con questo corso voglio cambiare il concetto di homeschooling.
Arriva a breve!

Il blog

Scrivo soprattutto di genitorialità consapevole, Montessori e multilinguismo. Dai un’occhiata agli ultimi post.

Montessori
Un giorno, io incinta di Oliver, mio marito mi disse: "Perché non mettiamo un materasso a terra nella camera del bimbo?". "Mai e poi mai" fu la mia risposta. È proprio così, con un rifiuto, che iniziò il mio viaggio Montessori e da allora respiro, vivo e applico la filosofia in casa ogni giorno, iniziando da me. Educare i bambini inizia da noi genitori. Per questo ho creato corsi apposta per i genitori che vogliono intraprendere un'educazione alternativa.
Bambini in cucina: semplice ricetta disegnata
Burattini di verdure
Mosaico di fagioli e semi
Non sono perfetta. Sono consapevole
Carte dello yoga
Bambini al ristorante: ricalibriamo le aspettative
Non chiedere a tuo figlio di condividere i giocattoli
I "bravo" che intaccano l'autostima dei nostri figli
Il nostro compleanno Montessori
Come rendere una camera più Montessori (la cameretta creata da Deborah)
Vita sostenibile
Vivere in modo sostenibile per me non significa solo avere uno stile di vita più ecologico. Significa prendere decisioni sostenibili per il nostro pianeta, le persone che lo abitano, ma anche per la nostra vita, il nostro stile di vita e la nostra felicità. Significa cogliere ogni occasione quotidiana per evolvere come esseri umani, per essere più felici, più sani, più gentili, più responsabili e più premurosi — l'unico modo sostenibile per un futuro significativo.
Face yoga, lo yoga per il viso
La coppetta mestruale
Perché dovresti indossare lo stesso vestito due volte su Instagram
Il potere di creare abitudini (e perché dovresti farlo anche se poi le rompi)
Mangiare in maniera responsabile è la dieta del futuro (ti va di insegnarlo ai tuoi figli?)
Il potere di NON lamentarsi: puoi farlo per un mese intero?
Pulisci il tuo pianeta, per favore!
Infografia: 8 passi per passare ai pannolini lavabili
Una nota personale sulla felicità
Una nota personale sui social media
Prima volta su La Tela?
Ho preparato alcune collezioni di articoli che ho scritto nel corso degli anni. Magari trovi qualcosa che ti interessa.

Viaggi

Abbiamo venduto tutto per viaggiare il mondo per due anni. Ora siamo in Nuova Zelanda.

Libri

Nel 2020 ho scritto 4 libri per la collezione “Gioca e Impara con il metodo Montessori” a cura di Grazia Honegger Fresco. La collezione è un progetto del Corriere della Sera e de La Gazzetta dello Sport.

Abbiamo anche implementato con Oliver ed Emily i laboratori degli ultimi 15 volumi della collezione.

Podcast

Ti faccio compagnia per un tè o una passeggiata ogni venerdì con il mio podcast Educare con Calma.

ott 16, 2020 • 19m
La nostra routine con i bimbi
Mi chiedete spessissimo quale sia la nostra routine a casa con i bimbi e in questo episodio vi svelo che noi, una routine vera e propria, non ce l'abbiamo. Abbiamo una routine minima e indispensabile, che è un concetto che mi sono totalmente inventata su due piedi mentre parlavo a briglia sciolta in questo episodio, ma che credo funzioni davvero. Almeno per noi. La routine minima e indispensabile, secondo me, risponde anche a un altro "problema": trovo che ci bombardino spesso con l'idea del...
11
ott 9, 2020 • 24m
Sostenibilità: come sensibilizzare i bambini e i giovani adulti | Con Cristiana Cerri Gambarelli
In questa puntata a due voci di Educare con Calma – divisa a metà perché amo gli episodi corti - parliamo di sostenibilità e per farlo ho invitato mia sorella, Cristiana Cerri Gambarelli, project manager della Federazione dei Giovani Verdi Europei e un esempio per chiunque voglia intraprendere un viaggio nella sostenibilità: negli ultimi ha cambiato tutta la sua vita per ridurre la sua impronta di carbonio e per prendere ogni giorno decisioni più sostenibili per il nostro pianeta e in questa ...
10
ott 2, 2020 • 24m
Intraprendere un viaggio nella sostenibilità | Con Cristiana Cerri Gambarelli
In questa puntata a due voci di Educare con Calma – divisa a metà perché amo gli episodi corti - parliamo di sostenibilità e per farlo ho invitato mia sorella, Cristiana Cerri Gambarelli, project manager della Federazione dei Giovani Verdi Europei e un esempio per chiunque voglia intraprendere un viaggio nella sostenibilità: negli ultimi ha cambiato tutta la sua vita per ridurre la sua impronta di carbonio e per prendere ogni giorno decisioni più sostenibili per il nostro pianeta e in questa ...
9

Instagram

Aggiorno instagram quasi ogni giorno per stare “vicina” alla mia famiglia lontana.

Perché la Tela di Carlotta?
La Tela di Carlotta l’ho sognato. Una mattina mi sono svegliata e nei miei sogni avevo creato un blog chiamato proprio come il romanzo. E niente, l’ho fatto! Molti anni e infiniti alti e bassi dopo, questa ragnatela di pensieri e storie è il mio lavoro. Ci ho messo molto tempo a capire che tipo di presenza online volevo essere e oggi lo so: sono trasparente, mostro vita vera, non pubblicizzo, consiglio solo marchi sostenibili (e non perché mi pagano) e credo nel valore del mio blog e dei miei corsi — perché se non crediamo noi nel valore del nostro lavoro, nessuno ci crederà per noi.
Carlotta
Carlotta dreaming of La Tela
Lo so! Anche io sono triste che sia già finito!