La Tela di Carlotta
it en es

A un amore della mia vita e padre dell'altro

ago 21, 2015

L’altro giorno la mia dolcissima sorellina mi ha inviato questa canzone e mi ha solo detto “ascoltala”. È un papà che parla al suo futuro figlio. Ai primi 30 secondi ero già in lacrime.

Ci sono emozioni che non si possono racchiudere in un post. Parole e frasi che arrivano dritte all’anima di chi è pronto ad ascoltarle. Questa canzone ne è piena zeppa per me. Perché se Alex fosse un cantautore, avrebbe scritto tante di queste frasi per Oliver. Ma non solo.

Mi ha commossa perché il padre di mio figlio è una persona meravigliosa che ci ama alla follia e più di qualsiasi altra cosa al mondo. Perché parla con Oliver come se potesse capirlo e gli racconta le cose della vita e l’evoluzione del mondo. Perché ci fa ridere quando siamo tristi. Perché non ha mai un giorno no. Perché mi rinnamoro ogni volta che fa ridere Oliver a crepapelle o gioca con lui. Perché non c’è giorno che non mi dica quanto sia bella—anche con la pancia più flaccida e il sedere meno alto—o ad Oliver quanto lo ami. Perché c’è sempre quando abbiamo bisogno di lui. Perché quando litighiamo mi obbliga a stringergli la mano e mi dice “andrà tutto bene, siamo ancora amici”. Perché quando vede un pezzo di carta per terra, lo raccoglie e lo butta. Perché è altruista e onesto sempre e comunque e dà a tutti il beneficio del dubbio—anche quando non se lo meritano. Perché insegnerà ad Oliver ad essere come lui. Perché sa che volte bisogna pensare alla morte per prepararsi alla vita, e non si vergogna a piangere con me quando lo facciamo. Perché mi insegna ad essere ogni giorno di più una persona che amo e rispetto. Perché è riservato, ma mi accetta per la testolina sociale ed estroversa che sono. Perché non vede l’ora di stare un paio d’ore solo con Oliver e “se piange, lo stringo forte e lo consolo. Non ti preoccupare, ce la caviamo”. Perché sa mettere da parte l’orgoglio e cambiare per noi. Perché forse non saprò mai dargli quanto lui dia a noi, ma non gli interessa. Perché in questa vita bizzarra, mi fa ancora credere che ce la faremo a diventare vecchi e grigi insieme. Perché tutto ciò che è non potrò mai racchiuderlo in un post.

Questo è per te, my love.

Dimmi che cosa ne pensi

Ti è piaciuto? Sei d’accordo? Mi piacerebbe sapere che cosa ne pensi.

Commenti

Savina • ago 27, 2015

Chiaramente mi sono commossa anch'io.
Piango perché poche emozioni possono sconquassarti le viscere più del sapere che tuo figlia è resa felice dal suo uomo, nonché marito e padre del loro figlio.

Perché la felicità dei propri figli è la propria, senza se e senza ma.

E piango anche perché in tutte le parole che ho letto e che sono state spese a favore della figura paterna, riconosco la mia stessa fortuna.

Grazie ad Alex e grazie a tutti i papà come lui!

Penso che questi ti piaceranno

Lo so! Anche io sono triste che sia già finito!