La Tela di Carlotta
it en es

La quarantena con i bambini (e attività senza pressione sociale)

mar 22, 2020

Stiamo attraversando un tempo senza precedenti nella nostra storia. La nostra libertà di movimento è stata rimossa e siamo costretti a casa nella speranza di appiattire la curva di questa minaccia invisibile che è il COVID-19.

Molti di voi mi scrivono chiedendo cosa fare con i vostri figli a casa. Quindi ho pensato di darvi alcune idee (ce ne sono tante online, ma chissà che non troviate qualcosa di nuovo).

Ma prima le cose davvero importanti.

Vivere insieme 24 ore al giorno, 7 giorni su 7 non significa che tutti debbano fare tutto insieme. Ecco perché in questo elenco vedrai anche “non fare nulla”: i genitori possono non fare NULLA mentre i bambini fanno qualcosa, i bambini possono non fare nulla mentre i genitori fanno qualcosa. Ai bambini fa bene annoiarsi, è quando iniziano a giocare in modo indipendente, scoprono cosa fare da soli e diventano più creativi e resilienti. Non accadrà subito, ma accadrà, continua a provarci e credi nel processo.

Se lavori da casa

Se i genitori lavorano da casa, so cosa significa, ho lavorato da casa con i miei figli per 5 anni e negli ultimi 10 mesi l’ho fatto mentre giravo il mondo a tempo pieno.

Prenditi il tuo spazio: i miei figli conoscono l’espressione mommy space “spazio di mamma” e quando lo dico, è probabile che lo rispettino. In alternativa, fai un cartello insieme a tuo figlio che poi metti sulla porta della stanza in cui lavori o sullo schienale della sedia dove lavori, se condividere ambienti: il cartello può essere una semplice mano con una croce sopra (come il tipico “non si tocca”) e significa che devono darti il ​​tuo spazio. Di nuovo, non accadrà subito, ma continua a provarci. La pratica rende perfetti!

Se non puoi lavorare da casa

Se non puoi lavorare da casa, valuta di riposare. Valuta di spegnere i dispositivi e di giocare con i tuoi figli. Valuta una disintossicazione dalla società, dalla vita veloce e dai social media. Valuta di fare qualcosa per te stesso.

Sì, te stesso. Ora che la tua vita non è programmata minuto per minuto, cogli l’occasione per dedicare tempo ai tuoi figli, ma anche a te stesso: impara qualcosa di nuovo, fai esercizio fisico in casa, ascolta un podcast, un audiolibro, fai un corso online, segui conferenze online, qualsiasi cosa che ti interessi.

Approfitta di questo momento senza precedenti per trascorrere del TEMPO DI QUALITÀ con la tua famiglia e fare quelle cose a casa che non sei mai stato in grado di fare, perché quando lavori non sei mai a casa, e quando sei in vacanza vai via e torni che ha bisogno di una vacanza dalla vacanza.

Quello di cui hanno più bisogno i nostri bambini ora è amore, comprensione e tanta presenza. Facendo cosa, è uguale. Si può anche cucinare con loro Anche non fare nulla vale, la noia promuove resilienza e creatività.Se i tuoi figli hanno voglia di fare attività in casa, yay. Se tu hai tempo/voglia di farle con loro, doppio yay! Se ogni volta è una lotta, però, sii gentile con te stesso e con loro, lascia perdere. Riprova più avanti. Chiedi a loro cosa vogliono fare e fallo con loro.

Rivaluta le tue priorità

Questo è un tempo senza precedenti. Ognuno deve viverlo come sente: ogni quarantena è diversa, perché ogni famiglia è diversa. Ma questo tempo è un'opportunità che saremmo folli a lasciarci scappare: oltre alle attività e alla scuola online, PIÙ delle attività e della scuola online, possiamo dare ai nostri figli la nostra presenza — la loro massima felicità è quando dedichiamo loro il nostro tempo. Possiamo rivalutare le nostre priorità, capire cosa conta davvero. Possiamo lavorare sulle nostre emozioni, sulle emozioni dei nostri figli, guardare alle crisi non come "capricci", ma come occasioni di dialogo e di crescita (per tutti), dire sì ai sentimenti, anche quando diciamo no ai comportamenti. Possiamo concentrarci su un tipo di educazione che spesso sottovalutiamo: quella emozionale. Possiamo ripartire da qui per fare mente locale sulle cose che ci stanno piacendo: "che bello non avere tutte quelle attività extra scolastiche", "non è poi così male non dover vedere gente ogni giorno", "mi piace non dover per forza fare qualcosa il fine settimana". Quando tornerà la normalità, portiamo questi pensieri con noi, non lasciamoli a casa.

Impara a essere felice a casa

Ricordo che quando Oliver era piccolo, ero terrorizzata all’idea di stare a casa da sola con lui per molto tempo, perché mi sembrava sempre più difficile, il tempo passava molto più veloce quando eravamo in giro con gli amici.

Tre anni fa, eravamo in Canada per due mesi e mi sono resa conto che per la prima volta nella mia vita stavo guardando i miei figli giocare al parco giochi, senza fare altro, senza parlare con le amiche o al telefono. Sono tornata a casa e ho portato quei pensieri con me: ho lasciato quasi tutte le attività extra scolastiche e detto no a tanti pomeriggi con gli amici al parco dopo scuola e ho dedicato più tempo ai miei figli in casa. È stata una rivoluzione, di stile di vita e di mentalità.

Certo non hanno (ancora) imparato a giocare a tennis, ci siamo persi il corso di musica, quello di yoga, e magari abbiamo saltato qualche lezione di nuoto di troppo, ma Oliver ed Emily hanno imparato ancora più di prima a stare insieme, a risolvere i loro conflitti, a gestire le proprie emozioni… e io, be', ho capito cosa significa davvero essere presente e sono evoluta ancora una volta.

E ho fatto anche pace con lo “stare a casa”! Anche oggi, in viaggio per il mondo, a volte passiamo molti giorni consecutivi in casa, a fare vita normale. A essere. A riposare corpo e mente. A ricaricare le batterie. I bambini ne hanno bisogno, i genitori ne hanno bisogno.

Sii gentile con te stesso e con la tua famiglia

Questi sono tempi difficili. Non è il momento di chiedere di più ai nostri figli, non è il momento di stabilire più regole, non è il momento di far rispettare rigorosamente le regole che già abbiamo.

È tempo di usare più empatia possibile. È tempo di trattare le crisi con più gentilezza e meno sbuffi. È tempo di aiutare di più. È tempo di avere pochissimi limiti e tutti chiari. È tempo di smettere di dire così tanti NO. È tempo di capire, ascoltare, respirare e utilizzare qualsiasi strategia possibile per controllare la nostra rabbia e i nostri malumori.

Da poco, Emily si stava rifiutando di fare le cose basiche che di solito fanno entrambi (come mettersi le scarpe da sola, vestirsi…) e io mi ritrovavo a chiederle ripetutamente di farle e ad arrabbiarmi. Quindi ho guardato cosa le piaceva fare (ad esempio, pulire il tavolo con la spugnetta) e ho iniziato a chiederle di fare solo quello: con tutto il resto, ho accettato che ora ha bisogno di più aiuto. La situazione è migliorata molto in pochissimi giorni.

Alcune idee di attività senza pressione sociale

Questo elenco di attività è per te e per i tuoi figli e tutto ciò che vedi in questo elenco può essere fatto INSIEME o INDIVIDUALMENTE! I bambini adorano essere coinvolti nelle faccende domestiche o letteralmente in qualsiasi cosa che possano fare con te. Spesso sono dei fantastici aiutanti!

Puoi anche cogliere l’occasione per creare una nuova routine per i tuoi figli, magari qualcosa che hai sempre voluto cambiare (ad esempio, metterli a letto prima).

Quando vedi un fiore 🌸, significa che ho scritto un articolo su quell’argomento o su qualcosa di simile: lo puoi trovare negli articoli consigliati sotto i commenti.

Per favore, resta a casa e stai al sicuro.

  • GIOCO LIBERO
  • Leggi
  • Ascolta podcast (But Why?)
  • Ascolta audiolibri (È la nonna che parla)
  • Ascolta musica
  • Balla!!!
  • Siediti sul divano e parla, SENZA DISPOSITIVI
  • Gioca giochi da tavolo
  • Non fare niente
  • Organizza la casa
  • Pulisci cassetti e ante
  • Lava le finestre
  • Passa il moccio
  • Scopa o passa l'aspirapolvere
  • Appendi il bucato
  • Lava l'intimo a mano
  • Vai di stanza in stanza e butta via/dona ciò che non usi mai 🌸
  • Fai lo stesso con i tuoi armadi 🌸
  • Disegna
  • Colora
  • Scegli un tema (come piante in Nuova Zelanda, animali africani) e crea un poster facendo dei disegni (o stampando e colorando)
  • Impara i suoni degli uccelli su questa pagina web (sul cell)
  • Gioca con le lettere (consiglio sempre il sistema Phonic) 🌸
  • Gioca con i numeri
  • Fai yoga (Yoga with Adriene (English), Yoga con Xuan Lan (Español), Yoga con Eliana Dell'Anna (italiano), Cosmic Kids Yoga)
  • Medita (a volte basta anche solo sedersi in cerchio ed inspirare, espirare…)
  • Crea nuove abitudini (a letto più presto, leggere prima di dormire…)
  • Crea un poster della routine 🌸
  • Non fare nulla
  • Riposati
  • Guarda un documentario, 15 minuti al giorno fino alla fine (I nostri preferiti:
  • Disney Movies and Our Planet)
  • Inizia a riciclare
  • Costruisci una casa con sedie e coperte
  • Incolla un enorme pezzo di carta sul muro e dipingi con gli acquerelli 🌸
  • Cucina
  • Prepara i biscotti 🌸 (
  • Sbuccia le verdure
  • Metti da parte vestiti da donare in beneficenza
  • Fai esercizio insieme (Applicazione 7-minute workout)
  • Guarda una partita di tennis o qualsiasi sport che ti piace
  • Non fare nulla
  • Versa acqua da una ciotola all'altra usando diversi contenitori (nella vasca da bagno, doccia)
  • Realizza strumenti musicali con ciò che trovi in ​​casa
  • Suona la batteria sui cuscini (ottimo antistress)
  • Crea un orologio e impara a leggere l'ora
  • Crea un calendario e impara i mesi e i giorni
  • Gioca a nascondino
  • ​​Balla le Super Simple Songs 🌸
  • Riorganizza i mobili, rendi la tua casa nuova (mia mamma lo faceva sempre e a me piaceva tanto!)
  • Taglia la carta
  • Incolla la carta
  • "Disegna con i giornali": ritaglia cose, persone, animali dai giornali e incollale su un foglio per fare disegni
  • Scopri come realizzare cose con la carta (barche, aeroplani, cappelli…)
  • Crea una casa delle bambole con ciò che trovi in ​​casa (le scarpe sono un'auto, il tavolo e la sedia sono le stanze, il cuscino è un letto…)
  • Salta la corda!
  • Gioca agli animali domestici: Oliver ed Emily ci giocano sempre, uno è un gatto/cane con una corda intorno alla pancia come guinzaglio e l'altro è il proprietario
  • Usa dello scotch di carta per: creare strade per le auto Lego; fare un percorso ad ostacoli usando sedie, cuscini, tavolini; creare la pista da biliardo e usare e torri di lego come birilli e una pallina ecc. SII CREATIVO!
  • Crea marionette e crea uno spettacolo teatrale di marionette
  • Organizza un incontro virtuale con gli amici dei tuoi figli (Zoom, Skype, Whereby…)
  • Cucina e mangia in diretta un pasto con la famiglia, fai un aperitivo con gli amici, festeggia un compleanno…
  • Non fare nulla
  • Unisciti alle molte lezioni in diretta GRATUITE che le scuole di danza e i centri di attività stanno organizzando online in maniera del tutto straordinaria (i miei figli ne stanno facendo una su Bubble Marbella proprio ora!)
  • Guarda le foto e mostra ai tuoi figli foto di te bambino (stampate o digitali)
  • Prepara didò fatto in casa (ci sono molti tutorial online)
  • Fai finta di essere un animale e trova vestiti nell'armadio che potrebbero trasformarti in quell'animale. SII CREATIVO!
  • IN CASO DI CRISI, AGGIUNGI ACQUA! Fidati di me, l'acqua aggiusta sempre ogni umore! Versa dell'acqua da un contenitore all'altro (cambia il contenitore per renderlo più interessante), fai il bagno alle bambole, lava i vestiti, lava le finestre, fai un lungo bagno…

Commenti

Babila • mar 22, 2020

Molto bello! Grazie!

🌸 Carlotta • mar 26, 2020

Grazie a te! Lo sto aggiornando di giorno in giorno, magari ogni tanto trovi qualcosa di nuovo! 🌸

michela • mar 23, 2020

grazie mille del tuo impegno.non mollare..mai ;)

🌸 Carlotta • mar 26, 2020

Grazie a te che mi leggi 🌸

Rosalba • mar 24, 2020

Sempre preziosa Carlotta!
Il tempo per noi rimane sempre poco come prima, dato che sto continuando a lavorare fuori casa ahimè, però questa situazione per quanto brutta, mi sta spingendo ad essere più propositiva con i bambini nel passare tempo insieme quando torno. Malgrado la stanchezza e la voglia di buttarmi sul letto, stamattina gli ho promesso che stasera quando torno prepareremo insieme i biscotti.
Ieri con Federica abbiamo fatto gli "ENAMENTI" (allenamenti, come li chiama lei), e l'altroieri abbiamo seguito tutti e 4 compreso marito un tutorial per fare un forziere dei pirati a partire da una scatola di scarpe.
In questi giorni mi sento sulle montagne russe delle emozioni, sono angosciata, arrabbiata, ma anche molto più grata per l'amore che ho.

🌸 Carlotta • mar 26, 2020

Gli "enamenti" 💕😂😍 Come sono venuti i biscotti? 🌸

ROSALBA • mar 27, 2020

Buoni! Però la tua ricetta devo ancora provarla perchè non avevamo tutti gli ingredienti. Ho fatto una semplice pasta frolla, loro si sono divertiti ad utilizzare le formine per creare i biscotti e a decorarli con gocce di cioccolato e palline colorate...e in due giorni sono finiti quasi tutti (meno sani dei tuoi però ahahah) ;-)

Veronica • mar 26, 2020

Grazie per i preziosi consigli!

🌸 Carlotta • mar 26, 2020

Grazie a te che ci leggi 🌸

Dimmi che cosa ne pensi

Ti è piaciuto? Sei d’accordo? Mi piacerebbe sapere che cosa ne pensi.

Penso che questi ti piaceranno

Corsi online

Aiuto mamme e papà ad essere genitori più consapevoli e ad affiancare la scuola (o scegliere l’homeschooling) nell’educazione dei figli.

Co-schooling: educare a casa

La scuola non basta. Siamo i primi e i migliori educatori dei nostri figli.
Quando siamo partiti per un'avventura di due anni intorno al mondo, non pensavamo di fare homeschooling. Pensavamo che il viaggio avrebbe insegnato abbastanza a tutti e così è stato. Ma, applicando la filosofia Montessori, ci è venuto spontaneo seguire gli interessi di Oliver ed Emily mano a mano che sorgevano: scrivere, leggere, matematica, geografia, scienze… senza rendercene conto e con pochissime risorse, abbiamo educato i nostri figli a casa. Noi genitori possiamo fare molto con molto poco per mantenere vivo il naturale desiderio di imparare dei nostri figli. Con questo corso voglio cambiare il concetto di homeschooling.

Educare a lungo termine

Filosofia Montessori, disciplina positiva ed educazione gentile: linee guida per genitori.
La genitorialità è più semplice quando si ha una guida da seguire. Con questo corso inizierai la tua personale trasformazione interiore per diventare un genitore che educa con rispetto (per se stesso e per i figli), imparerai a usare empatia, comprensione e pazienza nelle crisi e troverai alternative ai metodi classici dell’educazione tradizionale, come minacce, castighi e punizioni. I bambini sono il futuro del nostro pianeta e il cambiamento può solo iniziare in casa.

Il blog

Scrivo soprattutto di genitorialità consapevole, Montessori e multilinguismo. Dai un’occhiata agli ultimi post.

Mamme, papà & bimbi
Non sappiamo come fare i genitori, lo impariamo ogni giorno. Questo è il mio essere madre, le mie piccole vittorie e le amare sconfitte, le mie verità scomode e le infinite lezioni di vita Montessori. E anche tutti i prodotti per bambini e i giocattoli che amiamo di più.
Non proiettiamo le nostre insicurezze sui nostri figli
Metti in dubbio le autorità
Nella genitorialità ci va egoismo costruttivo
Un passo in più verso l'auto accettazione
E se si vuole divorziare dopo i figli?
Alex
Ci siamo dimenticati del nostro 10° anniversario di nozze!
Yoga non è solo la perfezione che vedi online
Educhiamo i nostri figli alla diversità
Appuntamenti romantici dopo i figli? Si fanno in casa!
Montessori
Un giorno, io incinta di Oliver, mio marito mi disse: "Perché non mettiamo un materasso a terra nella camera del bimbo?". "Mai e poi mai" fu la mia risposta. È proprio così, con un rifiuto, che iniziò il mio viaggio Montessori e da allora respiro, vivo e applico la filosofia in casa ogni giorno, iniziando da me. Educare i bambini inizia da noi genitori. Per questo ho creato corsi apposta per i genitori che vogliono intraprendere un'educazione alternativa.
I terribili 2 anni
Gli organi del corpo umano: attività per bambini
I bambini capiscono se spieghi con sincerità
Bambini in cucina: semplice ricetta disegnata
Burattini di verdure
Mosaico di fagioli e semi
Non sono perfetta. Sono consapevole
Carte dello yoga
Bambini al ristorante: ricalibriamo le aspettative
Non chiedere a tuo figlio di condividere i giocattoli
Vita sostenibile
Vivere in modo sostenibile per me non significa solo avere uno stile di vita più ecologico. Significa prendere decisioni sostenibili per il nostro pianeta, le persone che lo abitano, ma anche per la nostra vita, il nostro stile di vita e la nostra felicità. Significa cogliere ogni occasione quotidiana per evolvere come esseri umani, per essere più felici, più sani, più gentili, più responsabili e più premurosi — l'unico modo sostenibile per un futuro significativo.
Face yoga, lo yoga per il viso
La coppetta mestruale
Perché dovresti indossare lo stesso vestito due volte su Instagram
Il potere di creare abitudini (e perché dovresti farlo anche se poi le rompi)
Mangiare in maniera responsabile è la dieta del futuro (ti va di insegnarlo ai tuoi figli?)
Il potere di NON lamentarsi: puoi farlo per un mese intero?
Pulisci il tuo pianeta, per favore!
Infografia: 8 passi per passare ai pannolini lavabili
Una nota personale sulla felicità
Una nota personale sui social media
Prima volta su La Tela?
Ho preparato alcune collezioni di articoli che ho scritto nel corso degli anni. Magari trovi qualcosa che ti interessa.

Viaggi

Abbiamo venduto tutto per viaggiare il mondo per due anni. Ora siamo in Nuova Zelanda.

Libri

Nel 2020 ho scritto 4 libri per la collezione “Gioca e Impara con il metodo Montessori” a cura di Grazia Honegger Fresco. La collezione è un progetto del Corriere della Sera e de La Gazzetta dello Sport.

Abbiamo anche implementato con Oliver ed Emily i laboratori degli ultimi 15 volumi della collezione.

Podcast

Ti faccio compagnia per un tè o una passeggiata ogni venerdì con il mio podcast Educare con Calma.

nov 27, 2020 • 33m
La bugia del Natale: perché abbiamo scelto di non raccontarla
In questo episodio racconto come viviamo noi il Natale da famiglia non credente e che applica i principi Montessori e rispondo alle domande più frequenti che mi sono state fatte in queste settimane che ci avvicinano alle vacanze natalizie: "Parli di Babbo Natale con i bambini? Come vivete il Natale in casa? Fate regali? Non ti manca la magia del Natale?" …  Nell'episodio menziono questi articoli che vi invito a leggere:  Natale e Montessori: incompatibili? Natale e Montessori: incompatibili? ...
17
nov 19, 2020 • 25m
Pene e vulva: normalizziamo le parole
Con questo episodio inizio una serie di conversazioni a tema sessuale, perché credo che in Italia se ne debba parlare di più, soprattutto tra famiglie con bambini. L'educazione sessuale è un aspetto importante dell'educazione dei bambini e deve iniziare da piccoli. Un ottimo primo passo è proprio quello di normalizzare parole "imbarazzanti" come pene e vulva e sostituirle alle più comuni pisellino e patatina. Nell'episodio dico che non avevo trovato la storia originale in spagnolo della "gall...
16
nov 13, 2020 • 13m
"Non sono cresciuto Montessori e sono venuto su bene lo stesso!"
In questo breve episodio rifletto su una frase che ho sentito/mi è stata detta spesso per difendere l'educazione tradizionale (da genitori che crescono i propri figli con metodi più tradizionali come le minacce, i castighi, le punizioni ecc). Ti suggerisco anche come risponderei io. La citazione che menziono nell'episodio è una frase che disse la madre di Jane Goodall, antropologa inglese che ha dedicato la sua vita allo studio degli scimpanzé: "Se le persone non sono d’accordo con te, la cos...
15

Instagram

Aggiorno instagram quasi ogni giorno per stare “vicina” alla mia famiglia lontana.

Perché la Tela di Carlotta?
La Tela di Carlotta l’ho sognato. Una mattina mi sono svegliata e nei miei sogni avevo creato un blog chiamato proprio come il romanzo. E niente, l’ho fatto! Molti anni e infiniti alti e bassi dopo, questa ragnatela di pensieri e storie è il mio lavoro. Ci ho messo molto tempo a capire che tipo di presenza online volevo essere e oggi lo so: sono trasparente, mostro vita vera, non pubblicizzo, consiglio solo marchi sostenibili (e non perché mi pagano) e credo nel valore del mio blog e dei miei corsi — perché se non crediamo noi nel valore del nostro lavoro, nessuno ci crederà per noi.
Carlotta
Carlotta dreaming of La Tela
Lo so! Anche io sono triste che sia già finito!