La Tela di Carlotta
it en es

Happy 30th, Carlotta!

nov 19, 2015

Ieri sera tornando a casa dalla mia lezione di danza pensavo a quanto sono cresciuta negli ultimi dieci anni. Quanto abbia lavorato sodo per arrivare dove sono oggi, che potrebbe non essere lontano, ma mi rende felice. Quanta esperienza di vita, professionale e sentimentale ho accumulato.

Oggi stavo per scrivere una riflessione sul mio 30° compleanno.

Stavo per scrivere come il mio 29° compleanno sia stato l’ultimo di cui fossi la protagonista indiscussa—da quando sono mamma, non sono più né protagonista né tantomeno indiscussa ;-)

Stavo per scrivere che mi piace la cifra tonda perché mi sa di fine e inizio allo stesso tempo. È come il bicchiere mezzo pieno o mezzo vuoto: in realtà può essere entrambi, dipende da come lo si guarda.

Stavo per scrivere quanto sia incredibilmente felice di festeggiare il mio primo compleanno con Oliver. Inizio gli enta in tre.

Ieri sera, invece, pensavo a quanto abbia imparato in questi ultimi 30 anni — sulla vita, le amicizie, le relazioni, me stessa — e ho iniziato a scrivere. Qui su La Tela oggi la protagonista sono io, non Oliver, non Alex, non amici o famiglia, solo io. Buon compleanno, Carlotta!

Queste sono 30 cose che ho imparato negli ultimi 30 anni — e a dire il vero, la maggior parte negli ultimi 10.

  • Posso essere la versione migliore di me stessa, ma ci sarà sempre qualcuno a cui non piacerò. E mi va benissimo. Molto probabilmente loro non piacerebbero a me.
  • In un rapporto, se non c'è comunicazione non c'è assolutamente nulla. Io e Alex abbiamo i nostri alti e bassi, ma sono orgogliosa di ciò che siamo diventati come coppia. Grazie my love, tiri fuori il meglio di me (quasi sempre ;-)
  • Creare un business dal nulla: fatto! Ora che l’ho fatto una volta, so che potrei rifarlo un milione di volte e avere sempre successo. Brindo all’esperienza professionale!
  • Le donne dovrebbero davvero smettere di pensare che gli uomini leggono tra le righe. Se volete che vostro marito faccia o non faccia qualcosa, diteglielo. Se non lo dite, non vi lamentate.
  • Non tutti i giorni mi piace la persona che sono, ma tutti i giorni lavoro sodo per essere una persona che mi piace.
  • Non mi piacciono tutti e non sono costretta a passare del tempo con chi non è importante per me. Quindi non lo faccio.
  • Oliver è di gran lunga la miglior cosa che abbia fatto nella mia vita. E l'ho fatta davvero bene!
  • La morte è qualcosa di cui tutti dovremmo parlare. A volte, sarebbe importante sedersi e pensare al peggio che ci possa accadere. Non si sa mai.
  • Non si può unire i puntini guardando avanti; si può solo unirli guardandoci indietro. Non ringrazierò mai abbastanza Steve Jobs per avermi regalato questo mantra.
  • Lo stress è una brutta bestia e colpisce ogni aspetto della nostra salute fisica, mentale e sociale. Nei miei prossimi dieci anni mi piacerebbe trovarne una cura e smettere di lasciargli prendere il sopravvento.
  • Non credo più in Dio e nemmeno il peggiore dolore al mondo mi farebbe tornare a credere. O credi o no. (Ma non vuol dire che non abbia spiritualità. Questa sarà una delle mie prossime letture)
  • Sarò sempre un essere emozionale, ma al giorno d'oggi la razionalità prende spesso il sopravvento. E meno male.
  • Ho un rapporto di amore/odio con le discussioni. A volte fa proprio bene sfogarsi e alzare la voce. Altre volte vorrei poter saltare scena e passare alla parte in cui tutti sono felici.
  • La passione non si trova, si crea.
  • Sono bellissima. Non dovrei mai mai mai lamentarmi del mio aspetto. Se lo faccio, per favore dammi una bacchettata sulla mano (tranne tu, Alex, tu devi sopportarmi ;-)
  • Alcune relazioni non scoloriscono mai, non importa quanto siamo lontani o diversi. Cri e Mic, sto parlando di voi.
  • Le persone possono cambiare (e chi ti ama cambierà per te, come tu per loro). Ma solo se siamo in grado di accettarle come sono, le amiamo davvero (Ho sempre amato la mia mamma, ma l'ho sempre combattuto. Da quando l'accetto come è, non siamo più in guerra).
  • Ho un pessimo rapporto con il denaro. Che causa un sacco di stress. Al quale devo trovare una cura.
  • Mettere in discussione tutto è un’ottima qualità. Non mettere in discussione tutto è anche un’ottima qualità.
  • Non tutti si meritano il beneficio del dubbio e a quelle persone non vale la pena darlo.
  • Mens sana in corpore sano. Quando faccio sport e mangio sano, mi sento bene e la differenza si sente in ogni aspetto della mia vita. (Possibile cura per lo stress?)
  • Odio guardare/leggere le notizie. Sono sempre negative e raccontano comunque solo metà della storia.
  • Le idee di per sé non valgono nulla. Se non si fa qualcosa e non si lavora duro per metterle in pratica, è come se non le avessimo mai avute. E se qualcun altro le mette in pratica al nostro posto, possiamo solo stringergli la mano.
  • Ho pochi amici intimi, ma sono un’amica leale. Se penso che ti stia sbagliando, te lo dico, ma sarò sempre e comunque dalla tua parte. (E grazie, Marisa, per essere come me!)
  • So essere frugale se devo, ma non mi piace affatto. Mi piace mangiare fuori, comprare prodotti di qualità e fare bei regali (anche a me stessa). Niente di tutto ciò è economico.
  • È difficile smettere di mangiarsi le unghie! Dammi una bacchettata sulla mano se me lo vedi fare.
  • Un tempo dicevo bugie facilmente. Ho smesso quando ho capito quanto odio che me le dicano a me — e quanto sia facile riconoscerle. Non mentirmi.
  • Odio odio odio cucinare e fare shopping e a questo punto mi sa che è impossibile che cambi.
  • Adoro adoro adoro scrivere e a questo punto mi sa che è impossibile che cambi. Dovrei seriamente fare qualcosa al riguardo. Oh aspetta, lo sto facendo — la mia piccola Tela di Carlotta sta crescendo a vista d’occhio. Brindo anche a questo!
  • Tantissime altre cose. Ma ho detto 30, quindi mi fermo qui ;-) Da questo momento, La Tela è ufficialmente in pausa compleanno fino alla prossima settimana. Un piacevole weekend a tutti!

Commenti

Savina • nov 24, 2015

Amore Mio grazie per i tuoi scritti. Vivendo lontane, leggerti è sempre quanto mai confortante ed illuminante.

1 Posso essere la versione migliore di me stessa, ma ci sarà sempre qualcuno a cui non piacerò. E mi va benissimo. Molto probabilmente loro non piacerebbero a me.
Mamma: Ed anche se loro ti piaceranno, a maggior ragione il fatto che non li ricambierai nell’antipatia resterà un problema loro, perché li lascerai disorientati!

8 La morte è qualcosa di cui tutti dovremmo parlare. A volte, sarebbe importante sedersi e pensare al peggio che ci possa accadere. Non si sa mai.
Mamma: la morte è la continuazione della vita ed è l’unica cosa certa che abbiamo tutti. Bisogna assolutamente rifletterci e prepararci al fatto che potremmo perdere tutti coloro che amiamo e che loro potrebbero perdere noi da un momento all’altro. Perché così funziona.

11 Non credo più in Dio e nemmeno il peggiore dolore al mondo mi farebbe tornare a credere. O credi o no. (Ma non vuol dire che non abbia spiritualità. Questa sarà una delle mie prossime letture)
Mamma: Mai dire mai Amore mio. Nemmeno la scienza ha trovato tutte le risposte al come si è formato il mondo ed allora sarebbe giusto chiedersi, "Chi lo ha creato?" Potrebbe dunque avere un senso lasciare dentro di noi il beneficio del dubbio pensando che potrebbe anche esistere un'entità divina (che io chiamo Dio per il mio background) che ha preordinato tutto, anche l'esistenza umana, non solo il pianeta in sé. E poi, perdonami se sollevo un'ulteriore riflessione. La scienza può dare risposta a tutto? Non secondo me, ma anche molti scienziati concordano che la risposta sia, "No". Ed io sposo questa risposta. Non a caso, la scienziata Rebecca Newberg Goldstein, sull'esistenza o meno di un Dio sostiene che "La scienza sia quasi sempre la nostra migliore risposta, ma che in questo caso ci voglia un argomento filosofico per dimostrarne l'esattezza". In pratica, la scienza può rispondere solo mediando dalla filosofia e dalla moralità e la filosofia è legata alla morale e la religione ne fa parte. Ecco, per come sono curiosa io, non solo per il mio percorso personale e la mia estrazione religiosa, considero che la possibilità di indagare questa strada, sia più interessante di un rifiuto totale. E se inizierai a leggere di spiritualità allargata inciamperai dentro questa deriva.

17 Le persone possono cambiare (e chi ti ama cambierà per te, come tu per loro). Ma solo se siamo in grado di accettarle come sono, le amiamo davvero (Ho sempre amato la mia mamma, ma l'ho sempre combattuto. Da quando l'accetto come è, non siamo più in guerra).
Mamma: Grazie per questo punto dove vengo citata, anche se solo nella versione italiana. Quando ti ho letta in inglese, avevo trovato triste realizzare che tra le cose che hai imparato non avevi nominato né me, né papà. Qualcosa, come genitori, crediamo di averti insegnato, magari anche solo a lavarti i denti e a camminare :-) Però, sappi che trovo profondamente vero quanto scrivi in questo punto che ci riguarda da vicino. Perché da quando mi hai accettata, non tanto come donna, ma soprattutto per come sono e come intendo fare il genitore, mi è più facile vivere. Perché amarti senza riserve, per me, non è mai stato in discussione.

22 Odio guardare/leggere le notizie. Sono sempre negative e raccontano comunque solo metà della storia.
Mamma: Anche se so, per esperienza diretta, che le persone sensibili preferirebbero saltare piè pari la metà che si occupa di dare l'informazione negativa, il motivo che mi fa guardare anche a questa metà è che voglio essere in grado di avere una visione d'insieme su quanto accade nel mondo. Mi riguarda perché ci vivo. E sebbene per indole io non l'abbia mai fatto, trovo che sempre più in quest'epoca, abbia senso restare connessi anche su quella metà che non mi piace. Equilibrando con la parte positiva, che comunque esiste. Coraggio dunque, secondo me potresti valutare di mediare. Arriverà un giorno dove Oliver avrà bisogno di un tuo di punto di vista, magari per partire ed attraversare in bici una parte del Sinai. E se fosse oggi, da madre informata, gli diresti di evitare quell'area e lo aiuteresti a prendere i migliori riferimenti per avere cura della propria vita e metterla in sicurezza, almeno per cosa dipenderà da lui :-)

29 Adoro adoro adoro scrivere e a questo punto mi sa che è impossibile che cambi. Dovrei seriamente fare qualcosa al riguardo. Oh aspetta, lo sto facendo — la mia piccola Tela di Carlotta sta crescendo a vista d’occhio. Brindo anche a questo!
Mamma: A scrivere sei davvero brava, potrai scegliere di arrivare dove vorrai. In più, scrivere è un'ottima terapia, la più efficace ed intima che io abbia mai sperimentato :-)

Di nuovo tanti auguri per l'ingresso nei tuoi ENTA!
Mamma

Dimmi che cosa ne pensi

Ti è piaciuto? Sei d’accordo? Mi piacerebbe sapere che cosa ne pensi.

Corsi online

Aiuto mamme e papà ad essere genitori più consapevoli e ad affiancare la scuola (o scegliere l’homeschooling) nell’educazione dei figli.

Educare a lungo termine

Filosofia Montessori, disciplina positiva ed educazione gentile: linee guida per genitori.
1
La genitorialità è più semplice quando si ha una guida da seguire. Con questo corso inizierai la tua personale trasformazione interiore per diventare un genitore che educa con rispetto (per se stesso e per i figli), imparerai a usare empatia, comprensione e pazienza nelle crisi e troverai alternative ai metodi classici dell’educazione tradizionale, come minacce, castighi e punizioni. I bambini sono il futuro del nostro pianeta e il cambiamento può solo iniziare in casa.

Co-schooling: educare a casa

La scuola non basta. Siamo i primi e i migliori educatori dei nostri figli.
2
Quando siamo partiti per un'avventura di due anni intorno al mondo, non pensavamo di fare homeschooling. Pensavamo che il viaggio avrebbe insegnato abbastanza a tutti e così è stato. Ma, applicando la filosofia Montessori, ci è venuto spontaneo seguire gli interessi di Oliver ed Emily mano a mano che sorgevano: scrivere, leggere, matematica, geografia, scienze… senza rendercene conto e con pochissime risorse, abbiamo educato i nostri figli a casa. Noi genitori possiamo fare molto con molto poco per mantenere vivo il naturale desiderio di imparare dei nostri figli. Con questo corso voglio cambiare il concetto di homeschooling.
Arriva a breve!

Il blog

Scrivo soprattutto di genitorialità consapevole, Montessori e multilinguismo. Dai un’occhiata agli ultimi post.

Montessori
Un giorno, io incinta di Oliver, mio marito mi disse: "Perché non mettiamo un materasso a terra nella camera del bimbo?". "Mai e poi mai" fu la mia risposta. È proprio così, con un rifiuto, che iniziò il mio viaggio Montessori e da allora respiro, vivo e applico la filosofia in casa ogni giorno, iniziando da me. Educare i bambini inizia da noi genitori. Per questo ho creato corsi apposta per i genitori che vogliono intraprendere un'educazione alternativa.
Bambini in cucina: semplice ricetta disegnata
Burattini di verdure
Mosaico di fagioli e semi
Non sono perfetta. Sono consapevole
Carte dello yoga
Bambini al ristorante: ricalibriamo le aspettative
Non chiedere a tuo figlio di condividere i giocattoli
I "bravo" che intaccano l'autostima dei nostri figli
Il nostro compleanno Montessori
Come rendere una camera più Montessori (la cameretta creata da Deborah)
Vita sostenibile
Vivere in modo sostenibile per me non significa solo avere uno stile di vita più ecologico. Significa prendere decisioni sostenibili per il nostro pianeta, le persone che lo abitano, ma anche per la nostra vita, il nostro stile di vita e la nostra felicità. Significa cogliere ogni occasione quotidiana per evolvere come esseri umani, per essere più felici, più sani, più gentili, più responsabili e più premurosi — l'unico modo sostenibile per un futuro significativo.
Face yoga, lo yoga per il viso
La coppetta mestruale
Perché dovresti indossare lo stesso vestito due volte su Instagram
Il potere di creare abitudini (e perché dovresti farlo anche se poi le rompi)
Mangiare in maniera responsabile è la dieta del futuro (ti va di insegnarlo ai tuoi figli?)
Il potere di NON lamentarsi: puoi farlo per un mese intero?
Pulisci il tuo pianeta, per favore!
Infografia: 8 passi per passare ai pannolini lavabili
Una nota personale sulla felicità
Una nota personale sui social media
Prima volta su La Tela?
Ho preparato alcune collezioni di articoli che ho scritto nel corso degli anni. Magari trovi qualcosa che ti interessa.

Viaggi

Abbiamo venduto tutto per viaggiare il mondo per due anni. Ora siamo in Nuova Zelanda.

Libri

Nel 2020 ho scritto 4 libri per la collezione “Gioca e Impara con il metodo Montessori” a cura di Grazia Honegger Fresco. La collezione è un progetto del Corriere della Sera e de La Gazzetta dello Sport.

Abbiamo anche implementato con Oliver ed Emily i laboratori degli ultimi 15 volumi della collezione.

Podcast

Ti faccio compagnia per un tè o una passeggiata ogni venerdì con il mio podcast Educare con Calma.

ott 16, 2020 • 19m
La nostra routine con i bimbi
Mi chiedete spessissimo quale sia la nostra routine a casa con i bimbi e in questo episodio vi svelo che noi, una routine vera e propria, non ce l'abbiamo. Abbiamo una routine minima e indispensabile, che è un concetto che mi sono totalmente inventata su due piedi mentre parlavo a briglia sciolta in questo episodio, ma che credo funzioni davvero. Almeno per noi. La routine minima e indispensabile, secondo me, risponde anche a un altro "problema": trovo che ci bombardino spesso con l'idea del...
11
ott 9, 2020 • 24m
Sostenibilità: come sensibilizzare i bambini e i giovani adulti | Con Cristiana Cerri Gambarelli
In questa puntata a due voci di Educare con Calma – divisa a metà perché amo gli episodi corti - parliamo di sostenibilità e per farlo ho invitato mia sorella, Cristiana Cerri Gambarelli, project manager della Federazione dei Giovani Verdi Europei e un esempio per chiunque voglia intraprendere un viaggio nella sostenibilità: negli ultimi ha cambiato tutta la sua vita per ridurre la sua impronta di carbonio e per prendere ogni giorno decisioni più sostenibili per il nostro pianeta e in questa ...
10
ott 2, 2020 • 24m
Intraprendere un viaggio nella sostenibilità | Con Cristiana Cerri Gambarelli
In questa puntata a due voci di Educare con Calma – divisa a metà perché amo gli episodi corti - parliamo di sostenibilità e per farlo ho invitato mia sorella, Cristiana Cerri Gambarelli, project manager della Federazione dei Giovani Verdi Europei e un esempio per chiunque voglia intraprendere un viaggio nella sostenibilità: negli ultimi ha cambiato tutta la sua vita per ridurre la sua impronta di carbonio e per prendere ogni giorno decisioni più sostenibili per il nostro pianeta e in questa ...
9

Instagram

Aggiorno instagram quasi ogni giorno per stare “vicina” alla mia famiglia lontana.

Perché la Tela di Carlotta?
La Tela di Carlotta l’ho sognato. Una mattina mi sono svegliata e nei miei sogni avevo creato un blog chiamato proprio come il romanzo. E niente, l’ho fatto! Molti anni e infiniti alti e bassi dopo, questa ragnatela di pensieri e storie è il mio lavoro. Ci ho messo molto tempo a capire che tipo di presenza online volevo essere e oggi lo so: sono trasparente, mostro vita vera, non pubblicizzo, consiglio solo marchi sostenibili (e non perché mi pagano) e credo nel valore del mio blog e dei miei corsi — perché se non crediamo noi nel valore del nostro lavoro, nessuno ci crederà per noi.
Carlotta
Carlotta dreaming of La Tela
Lo so! Anche io sono triste che sia già finito!