Lifestyle blog di Carlotta Cerri
ItalianoEnglishEspañol

Chi si fa le unghie

6 commenti
Aiutami a crescere
ItalianoEnglishEspañol

Vorrei dedicare un brevissimo post a chi usa lo smalto e a chi, come me, con lo smalto fa pasticci.

Scena:  doppio episodio, season finale, di Lost. E che cosa fare di meglio in queste due ore di rimbalzi, sospiri, lacrime e trepidazione che farsi le unghie? Le donzelle mi capiranno. I donzelli, beh… vi consiglio di provare.

A metà dell’ultimo episodio le mie manine sono come nuove, le cuticole accuratamente ammorbidite dalla cremina per mani e le unghie straluccicanti di smalto trasparente.

Una sola cosa manca: lo smalto effetto unghia naturale che usa sempre la mia estetista e che io adoro. Ma io ho già un piano infallibile. Il mattino seguente sulla strada verso l’ufficio con la mia super biciclettina, mi fermo dall’estetista e la supplico di vendermi lo smalto!

Tutto procede secondo i piani e senza nemmeno bisogno di supplicare.

Arrivata in ufficio la prima cosa che, ovviamente, voglio fare è inaugurare il mio nuovo smalto. Perché noi donne siamo così, sempre un po’ impazienti – almeno io. Peccato che l’impazienza non è mai sinonimo di successo – almeno per me.

Al penultimo dito della seconda mano, una lieve sbavatura sull’anulare destro mi porta d’istinto a scendere in campo il mio pollice sinistro – già smaltato – per rimediare. È così che il medio destro tocca l’unghia dell’indice sinistro – non chiedetemi come –, l’indice destro tocca l’anulare sinistro e in un rapido susseguirsi di eventi catastrofici, il mignolo destro tocca l’unghia del soccorritore pollice sinistro. In pochi secondi quello che doveva essere un piano infallibile, si rivela un drammatico insuccesso.

Eppure nei miei 23 anni di drammatici insuccessi causa impazienza, avrei dovuto saperlo. In un ufficio senza acetone, cotone e utensili vari – o, secondo i miei tentativi, in un bar, in un’aula universitaria, nel sedile posteriore di una macchina in moto, sul treno da Torino ad Alba, in spiaggia sulle pagine della settimana enigmistica etc – NON sono in grado di mettermi lo smalto!

E nonostante tutta questa consapevolezza, già aspetto il prossimo insuccesso al varco.


Aiutami a crescere

Starter kit block

Vuoi portare Montessori a casa tua?

Io l'ho fatto e posso aiutarti! Questo è il corso pratico che avrei voluto trovare io stessa due anni fa, quando ho dato i primi passi nella filosofia Montessori. Il corso è tutto online, 100% flessibile e ti dà accesso ad una sezione FAQ privata e personalizzata in cui risponderò personalmente a qualsiasi domanda!

E in più costa come un libro!

Voglio sapere di più →


La donna dietro le parole

Sono una trentenne, trilingue, mamma montessori e 88% paleo. Insegnante di lingue per lavoro, blogger e ballerina per passione.

Leggi di più su di me →

Ti è piaciuto? Sei d'accordo? No? Dimmelo in un commento.

Se preferisci, puoi anche mandarmi un tweet o scrivermi in privato.

  1. Ahahah!Fantastico, mi sembra di vedere me, con la sola differenza che io non ho la pazienza di mettermi ad aggiustarmi le unghie. Ogni tanto (tantissimo) mi capita di limarle e metterci lo smalto…Peccato che puntualmente io non riesca a star ferma in modo da farlo asciugare, quindi comincio a pasticciare e a fare cose e il mio smalto si rovina. Ed ecco che devo toglierlo con l’acetone, rimetterlo e aspettare.
    Meglio che mi trovi di meglio da fare -_-‘

  2. Oh Barbara, quanto ti capisco!!! È una dura vita la nostra! Però ti svelo un segreto che a sua volta mi ha svelato Erika e che tramanderò di generazione in generazione perché funziona!!!
    Il segreto per farsi le unghie e non pasticciare mentre le si fa asciugare è………… (rullo di tamburi)……… farsele poco prima di mettersi a battere a computer! Quando riesco a mettere in pratica questo saggio consiglio, non faccio mai pasticci! 😛

  3. Ma sono l’unica a cui invece non succede?!Si vede che essendo MOLTO impaziente su cose di grande importanza… Riguardo alla cose di ogni giorno riesco ad essere più calma e meno in movimento… Fatto sta, che quando ne ho voglia, le mie unghie in mezz’ora, diventano PERFETTE! =)

  4. Francesca - maggio 27, 2009

    Carlotta, in un futuro non troppo lontano scriverai anche qualche consiglio su come evitare di mangiarle queste benedette unghie? Sono l’unica a farlo?
    Io faccio pasticci quando d’estate cerco di darmi lo smalto nelle unghie dei piedi. Lì combino dei veri disastri 😀

  5. Che grasse risate a leggere questo intervento!!!!!In ogni caso,cara Carlotta,io ricordo un episodio comicissimo che voglio condividere con le tue amiche lettrici.. circa 2 anni fa eravamo a casa tua a Torino a chiacchierarcela come al solito..proprio quel giorno eri arrivata sfoggiando il tuo smalto con brillantini e decorazioni che se non ricordo male erano delle piccole stelline.Parlando,l’occhio mi cade sulla tastiera del tuo pc..e noto una (o forse un paio) di stelline perfettamente incollate su un tasto.La domanda nasce spontanea: “Carlotta ma che ci fanno ste cose messe li?” “Eh,ho seguito il tuo consiglio e mi sono messa lo smalto prima di mettermi al lavoro al pc,ma come al solito ho fatto pasticci!Beh però dai,non stanno cosi male!!”

    • Muahahahahahahahahahahahahahaha! Muahahahahahahahahahahahahaah! Muahahahahamuahahahahamuahahahahaha! Me lo ricordo… ora quel computer ce l’ha mio papà e… credo che le stelline ci siano ancora!!! Non sono mai più riuscita a toglierle! Però quello smalto era davvero cool… quando finivo di metterlo c’erano più stelline sparse per casa che sulle mie unghie! Ahahahahahahahah!


Vai di fretta?

Iscriviti alla mia newsletter settimanale e riceverai gli ultimi post direttamente in mail. Una mail ogni mercoledì. No spam 🙂


Articoli famosi…

Questi articoli hanno avuto un sacco di successo. Magari piacciono anche a te.


Ultimi articoli…

Appena pubblicati e pronti per essere letti tutti d'un fiato.