🌸 La Tela di Carlotta
Accedi
it en es

Crescere figli multilingue: come insegnare inglese (o un’altra lingua) se i genitori parlano solo italiano (o la loro lingua madre)

gen 16, 2019 • Multilinguismo

Vai al fondo del post se preferisci una versione VIDEO del post, perché tutti impariamo in modo diverso!

Nella mia intervista del Congreso Online Montessori 2018, mi è stato chiesto come i genitori che non sanno parlare l’inglese (o un’altra lingua straniera) possano introdurlo nella vita dei loro figli.

Prima di tutto, ci tengo a chiarire una cosa: non è necessario parlare una lingua per esporre i propri figli a quella lingua. Lo dico sempre: i bambini sono geni nell’apprendimento delle lingue e se li esponiamo a una lingua straniera prima dei 6 anni (e specialmente tra 0 e 3 anni; puoi leggere il mio post sull’importanza dei primi tre anni) impareranno quella lingua spontaneamente.

I bambini prima dei 6 anni sono in grado di imparare una lingua senza sforzo da parte loro, ma con un grande sforzo da parte dei genitori. I genitori sono coloro che devono esporli alla lingua e trovare idee creative se non la parlano loro stessi.

Ecco alcune idee che i genitori italiani possono usare per esporre i loro figli all’inglese (ho scelto questa combinazione perché ricevo tante da genitori italiani, ma funziona per qualsiasi combinazione linguistica).

Queste idee sono più efficaci per i bambini da 0 a 3 anni, ma possono essere adattate (con diverse attività e giochi) per bambini fino a 6 anni.

Si basano sulla mia esperienza di 10 anni come insegnante di lingue e sulla mia esperienza di 4 anni come madre di bambini multilingue a Marbella:

  • Trova un gruppo su Facebook di mamme e bambini nella tua città e chiedi se sanno di eventuali attività in inglese per bambini (nella tua città o nei dintorni). Questo è di gran lunga, a mio avviso, il modo migliore per iniziare: i social media sono molto potenti nel connettere le persone e dovremmo imparare a usarli a nostro vantaggio.
  • Coinvolgi un gruppo di mamme con bambini (amici dei tuoi figli), riunisciti con loro e contratta una babysitter inglese che diriga il gruppo: chiedi alla babysitter di preparare giochi, canzoni e attività da fare con i bambini, e assicurati che la babysitter parli solo inglese durante la “lezione”.
  • Cerca attività (arte, musica…) o lezioni di sport (nuoto, tennis, calcio) per i tuoi figli che vengano offerte in inglese.
  • Cerca lezioni di lingue alternative per bambini: non ci interessa che i bambini imparino a memoria i numeri o i colori, l’importante è che giochino e cantino in inglese! Se sei a Torino, ti consiglio le lezioni di Miss Vicky, mia carissima amica e meravigliosa insegnante di inglese: Blossom, My English Playgroup.
  • Contratta una babysitter inglese. Quando cerchi una babysitter, puoi prendere due piccioni con una fava e trovare una persona che parli sempre (e solo) inglese con i tuoi figli. Molti genitori pensano che i loro figli si sentiranno persi, confusi o troveranno più difficile adattarsi se la babysitter parla una lingua straniera, ma ti assicuro che non è così: se la baby-sitter sa coinvolgerli, ai bambini non importa quale lingua parli (è così che il loro cervello da superhero funziona per imparare le lingue).
  • Ascolta le canzoni inglesi a casa e balla con i tuoi bimbi! In questo post troverai le mie raccolte preferite di canzoni da scontare con i tuoi figli.
  • Io personalmente non consiglio di esporre i bambini alla televisione prima dei tre anni, ma dopo la TV è un ottimo strumento per sviluppare l'udito e la familiarità dei tuoi figli con la lingua. Noi preferiamo i documentari sugli animali (la serie della BBC “Earth” e quella del National Geographic “Blue Planet” sono i migliori!), ma occasionalmente guardiamo Curious George, il nostro cartone preferito. In alternativa alla televisione, puoi ascoltare libri audio in macchina (a noi piace tanto!).

Altre idee? Per favore, raccontacele nei commenti.