Headspace, la palestra per la tua mente

2 comments

Nei miei ultimi post, parlo spesso di meditazione. Se mi immaginate seduta con gli occhi chiusi, le mani rilassate sulle gambe e la respirazione calma e scandita… immaginate bene. 

poco più di un mese fa, ho scoperto Headspace (che significa “spazio mentale”). Si tratta di un’applicazione — non potrebbe essere altrimenti conoscendomi — che ti accompagna nel percorso meditativo partendo da zero. Ma è molto di più: è una vera e propria palestra per la mente. Scopri come funziona. 

Read more →


Il monologo interiore di quando mi sveglio di malumore

7 comments

Oggi mi sono svegliata di malumore. A volte mi capita. Alex lo capisce subito perché inizio a pulire e organizzare casa come una pazza. Ormai con lui non provo nemmeno più a nasconderlo e rispondo a monosillabi tra i denti. 

Quando succede, nei miei pensieri tutto è perduto e il mondo finisce oggi. Combatto da anni il mio pessimismo innato e con buoni risultati, ma alcune mattine scatta qualcosa e per un attimo ha la meglio lui. 

E rimango sempre allibita dalla ridicolaggine del loop di pensieri (veri e propri monologhi dell’io) in cui la mia mente si eclissa. E oggi li condivido per farci tutti una risata.

Read more →







Does school really kill creativity?

Leave a comment

I was in school for 20 years. I’m very good at writing essays (provided I have the right research material) and I have a very good studying method that always gets my students through their exams. But ask me to come up with anything new, anything I don’t already have some instructions for—a new recipe, game, choreography—and I’ll go blank. So are creativity and school really indirectly proportional?

Read more →


Imprint  ·  Privacy Policy