La Tela di Carlotta

Questa sono io che cerco una comunità rispettosa. 😉

Non è vero, la mia comunità rispettosa già la tengo e siete tutti voi! 💕 Ma che fatica che faccio sui gruppi Facebook italiani. Spesso le cose che leggo mi lasciano basita.⁣

Genitori con poco tatto e tutte le dita puntate. Genitori che fanno sentire altri inferiori. Genitori che pensano poco al tipo di parole che scelgono nei commenti. Genitori che attaccano per difendere un’educazione rispettosa – ma non è il colmo attaccare per difendere un’educazione rispettosa? ⁣

Ma il peggio – forse ciò da cui scaturisce tutto il resto – è che vedo tanto genitori che vedono tutto bianco o nero.⁣

“Se usi il cucchiaino non fai l’autosvezzamento”. “Se usi un paio di pannolini usa e getta non puoi dire che usi i lavabili”. “Se compri un giocattolo di plastica non sei Waldorf”. “Se non hai il letto a terra non sei Montessori”. “Se non allatti, non puoi parlare”. 😱

Secondo me nei gruppi Facebook (e in generale quando si parla di genitorialità) funzionerebbe meglio:⁣

- Essere gentili.⁣
- Dare il beneficio del dubbio.⁣
- Fare domande invece di offrire risposte.⁣
- Limitarsi a raccontare la propria esperienza.⁣
- Calibrare ogni parola e ogni frase, pensare a ogni possibile interpretazione, a come potrebbe ferire qualcuno, se c’è un modo migliore di formularlo.⁣
- FARE RICERCA approfondita, anche quando si è sicuri.⁣
- Eliminare i “mai”, i “sempre”, gli estremi, le generalizzazioni e le verità assolute: NO alla violenza (fisica e verbale) è l’unico principio a cui mi schiererei sempre contro, e comunque con gentilezza. Per tutto il resto, darei il beneficio del dubbio.⁣

Si può riuscire a fare tutto questo con una semplice accortezza: non rispondere a caldo, scrivere la risposta e poi dormirci su prima di pubblicarla.⁣

Sarebbe bello se si riuscisse a rendere i confronti, su qualsiasi piattaforma (anche quella della vita reale 😉), più rispettosi. Per insegnare il rispetto dobbiamo iniziare dal nostro esempio (che vale anche e soprattutto quando i bambini non ci guardano).⁣

Senza nominare gruppi specifici, qual è la tua esperienza sui gruppi Facebook?