La Tela di Carlotta

🇮🇹 L’hai vista la foto precedente? Ti racconto una cosa riguardo a quella foto.⁣

Stavo per non pubblicarla, perché mi sembro più grossa. Sembro avere il seno piatto, la pancia più grande, il punto vita inesistente. "Sicuramente tutti penseranno che ho messo su qualche chilo", ho pensato.⁣

Stavo per non pubblicarla, perché le foto rimangono per sempre – come tutto quello che mettiamo su internet – e non volevo che quella foto definisse questo momento della mia vita.⁣

Ecco, stavo per scartare una foto di un ricordo perfetto come quel momento in cui siamo arrivati con i piccoli a questo lago nella Hooker Valley dopo oltre 3 ore di camminata… perché non mi piaccio.⁣

Ma da quando un punto vita percepito è diventato più importante di un’emozione vissuta?⁣

E allora mi sono data uno scappellotto mentale e ho ripensato a tutto il mio percorso interiore per accettare il mio nuovo corpo di madre. Ho ripensato a tutti gli sforzi per imparare a vedere l’esercizio e l’alimentazione come ausili al mio benessere e non come strumenti per il raggiungimento di un numero sulla bilancia. Ho ripensato a tutte le volte che mi sono guardata allo specchio alla ricerca di qualcosa che mi piacesse – invece di qualcosa che odiavo – per imparare ad amarmi.⁣

Così ho deciso che no, non saranno certo le foto, custodi di ricordi preziosi, a farmi fare passi indietro nel mio percorso di auto accettazione. Voglio continuare a fare passi avanti. Perché tra molti anni, quando riguarderò quella foto, voglio aver fatto tanti passi in avanti da non notarle nemmeno le cose che non mi piacciono di me, e potermi concentrare solo sul ricordo del momento in cui ho visto il mio primo iceberg in Nuova Zelanda con la mia famiglia e ho pianto per l’emozione.⁣

E no, continuo a non piacermi in quella foto, ma decido di non lasciare che mi definisca. ⁣

Evolvo, un passo alla volta.⁣

🇬🇧 English on the blog: late.la/self-acceptance⁣
🇪🇸 Spanish en el blog: late.la/autoaceptacion

More from Instagram