La Tela di Carlotta
Episode 33

Montessori in 5': cambia le frasi in positivo

Oggi su Educare con Calma vi spiego in 5 minuti perché funziona con i bambini cambiare le frasi negative in positivo e perché può aiutare non solo a rispettare i limiti, ma anche a cambiare la mentalità.

Nell'episodio menziono la collezione Montessori Express sul mio sito in cui riassumo idee che mi hanno aiutata con i miei bimbi.

--

Come appoggiare il podcast:

Io non faccio pubblicità e non accetto sponsor, perché le pubblicità mi danno fastidio e non voglio sottoporvi a più pubblicità di quelle che già vi sommergono nella vita quotidiana. Se vi piace il mio podcast e volete aiutarmi a mantenerlo vivo, potete acquistare uno dei miei corsi:

  • Educare a lungo termine: un corso online su come educare i nostri figli (e prima noi stessi) in maniera più consapevole. Tanti genitori mi dicono che gli ha cambiato la vita.
  • Co-schooling – educare a casa: un corso online su come affiancare il percorso scolastico per dare l’opportunità ai bambini di non perdere il loro naturale amore per il sapere.
In questo episodio di vorrei parlarvi un tema che trovate anche nel mio corso online che a me sta molto a cuore perché è assolutamente una delle cose che mi ha aiutata di più nella gestione dei limiti con i miei figli. Ok, ora che ho detto che è una delle cose che mi ha aiutata di più, mi sono sentita un po’ come “carlotta ma dici sempre che è una delle cose che ti ha aiutata di più” ma forse perché è vero, tutte le cose di cui vi parlo mi hanno aiutata molto altrimenti non ve ne parlerei no? 
E questa in particolare mi ha aiutata nella gestione dei limiti, io li chiamo limiti ma possiamo anche chiamarli regole, perché i limiti sono una brutta bestia, e per questo nel mio corso online educare a lungo termine dedico un intero modulo ai limiti, a come impostare limiti sani per noi e per i bambini, ma soprattutto come farli rispettare. Purtroppo lo dico sempre non esiste la bacchetta magica, e spesso ci dimentichiamo o non sappiamo che i bambini prima dei 5-6 anni non sviluppano la forza di volontà e quindi per loro ‘l’obbedienza” in realtà è un concetto astratto: ovviamente se io li minaccio e li punisco, loro imparano a rispettare il limite per paura, ma altrettanto ovviamente se state ascoltando questo podcast sapete che noi quello non lo facciamo perché noi vogliamo educare a lungo termine, mentre le minacce e i castighi sono scorciatoie che educano a breve termine.
Quindi vorrei iniziare dicendo: È totalmente normale che a volte i tuoi figli decidano di farti caso e altre volte ti ignorino. È normale, non ti stanno sfidando, non lo fanno con cattiveria, non hanno un piano demoniaco di conquista del mondo che comprende fare tutto ciò che noi genitori diciamo (anche se a volte può sembrare così): no, semplicemente il loro cervello non è ancora sviluppato a sufficienza per controllare la propria volontà e allora testano i limiti, cercando di capire quali sono dei NO fuoco e quali invece sono dei NO sofà (chi ha il mio corso mi capisce) e per chi non ce l’ha dico semplicemente che spesso noi genitori diciamo dei NO e impostiamo delle regole per abitudine ma in realtà questi no e queste regole non hanno davvero motivo di esistere. A buoni intenditori, poche parole.     
Uno dei trucchi che per me ha sempre funzionato meglio e devo ringraziare non Montessori ma la disciplina positiva (che però sappiamo vanno sempre molto a braccetto e si complementano si dice complementano? va be’, mi capite.
Questo trucco è trasformare le frasi in positivo. Quando ci accorgiamo che stiamo per dire una frase in negativo, tipo non stare in piedi sulla sedia!” Invece proviamo come “vieni, metti i piedi per terra”.
Una educatrice in uno dei miei corsi di formazione in inglese mi disse una cosa che non ho mai dimenticato: mi disse quando dici Don’t Shout non gridare a un bambino quello che il bambino sente e che la mente registra è shout! perché è la parola che ha un senso compiuto, a se stante. Il don’t si perde. E questo mi ha fatto riflettere moltissimo, perché anche se in italiano quando usiamo un imperativo negativo la forma del verbo cambia un po’ per esempio NON GRIDARE (usiamo un infinitivo), il concetto è lo stesso: la parola che ha più senso nella mente del bambino, quella che la mente registra è gridare. Il non si perde. Quindi possiamo provare, per esempio, nell’esempio di prima invece di dire “non stare in piedi sulla sedia” possiamo anche dire “Sulla sedia ci sediamo”, qualsiasi cosa che aiuti la mente non solo a processare l’informazione ma anche ad avere un’azione chiara da fare. Perché quando dico non stare in piedi sulla sedia, la mente dice “ok, che cosa faccio?” Quando dico “sulla sedia ci sediamo”, la mente dice “metti il sedere sulla sedia”. 
E poi al di là di questo io e alex parlavamo l’altro giorno del fatto che girare le frasi in positivo anche nel quotidiano aiuta a creare mentalità: per esempio invece di dire “non mi piace la pioggia” dire “preferisco il sole”. Io che cerco di farlo on and off da 10 anni vi assicuro che è una vera e propria terapia per il pessimismo e la negatività, e se lo dico io che ero la regina del pessimismo e della negatività, potete credermi. 
E con questo è tutto. Come sempre trovate un riassunto scritto di questo post sul mio blog nella collezione Montessori express e ovviamente mi trovate anche su Facebook e instagram come la tela di carlotta blog. 
Un abbraccio e ci vediamo venerdì per un altro episodio di educare con calma, parleremo di etichette! Ciao

Tell me what you think

Did you like it? Do you agree or disagree? I'd love to hear from you.

Comments

Elena • Mar 10, 2021

ti ho conosciuta per caso e trovo la tua impostazione semplice e chiara.. sto pensando di comprare il corso sull'educare conclama soprattutto per trovare il modo di coinvolgere mio marito!.. ho appena iniziato anche io il percorso.. più o meno nello stesso modo con cui è iniziato il tuo: il letto montessori.. Trovo che il percorso di genitorialità sia una sfida entusiasmante! Grazie per aiutarmi ad aprire la mente... La mia maggiore difficoltà è che è un percorso che sto facendo da sola. Appena riesco condivido con mio marito.. ma lui ha meno tempo.. cosa trovo difficile e frustrante? vedere in lui alcuni atteggiamenti retaggio della nostra educazione che non collimano con l'educare con calma: mi innervosisco quando sento tutti i suoi no.. e allora ho deciso di fargli ascoltare i tuoi episodi.. la risposta è stata ottima: parliamo e ci confrontiamo.. solo una goccia.. ma mi sembra che possa essere l'inizio per un percorso a due.. anzi a tre.. insieme a Leo!

🌸 Carlotta • Mar 13, 2021

Che bello, Elena! Sono contenta che i podcast abbiano aiutato a “sciogliere” il ghiaccio in goccioline: è davvero un inizio! Tanti genitori fanno il mio corso insieme e mi dicono che li aiuta tantissimo anche nella loro relazione 💕

Gloria • Feb 26, 2021

Semplice e chiara!

🌸 Carlotta • Feb 26, 2021

🤩🌸

I think you'll like these

The blog

I write mainly about Montessori, parenthood, and multilingualism. Here are some recent posts.

Montessori
One day a few years ago my husband came home and said, "Why don't we put a mattress on the floor in the baby room? It'd be much more natural". "Never" was my reply. That's how our Montessori journey started. Since then we've been living, breathing and applying the philosophy at home day in and day out, starting from ourselves. Because educating children starts from the parents.
Two ways to solve sibling conflicts (only one works in the long term)
Don't force children to do something they don't want to do
Let's stop saying "be good" to a crying baby
The pilot story (or why not to punish children's mistakes)
Wait for their answers
Montessori VS "the real world"
Consent: workshop for kids
Montessori express: change the sentences into positive
Montessori express: everything is NOT fine
My baby cries desperately in the car (15 months)
Living sustainably
Living sustainably for me doesn’t only mean to have a more eco-friendly lifestyle. It means to make decisions that are sustainable for our planet, the people on it, but also for our life, our lifestyle, and our happiness. It means to take any daily chance to evolve and be happier, healthier, kinder, more responsible and more caring human beings—the only sustainable way for a meaningful future.
Face yoga is an act of self love
Why you should wear the same outfit twice on Instagram
The power of creating habits (and why you should do it, even if you then break them!)
Responsible eating is the diet of the future (Would you like to teach it to your kids?)
The power of NOT complaining: can you do it for a whole month?
Clean up your planet, please!
Infographic: 8 steps to switch to cloth nappies (a guide for reluctant parents)
A personal note on happiness
A personal note on social media
A change of life always widens your horizons
New to La Tela?
I’ve prepared collections on various topics that I’ve written over the years. Perhaps you’ll find one that interests you.
Thanks for listening!