Montessori bedroom 12-18 months (+home tour)

19 comments
Help spread the word
ItalianoEnglishEspañol

After many months since my last post about Oliver’s Montessori bedroom, today I’ll take you around our apartment to show you how we “montessorised” it: starting at 12 months, in fact, it’s not only about your kid’s bedroom, but also about all the other environments in the the house.

I hope you’ll find it useful to continue your Montessori journey with your kids at home. I added as many links as possible, but if you have questions on the products and where to find them, please don’t hesitate to leave me a comment.

The bedroom

shelves

Let’s start with the bedroom. Since the last time you saw Oliver’s room (prepared environment 10-12 months), we still have the same shelves, only the toys are different.

We always rotate 5 or 6 activities on our shelves, and right now we have: Beluga fruit and vegetables cutting board, the Goula cubes, the Janod puzzle with farm animals, the Plantoys sorting board, and a basket with some drawing paper, a colouring book and some crayons. On the floor, the last introduction to our collection, a Duplo 1.5-5 years box, because… well, can a kid grow up without Duplos? 😉

box

Near the bed, we keep Oliver’s beloved footballs and beach balls (he’s got so many we don’t know where to put them anymore) and a box with his first Brio train, that Oliver still doesn’t use without our help: we build the railway together and he then loves making the train travel.

desk

We also added the Lätt table with chairs that for the first few months were too high for Oliver, but he can now sit perfectly with no help. On the wall, I hung our usual frames where I rotate images that Oliver is interested in (before it was animals, not it’s vehicles): interchanging the pictures also really helps him learn new vocabulary. In the basket near the table, we keep Oliver’s books (the last ones I bought are the ones from the Montessori series: map work, shape work, number work, letter work).

clothes

On one wall, we put some adhesive hooks where we hang a selection of Oliver’s clothes, usually two T-shirts and two pants, so he can pick them himself in the morning.

Let’s leave the bedroom now for a short home tour.

The bathroom

bathroom

In the bathroom we adapted the bidet to be Oliver’s sink. We attached a suction cup toothbrush holder and an adhesive hook for a towel, and we placed a small soap bar on the side. For now, these few changes in the bathroom are enough and working great for us!

oliver brushing teeth

The entrance

entrance2

In the entrance, we put an adhesive hook on the wall at Oliver’s height where we hang his backpack and jacket, and we put the little Flisat stool for him to sit when putting his shoes on, although so far he prefers to put his shoes on while standing (probably the stool is still a tad too tall).

For now, he rarely hangs his backpack as he always comes back from nursery asleep, but we’re working on it, especially on lifting it instead of pulling it towards himself when taking it out (there’s something to learn in everything).

The kitchen

kitchen

In the kitchen, besides our famous learning tower that we still use every day, we dedicated an open shelf to Oliver where we put a water jar (with little water in it), a kitchen cloth (that you can’t see in the picture because I added it later), a glass, a mug with some forks and spoons, and a couple of plates.

So far, though, Oliver is not using this shelf much: he likes pouring water in the glass and then everywhere else (especially the floor), and moving the silverware back and forth from the mug to the plate. I’m trying to have him set the table for meals, but for now he’s not mastering it yet.

The living room

art living room

Since we moved, we decided to furnish the living room in an even more minimalistic way than before and since we have a clear wall, sometimes we hang a big piece of paper and we paint with brushes, rolls and, of corse, our fingers.

This is the end of our home tour, I hope you found it useful to make some montessori changes in your own house. If you liked it, please share it on Facebook so more families can start their Montessori journey.


Help spread the word

The woman behind the words

I’m a thirty-year-old, trilingual, Montessori mum and 88% paleo. Language teacher for work, blogger and dancer for fun.

More about me →

Did you like it? Agree? Disagree? Let me know.

If you prefer, you can also tweet to me or write me privately.

  1. Quante belle idee!!
    Grazie per condividerle, non vedo l’ora di sperimentarle.
    P.S. Il bidet lavandino e’ geniale 😉

    Buon compleanno e buona salsa per Sabato!

    • Grazie Gabriele! Mi fa molto piacere che ti piaccia, ci ho lavorato tanto, ma ci tenevo fosse il più completo possibile perché questa fase è meravigliosa per liberare il potenziale dei nostri piccoli! Come procedete voi? Spero vada tutto bene! Vi abbraccio 🌸

  2. ciao Carlotta, tutto molto interessante!Anche io vorrei utilizzare il bidet come lavandino, ma mio marito non vuole 🙁 è medico…ha le sue fisse…dice che non è igienico..scusa la domanda, ma voi lo usate anche come bidet 😉 ? I giochi sono simili ai nostri, io ammetto che rispetto ai primi tempi adesso li ruoto meno, ma comunque lo faccio sempre e trovo un rinnovato interesse ogni volta. noi siamo un po’ meno minimalisti di voi, ma ceroni ogni caso di fargli trovare sempre degli spazi che lui riconosce adatti per lo scopo a cui sono destinati. Grazie dei tuoi suggerimenti come sempre.
    Ps: ti ho lasciato qualche settimana fa un commento sul post di Jolly Phonics, l’hai per caso letto?Ti chiedevo un consiglio. Grazie e a presto! Giulia

    • Ciao Giulia, mi trovi a computer e allora ti rispondo subito. Grazie per il tuo commento! Domanda legittima! No, noi non lo usiamo come bidè, lo trattiamo come il suo lavandino (facciamo uno sforzo per usare il bidè dell’altro bagno): avevo pensato di dedicare il bidè dell’altro bagno, ma poi abbiamo notato che funziona molto meglio se siamo tutti insieme nello stesso bagno perché ci laviamo i denti insieme, le mani insieme etc

      PS. Ora cerco il tuo commento sul post di Jolly Phonics e ti rispondo, mi deve essere scappato! Scusami!

      • Grazie Carlotta per la tua risposta 🙂 Abbiamo un secondo bagno ma, ahimè..senza bidet e siamo in Italia!!!Quindi per ora salvo cambiamenti non lo useremo come suo lavandino; comunque utilizziamo da mesi la scaletta Ikea (come quella della Torre di apprendimento ma senza torre) per utilizzare il lavandino principale e lui ormai sa accostarla, salirci sopra, aprire l’acqua e prende il sapone e il suo spazzolino..quindi più o meno uguale. Anche noi abbiamo il carrello Ikea e solitamente ci metto la sua acqua, senza brocca però. Ora ti rispondo per Jolly Phonics 😉 grazie di nuovo!

  3. veronica bartolucci - November 16, 2016

    Idee moooolto belle….per adesso accantono…il mio IAN ha 6 mesi! Ma che sicuramente riprenderò a breve!!!

  4. Ciao!
    Ti leggo da mesi ormai. Sono reduce da un trasloco infinito con lavori in una casa non mia per problemi di muffa abbastanza consistenti. Quindi inutile dire il caos più totale! Adesso la situazione sembra essere rientrata e finalmente stiamo quasi terminando la sistemazione della stanza del mio piccolo che a giorni compie 11 mesi. Adesso dormiamo tutti nella stessa stanza compreso il cane e per il suo spazio onde evitare di metterlo sul pavimento che si sgretolava per umidità lo tenevo nel box o su un tappetone di quelli a puzzle che poi la sera smonto per mettere il lettino. Per fortuna viviamo a lampedusa e lui esplora gattona e gioca con la natura sulla spiaggia. Fino a 2 giorni fa eravamo li! Ci sono 23 gradi! Vorrei chiederti quindi visto che inizierò tardi con la stanza cosa mi consigli?ti avevo anche inviato una mail. L’hai letta? Grazie mille!

    • Dimenticavo:la soluzione ikea per noi é poco fattibile. Ci hanno chiesto 309 euro per spedirci qualsiasi cosa. Oltre alle spese di spedizione!

  5. Fantastico Carlotta
    adoro tutto soprattutto l’idea in bagno e cucina. Giorgia adora giocare giocare col bidet e renderlo il suo lavandino è un ottima idea per unire l’utile al dilettevole, quindi ruberemo sicuro l’idea.
    Per la cucina non aveno ancora pensato a introdurre il discorso preparazione tavolo ma visto che Giorga adoro questo ambiente (avendo un open space è anche difficile non farla entrare) penso che utilizzerò il ripiano medio del carrello ikea che abbiamo come porta affettatrice come suo ripiano personale.

    Grazie mille, è sempre un piacere prendere spunti da te

    Sara

  6. Ciao Carlotta, ti leggo spesso ma questa è la prima volta che commento. Anche noi stiamo facendo un percorso simile al vostro con la nostra Chloe di 14 mesi. Sto preparando anche io un post sulle novità in casa nostra. Proprio in questi ultimi mesi abbiamo aggiunto nella sua cameretta un tavolino e una sedia e l’appendiabiti che lei adora si sente proprio indipendente quando stiamo per uscire e va a prendere la sua giacca e la cuffia.. Non so cosa fare con il bagno perché non abbiamo il bidet e in più il nostro bagno è piccolissimo, penso che l’unica soluzione sia utilizzare la torre di apprendimento per arrivare al lavandino, ma la noia è che la devo sempre ritirare. Hai per caso qualche suggerimento?
    A presto.

    • Ciao Stephany, grazie per il tuo commento e complimenti per il tuo blog, molto carino. Guarda, il bagno è complicato senza il bidet e la torre (o una semplice scaletta di quelle antiscivolo come quelle che vende IKEA per il bagno) è forse la soluzione più comoda alla fine. Ma ho anche visto famiglie mettere ad altezza bimbo il parta spazzolino e l’asciugamano e usare un semplice contenitore che riempiono con acqua e appoggiano su un ripiano basso (o addirittura sul WC, chiuso ovviamente) dove il bimbo può lavarsi le mani e la faccia e addirittura i denti (il lavaggio indipendente dei denti a questa età è più simbolico che altro e siamo noi a lavare i denti ad Oliver per davvero, lui per ora mette solo lo spazzolino in bocca e ciuccia ahah). È così che i bimbi si lavano le mani nell’aula Montessori. Qui puoi vedere una foto di qualcosa di simile. Magari potrebbe essere un’opzione?

  7. della serie Montessori: map work, letter work, number work, shape work).
    volevo un commento su questi libri mio figlio Ulisse ha quasi 3 anni che mi consigli ?per le lettere non c’è in italiano?

    • Ciao Marika! A me questi libri piacciono molto, e li ho comprati perché un’amica di Oliver dell’asilo li ha e li usa tanto. Ma ovviamente è presto per Oliver (l’amica ha più di 6 mesi più di lui), per ora gli piace guardare le figure e ripeterne il nome. Io te li consiglierei, l’età di Ulisse è perfetta! Sfortunatamente non c’è in italiano, ma visto che nel metodo montessori si insegnano i fonemi (il suono delle lettere, non il “nome”), anche la versione inglese andrà bene.

      Se sei curiosa su come insegnare con i fonemi, puoi leggere questo post.

      Un abbraccio 🌸

  8. Carlota, vengo a conocerte gracias a la entrevista de Cristina.
    Yo, cuando llego a un blog nuevo, busco de inmediato los posts que me interesan y de ahí evalúo si el blog es de interés para mi o no, y siendo que este ha sido el primero que he visto de tus post te puedo confesar que me ha encantado!. Siempre me sentí abrumada por las fotos de habitaciones/hogares Montessori, todo lo complejo que se ve transformar un hogar en un espacio bajo dicha metodología (no porque la metodología sea compleja, sino porque una viene con los paradigmas de como debería lucir una habitación de bebé según la sociedad tradicional), lo costosos que son los materiales y los muebles (en Chile no tenemos Ikea, por desgracia) pero viendo tu experiencia, cómo lo has interpretado y aplicado a tu hogar es simplemente sublime, lo haces muy cercano para quienes queremos aplicarlo pero no tenemos mucho tiempo o recursos. Gracias! esto me da más fuerzas para aplicarlo en mi hogar y no parecer una fanática religiosa Montessori (mi marido me dice que a veces exagero al querer “Montessorizar” todo) de ahora en adelante puedes contar una seguidora más en tu blog.

    • Hola Mariana, gracias por tu comentario y bienvenida a La Tela! Me encanta que te haya encantado mi post. Mi blog es mi pequeño mundo virtual y me hace mucha ilusión cuando se unen nuevos lectores! Sé lo que dices, cuando empecé yo misma mi viaje Montessori me costó encontrar experiencias de mamás que no “exageraban”, casi me parecía que era o todo o nada… me encantan la filosofia y la transformación del adulto, pero cuando se trató de montessorizar la casa lo hice de manera sencilla y, como dices tú, “interpretandolo” a mi manera y según lo que funcionaba para nosotros. Por el momento esta funcionando, ojalá siga así! Espero leerte pronto por aquí. Un abrazo!

  9. Sabrina - May 30, 2017

    Davvero funzionale,io invece sono indecisa se utilizzare uno sgabello per far utilizzare il lavandino “dei grandi” invece del bidè ma per ora è presto valuterò fra un paio di mesi! Volevo chiederti cosa ne pensi delle tende “tepee” ovvero tende indiane da gioco ? mi piacciono molto e sto valutando l’idea di realizzarne una o comprarla per il primo compleanno del mio Leo 🙂

    • Carlotta - May 31, 2017

      Anche noi avevamo considerato lo sgabello per usare il lavandino dei grandi, ma non lo abbiamo fatto per mancanza di spazio. Se hai un bagno grande, te lo consiglierei sicuramente. E le tende, le adoro! Se avessi più spazio in camera o un giardino, io qui a Marbella le ordinerei senza dubbio qui: https://www.facebook.com/MissTeeP 😊

  10. Bellissime idee cercherò di metterle in pratica anche io grazie!


In a hurry?

Subscribe to my newsletter and get all the latest posts directly to your inbox. Only one email per month. No spam (pinky promise!) 🙂


You might also like…

I’ve handpicked these articles for you so you can keep reading.


Popular articles…

These articles proved quite popular. Perhaps you’ll like them too.


Latest articles…

Hot off the presses for your reading enjoyment.

Imprint  ·  Privacy Policy