Why isn’t my blog as successful as I want it to be?

9 comments
Help spread the word
ItalianoEnglishEspañol

Today is one of those days. 

One of those days when I wake up and I wonder if it’s worth it. When I send that thought away, I put my head down, work productively, yet I keep wondering Am I good enough? When I send that thought away, I finish a task on my to-do list, I’m proud of it, yet my mind is asking Will you ever make it?

One of those days when I have to write it all down as it comes.

Are all the hours of hard work, the ongoing learning, the courses, the books, the webinars going to make a difference? 

Will my blog ever be incredibly successful? When will it become a reliable source of income? How can it inspire more and more people? 

I know my worth. I’m good, I commit, I work hard, I’m consistent, I know how to overcome my own resistance, fight my own devils, I know how to push through and make things happen, I’m proud of what I’ve achieved so far. Blogging is bloody hard, making money through blogging is even harder, many don’t even get to make their first cents, and I somehow managed to make… well, a lot more than that.

But when am I going to the next level? How do I get to the next level? Where is the bonus door—where you enter, eat some mushrooms, and get out through a tube into the next level? I should have played more Mario Bros.

I know my worth, I’m good. But am I good enough? And if I am good enough, why not not me?  Why haven’t I found the bonus door yet? Does it exist?

All these questions will most likely be answered in some future post, on a good day, on one of those when I feel I can and will conquer the world. Tomorrow is a new day, I’ll pick a new coffee shop to work from and I’ll end my week on a positive note.

For now, goodnight.  


Help spread the word

The woman behind the words

My name is Carlotta, I’m 33 years old, I’m Italian, married to a Finnish guy, and together we raise Oliver (4) and Emily (2) Montessori and multilingual. We’re selling everything to travel the world.

More about me →

Did you like it? Agree? Disagree? Let me know.

If you prefer, you can also tweet to me or write me privately.

  1. Mi piacerebbe vederti su Youtube. Credo che se aprissi un canale parlando degli stessi argomenti del blog, avresti un grande ritorno. Il tuo blog mi piace molto, ma forse per far crescere oggi questo strumento occorra un’ integrazione con altri canali. Non mollare, mi piace molto quello che scrivi!

    • Ciao Stefania, grazie per il tuo commento! Ci penso da un po’, ma poi desisto sempre… iniziare una nuova piattaforma richiede Milton tempo (e ora tutto il tempo extra lo sto dedicando ai miei corsi Montessori) e in più sono un po’ perfezionista e ho il blocco del principiante: come imposto i video? In che lingua (l’inglese per me è quella più comoda, ma poi i miei lettori italiani e spagnoli?)? E come decido di cosa trattare? E che background musicale uso? E la lista continua 😀

      Insomma, la mia testa è un bollitore riguardo a questo tema! Ci sono talmente tante cose che vorrei fare (webinari!), ma ognuna richiede un’enorme quantità di tempo…

      Se hai idee e consigli su come vedresti i video e su che argomenti, spara che sono tutta orecchie!

      Un abbraccio

      Ps: comunique proprio perché cii penso spesso, ho anche creato un canale: https://m.youtube.com/channel/UCutMjlXrJXHvP53swsKG4sA

  2. Francesca - January 11, 2019

    Ciao Carlotta,
    penso che una parziale risposta alle tue domande sia che dipende anche molto dal taglio del blog.
    Il tuo affronta tematiche molto profonde e in alcuni casi quasi di nicchia, io lo trovo di grandissima ispirazione e tante piccole (e non) cose della mia vita sono cambiate grazie ai tuoi post. Pero’ questo forse fa si’ che sia piu’ difficile diventare virale in poco tempo. Immagino sia un po’ come la differenza tra vendere un giornale che si occupa di gossip e uno che fa approfondimento 🙂 Forse la strategia di crescita deve anche essere diversa avendo obiettivi e audience diversi (non so se ha senso….solo un pensiero in libertà)

    La mia domanda per te è: come possiamo noi che già amiamo il tuo blog aiutarlo a crescere?

    buona giornata

    Francesca

    • Ciao Francesca e grazie grazie grazie per il tuo commento.

      Sono d’accordissimo, proprio oggi ne parlavo con il mio babbo che la pensa come te! Sono una “pecorella nera”, vado controcorrente in praticamente tutto, tutto ciò che mi affascina (Montessori, multilinguismo, viaggi intorno al mondo 😂) è una nicchia… e può darsi che questo rallenti la crescita.

      Ma mi avete scritto talmente in tanti, che non ho dubbi di essere sulla strada che voglio, forse non la più remunerativa o popolare, ma quella che sento che possa fare una differenza nella maniera di essere genitori.

      Grazie a commenti come il tuo, ho capito ancora meglio che tipo di blogger e voce voglio essere. Ho tante nuove idee e zero tempo per farle, mi è uscito un altro brufolo sul mento (ma tutti lì?) e oggi la casa è un caos, ma dentro mi sento più motivata.

      Ti ringrazio!

      Ps. E per aiutarmi (sei un tesoro, mi sento coccolata) condividere e passare parola è tutto ciò di cui ho bisogno 🥰

  3. Francesca - January 12, 2019

    Ciao Carlotta,
    credo che una risposta parziale alle tue domande sia che dipende molto dal taglio del blog…il tuo affronta tematiche molto profonde e quasi di nicchia. Tanti dei tuoi post sono stati di grande ispirazione per me e mi hanno portato a modificare o riflettere su alcuni aspetti della mia vita, ma forse un blog di questo tipo ha necessariamente bisogno di piu’ tempo per crescere e andare oltre alla base iniziale, per fare il salto. Forse anche la strategia per farlo crescere deve essere diversa, immagino sia un po’ come la differenza tra vendere un giornale di gossip e uno di approfondimento, no?
    Non so se ha senso….

    Come possiamo noi che già amiamo il tuo blog ad aiutarti?

  4. Valentina - January 14, 2019

    Ciao Carlotta, a me piace tanto seguire il tuo blog, ammiro il tuo andare contro corrente, la tua tenacia, continua così… Brava. Nn tutte abbiamo il coraggio di essere come te! E poi io per scelta nn sto né su fb né su Instagram, quindi mi è comodo seguire il tuo blog. Un abbraccio Valentina

    • Grazie Valentina, sei dolcissima per aver dedicato un minuto del tuo tempo a scrivermi 🙂 Ti ringrazio per le tue parole! Se ti va, passaparola: siete voi che mi aiutate sempre a crescere! Un abbraccio

  5. Ciao Carlotta, io ti seguo da…ora volevo dirti che non c’è una ricetta precisa però ti posso riportare la mia esperienza, che può sembrare banale, ma va pur sempre ricordata: nel momento in cui seguivo una strada pensando al traguardo (successo, soldi, popolarità…) puntualmente non lo raggiungevo. Quando invece mi lasciavo guidare dalla passione per quello che stavo facendo il traguardo puntualmente arrivava!
    La passione vedo che ce l’hai, quindi libera la mente e procedi serena!!
    Complimenti davvero.
    Un Montessoriano per caso.

    • Ciao Dario! La penso esattamente come te e infatti questi pensieri arrivano puntuali solo quando mi concentro sul traguardo (raramente, ma capita)… quel giorno in particolare ero incappata su un post banale che è andato virale, e ha scatenato questa serie di pensieri. Ma sono tornata con più grinta che mai e ho deciso che devo riniziare a scrivere anche per me (oggi o domani sul blog capirai cosa intendo dire ;-). Grazie per avermi dedicato un minuto del tuo tempo 🥰


In a hurry?

Subscribe to my newsletter and get all the latest posts directly to your inbox. Only one email per month. No spam (pinky promise!) 🙂


You might also like…

I’ve handpicked these articles for you so you can keep reading.


Popular articles…

These articles proved quite popular. Perhaps you’ll like them too.


Latest articles…

Hot off the presses for your reading enjoyment.

Imprint  ·  Privacy Policy