Feliz 8° aniversario de boda a nosotros

7 comentarios
Ayúdame a correr la voz
ItalianoEnglishEspañol

Hoy, hace 8 años, Alex y yo nos casamos. Me encantó todo de ese día, fue perfecto, estaba casándome con el amor de mi vida, mi mejor amigo, mi compañero de éxito, y estaba enamoradísima. Hoy, me gustaría querer escribir cosas como “te amo como ese día”, “me haces tan feliz”, “sigo enamorada de ti”. Nada de eso es verdad.

El último año y medio ha sido muy duro para nuestra relación. Una lucha continua. El ancla de la privación del sueño nos hundió hasta el fondo, y todavía estamos tratando de volver arriba.

Pero eso es lo que amo de nosotros: todavía lo estamos intentando. Avanzamos un paso adelante y dos hacia atrás, pero lo intentamos. Mientras estaba embarazada de Emily, una pareja vino a comprar el sofá que estábamos vendiendo. Notaron la diferencia de edad entre Oliver y su futura hermana, y nos dijeron:

“Será muy difícil, pero si conseguís pasar el primer año juntos, nunca os separaréis”.

Esas palabras se quedaron conmigo, y de alguna manera en el fondo siento que tenían razón. Cuando estoy enfadada con él, cuando no me siento valorada, cuando me siento de ser cariñosa, siempre hay una constante: al fin y al cabo, cuando pienso en mi futuro, sigo viéndome sentada con él en ese banco frente al mar, charlando sobre todo y nada. Lo conseguiremos. 

PD. Alex hoy me dijo: “Feliz aniversario, baby. Sigues siendo tan guapa como hace 8 años. No, más guapa porque me gustan las mujeres voluptuosas”. Pero está diciendo que estoy más gorda? 🤔


Ayúdame a correr la voz

La mujer detrás de las palabras

Me llamo Carlotta, tengo 33 años, soy italiana, estoy casada con un finlandés, y juntos criamos a Oliver (4) y Emily (2) Montessori e multilingües. Estamos vendiendo todo para viajar por el mundo.

Más sobre mí →

Te ha gustado? Estás de acuerdo? No? Dímelo en un comentario :-)

Si prefieres, puedes también enviarme un tweet o escribirme en privado.

  1. Mi hai po’ spaventata, perché sono incinta e aspetto il secondo. Anzi seconda. Che nascerà quando il fratello maggiore avrà due anni e mezzo precisi.
    Il primo figlio ci ha presi come uno Tsunami, ed anche noi abbiamo faticato come coppia. Ora speriamo di avere l’esperienza, ed anche la consapevolezza che il primo anno sarà durissimo – soprattutto per me che lavorerò meno e starò a casa di più. Comunque avendo avuto il primo figlio che non dormiva praticamente mai spero che il fato mi mandi una dormigliona a questo giro. Noi abbiamo ricominciato a respirare quando lui ha cominciato a dormire 😉

  2. Ma quanti anni ha tuo marito? Visto che hanno notato una differenza di età tra lui e la pancia ora ho questa curiosità.. a me.di recente hanno chiesto “ma come hai fatto a trovare tuo marito? Si, che cosa hai tu più di me?”. Sai che ci ho pensato? La risposta è che non ci siamo mai dati per scontato e che abbiamo fatto del nostro meglio per meritarci. Nemmeno io lo amo come 18 anni fa… Allora avevo 19 anni, ora sono cambiata… Siamo cambiati. Ma sai cosa? Abbiamo lavorato e ci siamo sostenuti.. ora io sorreggevo lui, ora lui sorreggeva me. E ci siamo innamorati di ogni nostra versione di noi, perché ci siamo dati questa possibilità!

  3. Ti capisco. È dura! Noi abbiamo una piccola di sette mesi che dorme pochissimo (da quello che leggo mi sembra simile a Emily). Io sono a casa in maternità fino a gennaio e certi giorni mi arrabbio con lui anche solo perché non capirà mai la fatica di fare la mamma h24. Però, anche noi abbiamo appena festeggiato il nostro anniversario, e sento che dietro alla stanchezza, alla fatica, alla paura di sbagliare, ecc ecc ci siamo ancora noi. Forse bisogna solo avere la pazienza di aspettare che passi lo tsunami 🙂

    ps. sono arrivata qui grazie al tuo post sul lettino montessoriano, stiamo per provare anche noi visto che con il lettino a sbarre è una tragedia… incrocio le dita!

    • Ciao Giulia, benvenuta a La Tela 🌸 Eh sì, hai scritto proprio una bella frase, “ci siamo ancora noi”, nonostante tutto. Riassume perfettamente come sento la coppia in questo momento.

      PS. Fallo fallo fallo senza esitare: sicuramente li aiuta molto a sentirsi indipendenti nelle decisioni, cosa di cui hanno bisogno e che secondo me li tranquillizza anche. Oliver gattonava dalla sua camera alla nostra ed era tenerissimo sentirlo arrivare al mattino; Emily, lettino montessori o no, per i primi 16 mesi della sua vita (ora ne ha 21) si svegliava praticamente ogni ora; da quando, però, abbiamo messo il lettino montessori in camera nostra (sono due camere collegate, puoi vedere qui) viene da noi quando si sveglia e magari dorme il resto della notte con noi o a volte vuole solo un abbraccio e poi preferisce che la rimetta nel suo letto. Insomma, il letto montessori lo consiglierei davvero a chiunque. In bocca al lupo!

  4. Carissima, il terzo dormirà perfettamente:))) Forza!!! E buon anniversario!


Vas de prisa?

Regístrate a mi newsletter para recibir los últimos artículos directamente en tu correo electrónico. Sólo un mail al mes. No spam (lo prometo!) 🙂


Podría gustarte también…

He personalmente seleccionado estos artículos para ti para que puedas seguir leyendo…


Post populares…

Estos artículos han tenido mucho éxito! Quizás te gusten a ti también.


Últimos artículos…

Directamente de las imprentas para que puedas leerlos todo seguidos.

Imprint  ·  Privacy Policy