A Emily y a mí nos encanta nuestro portabebé Kari-Me!

22 comentarios
Ayúdame a correr la voz
ItalianoEnglishEspañol

Nunca he portado a Oliver (¿se dice así? ;-). Soy bastante egoísta cuando se trata de mis espacios y mi tiempo personal: desde el primer día, Oliver durmió todo el día en su capazo, y por la noche lo puse en su cuna Bednest junto a mi cama. Me gustaba, me hacía sentir un individuo solo otra vez, como si mi cuerpo volviera a ser finalmente mío después de nueve meses de embarazo. Y eso era bueno para mi salud mental, también.

Después de dos años, ha llegado Emily. Intenté la solución del cochecito para salir los tres sin papá con el patinete Sibling Board de Stokke para Oliver. Al principio funcionaba de maravilla: Emily dormía en el capazo, Oliver viajaba en el patinete (aunque no parecía muy cómodo!) y todo el mundo estaba feliz.

Cuando el patinete pasó de moda, sin embargo, también la magia pasó: Oliver quería caminar, y eso no era seguro. A veces corría delante mía, y el cochecito no me permitía quedarme a su paso así que le gritaba como una histérica que parara; o si necesitaba agarrarlo rápidamente, dejaba el carrito sin tener tiempo para ponerle el freno. ¡Nada seguro!

Fue entonces cuando empecé a pensar en soluciones alternativas: 1. Con Oliver utilicé (aunque poco) el Babybjörn, mientras con Emily utilizaré una mochila de bebé de una pequeña compañía alemana llamada Ruckeli, pero todavía me parece demasiado grande para ella. 2. No queríamos comprar un carrito doble (en parte para no gastar dinero extra, en parte por la molestia de conducirlo en las aceras estrechas de Marbella, y en parte porque no quiero renunciar a mi amado Stokke Xplory, a pesar de todos sus pequeños fallos!).

Ya encontramos la solución!

Un día, mi amiga Petra vino al rescate y me regaló el portabebé Kari-Me, un trozo de tela larga y elástica (de algodón super mórbido con un 5% de jersey, elástico y muy resistente) que de alguna manera se convierte en un portabebé. Sin siquiera saberlo, me estaba regalando un estilo de vida. ¡Me ha conquistado!

La primera vez que lo probé, supe al instante que era la solución perfecta: Emily estaba segura en ello, Oliver podía darme la mano (no por su voluntad 😉 mientras caminaba y yo podía correr tras él si decidía escaparse. En nuestro primer paso, me sentí más segura, y mucho más relajada.

Es fácil de poner y se convierte en parte de mi ropa

Pensaba que iba a ser muy difícil de poner, pero no lo es: cuando entiendas cómo funciona es muy fácil. Hoy en día, lo pongo por la mañana y no tengo que quitarlo hasta que me pongo el pijama por la noche, se está convirtiendo en parte de mi ropa diaria (y siendo negro, va con todo!).

Además, siendo un trozo de tela largo que atas tú misma, no tiene tallas: lo puede utilizar también mi marido atándolo para que se adapte a su cuerpo (con los portabebés rígidos, por ejemplo, eso no se puede hacer porque tienen tallas).

Emily duerme todo el tiempo en él (es seguramente la sensación más cercana al estar en la barriga, no me extraña que le encante!) y yo puedo hacer casi todo, desde poner lavadoras, a arreglar la casa, a cambiar el pañal de Oliver, a participar en la clase de baile de Oliver…

La única cosa que todavía no se me da bien es amamantarla cuando esté en ello, supongo que es el siguiente nivel de la carrera de porteo 😉

Las preocupaciones iniciales no resultaron ser un problema

Cuando empecé a usarlo, estaba un poco preocupada de que Emily rechazara la cuna. Una vez más no valía la pena preocuparse (como con todo lo que concerne la maternidad!). Por la noche duerme bien (se despierta cada tres hora, mama y vuelve a dormir); por el día, tengo que decir la verdad, duerme ratos largos en el portabebé—junto al calor de mamá se ha tirado durmiendo hasta cuatro horas seguidas!—y siempre más cortos en su cuna, pero… no podemos tenerlo todo, ¿no? Ahora que estoy escribiendo esto, ella está dormida en su cuna así que me conformo!

Creo que me he convertido!

A pesar de que tengo a Emily siempre encima mía cuando estamos fuera y que me hace casi sentir embarazada otra vez, tengo que admitir que me gusta portarla, es muy natural tenerla junto a mí en todo momento, y es un estilo de vida muy práctico, perfecto para una madre activa como yo.

Haz los deberes: un poco de teoria esencial 😉

No soy una experta del portar, ni quiero convertirme en una. No sé cuanto más portaré Emily y si a lo mejor cuando empiece a pesar más preferiré comprar un carrito doble. Lo que sí se es que antes de portar hay que estudiar un poquito porque una postura equivocada puede causar muchos problemas al niño en futuro. Así que aquí van una reglitas:

  1. Cuando el bebé está puesto en la mochila, si te miras de lado al espejo su cuerpo (y espalda) tiene que tener una posición a C.
  2. Las piernas tienen que tener una posición a M: la piernas abiertas hacia los lados, y el culete más bajo de las rodillas.
  3. Portar frete calle no está bien porque las piernas cuelgan y la postura del bebé está equivocada. Casi todas las mochilas desafortunadamente lo permiten y cada persona está libre de hacerlo, pero expertos del porteo y pediatras recomiendan no hacerlo.
  4. Último, el Kari-Me dice que va hasta unos 15 kilos. Yo creo que una tejido que tenga un minimo de elasticidad cede con el tiempo, y por eso hay que tener cuidado en usarlo demasiado tiempo: cuando el bebé pese más de 8-10 kilos, sería recomendable pasar a una faja rigida. Abajo en los comentarios, algunas mamás que han portado sus bebés durante años recomiendan esta (gracias!).

¿Eres una madre canguro o prefieres el cochecito? Si tienes dos hijos, ¿cuál fue tu experiencia? ¿Qué portabebé usas? ¡Me encantaría que me lo contaras!


Ayúdame a correr la voz

La mujer detrás de las palabras

Me llamo Carlotta, tengo 33 años, soy italiana, estoy casada con un finlandés, y juntos criamos a Oliver (4) y Emily (2) Montessori e multilingües. Estamos vendiendo todo para viajar por el mundo.

Más sobre mí →

Te ha gustado? Estás de acuerdo? No? Dímelo en un comentario :-)

Si prefieres, puedes también enviarme un tweet o escribirme en privado.

  1. Ciao!
    Eccomi! Mamma canguro con passeggino!
    Con Emma ho sempre saputo che avrei usato la fascia e proprio come te avevo optato per la fascia elastica. Comoda, pratica, pre-allacciata, la indossi e via!
    Abbiamo fatto belle passeggiate, siamo state in riva al mare e abbiamo fatto la spesa.
    Quando è nata Mila ero sicura che avrei portato in fascia anche lei. Invece no, a lei non piaceva.
    Fortunatamente abbiamo un passeggino doppio (twone di Jane – compattissimo, maneggevole, consigliatissimo).
    Ma a me mancava la fascia per tutti i piccoli spostamenti.
    Allora ho provato la fascia rigida (una baby monkey) e, nulla, Mila la adora! E anche io!
    Molto meglio di quella elastica. Credo che con la fascia lunga rigida la bimba si senta al sicuro senza essere “strizzata” e inoltre posso portare anche Emma, sostiene anche lei!
    Se ti piace il portare, prova la fascia rigida. Io ne sono innamorata!

  2. Rosalba - marzo 1, 2017

    Io per il mio primo bimbo non ho usato fascia, ma uno splendido marsupio ergonomico che stra-consiglio anche perchè porta i bimbi fino ai 20kg, quindi lui ci sta anche adesso che ha 2 anni e mezzo. Si chiama Boba 4g carrier.
    Ora che sono di nuovo in attesa mi chiedo se acquistare una fascia, inizialmente il marsupio non lo userei perchè nascerà a giugno e abitiamo in sicilia, troppo caldo per il marsupio, che è pratico ma troppo imbottito per le nostre temperature.
    Inoltre, pur essendo un marsupio che si può usare da zero mesi, per la mia esperienza penso che comicino a starci veramente comodi verso i 4 mesi.
    Mi chiedo, e se ti è possibile dammi un riscontro…la fascia secondo te in estate con alte temperature potrebbe infastidire la bimba, o è di cotone leggero? Vorrei tantissimo portarla fin da subito, perchè avendo sperimentato il marsupio so bene quanto sia comodo sia per la mamma che per il bimbo, inoltre con 2 figli diventa ancora più comodo! Però non vorrei fare una spesa inutile, se poi in fascia col caldo dovesse infastidirsi…a partire da settembre/ottobre potrei di nuovo usare il nostro adorato Boba.
    Ciao e grazie!

    • Ciao!
      Scusa se mi permetto di rispondere io.
      Abito al nord ed in estate con la fascia elastica della Boba le mie bimbe sudavano eccome!
      Per questo preferisco la fascia rigida. Il cotone è traspirante ed inoltre con la legatura che si fa anche con la fascia elastica (ma con gli incroci “esterni” e non “interni” la bimba è avvolta da un solo strato di tessuto e non da 3!). La legatura che dico è la FWCC.

    • Ciao mi permetto anche io. Usata in estate l’anno scorso. Basta solo vestire il bimbo con il body e basta. Sudano sì, certo, ma quelle rigide vanno meglio. Esiste una marca super, si chiama Soul fatta in India appunto dove il clima è sempre caldo e umido rispetto a qui. La vende carrymama.eu. Forse la trovi anche da altre parti, ma io l’ho presa da lei perché aveva cominciato lei la distribuzione in Italia (le aveva scoperte lei in pratica). Morbidissime. Super.
      Le elastiche vanno bene sono il primo periodo quando il bambino è molto piccolo e con un peso inferiore. Poi la forza di gravità incide e l’elastico perde quindi si abbassa e fai fatica. Ciao ciao

      • Carlotta - marzo 5, 2017

        Cinzia, fino a che peso consiglieresti la fascia elastica tipo la mia? Il fabbricante dice 15kg, ma immagino sia già troppo pesante.

    • Carlotta - marzo 5, 2017

      Ciao Rosalba! Meno male che sono venute in mio soccorso Cinzia e Mi, perché onestamente io conosco le regole base di postura (gambe a M, e ginocchia più alte del sederino), insomma quelle alle quali chi vuole portare dovrebbe sapere e attenersi, ma non molto di più su materiali, legature, incroci etc…). Tra l’altro, qui a Marbella le temperature sono le stesse vostre quindi le risposte valgono anche per me. E certamente darò un’occhiata al Boba, non lo conosco 🙂 Grazie e un abbraccio 🌸

  3. Due pensieri prima.
    1) Il BABYBJÖRN non e’ ergonomico.
    2) Nonostante quello che dicono le case produttrici, i marsupi dalla nascita non vanno bene… Spesso se hanno i riduttori, questi non sono ergonomici.
    I bambini devono tenere su il collo bene. Meglio aspettare, come scrivi tu. Dai 5-6 mesi e’ l’ideale.
    E poi.
    Attenta che se inizi a portare poi entri nel tunnel.
    Perche’ ci sono le marche e le mode. I modelli e i colori. La grammatura e la densità’. C’e’ un mondo da scoprire 🙂 E vuoi il lino d’estate, ma perche’ no il bamboo? O la lana che termoregola, o la seta per lo stesso motivo. Ma quale seta? E quale lana? Ma niente batte il 100% cotone. E poi ne vuoi una per taglia, per esigenze e legature diverse, e e e e e.
    Io ho portato L. fino ai 4 mesi. Poi l’elastica non bastava più, ma io sono ritornata al lavoro e non ho mai investito in una rigida. Solo strutturato.
    Ma a 2 anni mi e’ mancata l’intimità della fascia… et voila’, in un mese ne ho comprate tipo 45.
    E’ un mondo meraviglioso.
    Benvenuta.

    • Hai super ragione sugli zaini. Ormai sono diventata specialista infatti le ho scritto le stesse cose . Non quello che è più pubblicizzato fa bene. Anzi ….

    • Carlotta - marzo 5, 2017

      Ciao Amelie 🙂 Oh mamma mia, anche se mi sembra un bel mondo, spero di non entrare nel tunnel per la mia salute mentale e fisica! 😀 Ma onestamente non sono mai stata una per marche e mode, più per praticità, comfort e sicurezza, quello sempre: sicuramente se tra qualche mese porterò ancora Emily dovrò comprare una fascia (elastica, strutturata, boh? Chiederò a Cinzia!) che non ci uccida nel caldo africano di Marbella. Ma come scrivevo a Cinzia, anche se mi piace avere Emily vicina ed mi sembra uno stile di vita attivo e pratico, spero di poter tornare al passeggino per gli spostamenti di tutti i giorni e alla fascia per occasioni puntuali… vedremo! Un abbraccio 🌸

      PS. Non mi sembra di aver scritto che il Babybjörn sia ergonomico. Ma anche se non lo è, avendolo provato e confrontato a suo tempo con altri carrier rigidi delle mie amiche, non credo sia malvagio: a parte il fatto che con Oliver l’ho usato molto poco e dai 6 mesi (prima non lo consiglierei), e che non l’ho usato mai con Oliver girato davanti perché le gambe stavano visibilmente a penzoloni, la sua posizione era sempre a M, con le gambe aperte e le ginocchia più alte del sederino, e la schiena, seppur più rigida di una fascia, seguiva la curvatura naturale della colonna vertebrale. Insomma, mi sembrava una buona postura. L’hai provato?

  4. Ciao carlotta
    Mi intrometto essendo appassionata del portare. Ho partecipato a tanti incontri e la mia amica è della scuola del portare. È lei che mi ha insegnato le varie legature anche sulla schiena e sul fianco. Volevo spiegarti due cose visto che sei nuova come dici sull argomento. Non è presunzione ma il web ho visto e i vari Blog ci danno una mano e sono molto utili in fatto di consigli.
    Portare è bellissimo e fa bene sia alla mamma che al bambino. È la soluzione a tantissimi problemi che possono verificarsi nei primi mesi. Insonnia, scatti di crescita, dentini, coliche…etc .
    Bisogna però imparare bene . Innanzitutto scusa se mi permetto quella fascia credo sia in jersey quindi elastica. Allora va benissimo i primi mesi quando la bimba non ha un peso eccessivo. O va benissimo nei prematuri ad esempio. Poi andrebbe sostituita con una che chiamano rigida perché ha il tessuto fatto apposta per non mollare mai. Quelle in jersey dopo un po si ammorbidiscono troppo causa gravita del peso verso il basso e quindi per la tua schiena sono dolori.
    Le migliori marche sono hoppediz, didymos e soul. Hanno tutte la parte elastica sulle fibre oblique e quindi il tessuto non ‘perde” mai di elasticità. Ma rimane sempre invariato e perfetto.
    Mi permetto di dirti che nella foto emily non mi sembra messa benissimo oppure la foto inganna molto. La posizione deve essere a m ovvero il sederino più in basso delle ginocchia. Devi quindi aumentare un po la base e far arrivare il tessuto esattamente dietro il ginocchio. La posizione a m a qualsiasi età del bimbo deve essere sempre mantenuta altrimenti la legatura non è efficace e non fa bene.
    Lo zaino che hai di Oliver per questo.motivo non andrebbe bene. Non è ergonomico. È rigido sulla schiena quindi non segue la naturale posizione della colonna e ha la seduta stretta e questo è errato perché il peso viene scaricato sui genitali. Sbagliato soprattutto nei maschietti. Non c’è la posizione a m e le gambe stanno giù a penzoloni quasi dritte. Inoltre si gira fronte strada e non c’è cosa più sbagliata. Lo.so che in commercio esistono zaini simili ma fanno davvero male. Ti consiglio il sito carrymama.eu Lei è una consulente del portare , riconosciuta ( http://www.scuoladelportare.it) che vende fasce e zaini ergonomici. Da lei ho preso un kibi e da poco easy feel standard perché i papà fanno fatica a mettere la fascia e quindi lo Zaino risulta la cosa migliore. Cmq lei vende i marchi migliori. Ed e’ semrpe molto disponibile e gentile a rispondere . Ovviamente sempre meglio aspettare i 6/7mesi soprattutto per metterlo sulla schiena. ( zaino ) .
    Spero che continuerai e ti appassionerai perché è davvero bello ! Ciao buon proseguimento

    • Carlotta - marzo 5, 2017

      Ciao Cinzia! Wow, non mi aspettavo tanto coinvolgimento ad un post del genere (spesso scrivo solo per condividere i miei pensieri su prodotti vari), ma mi rendo conto leggendo i vari commenti che il portare è un argomento parecchio dibattuto e preferisco lasciare parlare chi di esperienza ne ha, come te.

      Questa fascia ha un 5% di jersey, è elastica ma non cede, nel senso che se la metto ad una certa altezza, Emily non scende mai durante le passeggiate… e le mie sono lunghe e folli!). Sì, credo che la foto inganni perché la posizione è sempre ad M, con le gambe belle aperte e le ginocchia più alte del sederino (sono nuova sull’argomento, ma faccio sempre i “compiti” prima di utilizzare qualsiasi prodotto ;-).

      Tra l’altro, anche il Babybjörn che ho usato (pochissimo) per Oliver l’ho usato a partire dai 6 mesi (perché ho sempre preferito il passeggino), sempre con Oliver girato verso di me e le ginocchia più alte del sedere (non è ergonomico e la schiena è certamente più rigida di una fascia, ma la seduta è larga quindi la posizione delle gambe mi sembrava corretta). Ora non ce l’ho più, ne ho un altro di una piccola azienda tedesca creata da due papà portatori che hanno investito anni a creare un carrier che seguisse tutte le regole di postura e fosse comodo e pratico: lo recensirò presto.

      Ti ringrazio moltissimo per i consigli utilissimi (e le marche che menzioni) e guarderò senza dubbio la pagina web che mi hai linkato, ma se devo essere sincera la mia speranza è che quando lo riceverò a Oliver piaccia lo skateboard con seggiolino che si attacca al passeggino per poter iniziare a rimettere Emily nel passeggino e lasciare la fascia per occasioni puntuali. È un’ottima soluzione, e mi piace usarla ora che è una necessità assoluta, ma, l’ho scritto e non lo rinnego, sono forse egoista, ho bisogno dei miei spazi e la fascia, pratica o meno, comoda o meno, li invade abbastanza 😉

      Se avrò domande, ora saprò certamente a chi chiedere. Grazie ancora 🙂

  5. Natalia González - marzo 1, 2017

    Hola! Te escribo desde Argentina!
    Me encanta leer tu blog!
    Te cuento que tengo un hijo de tres años y medio y lo cargué todos estos años en un trozo de tela similar al que contas. Aquí se llama «wawita» y otro es un fular elástico que podes anudarlo de diferentes formas.
    A mí me hizo muy bien cargar a mi bebé (y a él también) y aún hoy a veces me pide que lo cargue de ese modo.
    Puedo decir que soy mamá canguro y es una experiencia hermosa!
    Aprovecho la oportunidad para consultarte por el estilo de alimentación que tenes. Quisiera más información al respecto…
    Te mando un abrazo!

  6. Che look la mia nipotina grande!
    Grande donna, grande mamma, mente sopraffina, mai scontata nella scrittura.
    Brava Carlotta!
    Un bacio
    ❤️❤️❤️

  7. Ciao carlotta. Guarda dubito fortemente che tu riesca a portare un bimbo di quel peso con quella fascia. Non sostiene secondo me un peso così eccessivo. Mi verrebbe da dire 8/9 kg massimo 10 ma non 15. Secondo me.

    • Ho dimenticato di aggiungere che cmq prima di raggiungere quei kg sarai già passata allo zaino che dici. Molto più pratico soprattutto per i papà. E lo è soprattutto portato sulla schiena , ma per quello devi aspettare i 6/7 mesi circa . Ciao ciao

      • Carlotta - marzo 7, 2017

        Ciao Cinzia! Dopo i tuoi interventi, ho aggiornato l’articolo perché mi sono resa conto che in effetti, è bene che chiunque voglia portare conosca alcune regoline base a cui magari non tutti fanno caso prima di iniziare. Ti ho citata 🙂


Vas de prisa?

Regístrate a mi newsletter para recibir los últimos artículos directamente en tu correo electrónico. Sólo un mail al mes. No spam (lo prometo!) 🙂


Podría gustarte también…

He personalmente seleccionado estos artículos para ti para que puedas seguir leyendo…


Post populares…

Estos artículos han tenido mucho éxito! Quizás te gusten a ti también.


Últimos artículos…

Directamente de las imprentas para que puedas leerlos todo seguidos.

Imprint  ·  Privacy Policy