La Tela di Carlotta
it en es

Giocattoli ispirati Montessori: le forme geometriche di Plantoys

set 24, 2016

La settimana scorsa ho iniziato la serie di giochi ispirati Montessori e dopo il commento di una lettrice ci tengo a precisare una cosa importante. Questi di cui scrivo non sono materiali Montessori come quelli che si usano nelle scuole: quelli sono materiali didattici, questi sono semplici giocattoli che io, personalmente, credo si possano definire di ispirazione Montessori.

Sono di legno (o di materiali naturali, che il metodo Montessori predilige), non hanno luci né suoni (in un’aula Montessori non troverete giochi “animati”; sono le manine dei bambini ad animarli) e favoriscono l’uso di abilità motorie, immaginative, di risoluzione di problemi e concentrazione. Tutte cose che, secondo me e per esperienza con Oliver finora, i giochi interrativi non offrono.

Credo che, in questo senso, ci sia un po’ di Montessori in tutti i giocattoli che troverai su La Tela e spero che grazie ad ognuno di questi post tu possa avvicinarti un po’ di più (o anche solo incuriosirti) a questa bella filosofia e alla sua applicazione in casa. E magari, perché no, diffondere la voce in modo che sempre più famiglie possano conoscerla e portarla nelle loro case.


Oggi ti presento un gioco che Oliver ha adorato fin dal primo momento: le forme geometriche di Plantoys (grazie a Cinzia per il link).

Anche questo giocattolo, Oliver lo ha ricevuto per il suo primo compleanno e con mia grande sorpresa lo ha usato fin da subito, all’inizio togliendo e mettendo solo i cerchi (che era già abbastanza ostico) e non considerando nemmeno le altre forme geometriche. Poco a poco, poi, ha iniziato a mostrare interesse per le altre forme e provava da solo a metterle nei rispettivi buchi, ma ci sono voluti un paio di mesi prima che ci riuscisse: quando ha iniziato, però, (verso i 14 mesi) non ha più smesso e a 16 mesi (nel video qui sotto) sapeva già completare il gioco da solo!

Questo giocattolo, ancora più dei cubi Goula di cui vi ho parlato las settimana scorsa, è meraviglioso per promuovere la concentrazione. A me piace sedermi vicino a Oliver e guardarlo farlo, smontarlo e rifarlo ancora, senza mai interromperlo.

Ora che Oliver sa mettere tutti i pezzi a posto da solo, ho provato ad insegnargli a metterli in ordine di colore, ma i colori sono un concetto astratto e abbastanza complicato (perché non dà un feedback immediato, come dà invece la forma geometrica con quattro buchi che non entra nello spazio con soli tre buchi); ho allora deciso di riporre questo gioco nell’armadio per poi tirarlo fuori tra un mese o poco più e testare di nuovo il terreno con colori e forme.

Come puoi vedere nel video, Oliver lo completa e se ne va, ma si ricorda poi che non ha messo a posto il gioco sulla mensola e allora torna: in una scuola Montessori ogni bimbo deve rimettere a posto il materiale dopo averlo usato, esattamente come l’ha trovato (in modo che possa usarlo un altro bimbo), ma l’ordine non è qualcosa che io ho insegnato a Oliver consciamente, bensì solo attraverso il mio esempio, mettendo sempre a posto io stessa ogni gioco subito dopo averlo usato. Già all’anno Oliver mostrava interesse e predisposizione a riordinare lui stesso.

Che ne pensi? Hai anche tu questo gioco o uno simile che i tuoi piccoli adorano? Cosa hai notato? Non credi anche tu che sia bellissimo guardare come i nostri bimbi usano i loro giochi?

Commenti

Cinzia • set 28, 2016

Grazie.
Sempre interessanti i tuoi post. Che bello Oliver. Fa proprio sorridere in questo video.
Cmq su Amazon si trova plan toys. Basta digitare questo ed escono tutti. Ciao ciao
Nel mese di ottobre novembre parteciperò i sabati mattina a degli incontri sulla formazione Montessori 😀😀sono molto felice

🌸 Carlotta • ott 8, 2016

Ciao Cinzia, che bello, vedrai che gli incontri Montessori ti piaceranno tanto e ti apriranno un mondo! Ma sai che io su Amazon.it non riesco a trovare questo gioco specifico? Ne vedo un altro simile, ma questo no. Se lo trovi, mandami il link, please, così lo aggiungo qui per gli altri lettori 😊 Grazie!

Giulia • set 28, 2016

Ciao Carlotta,
grazie dei tuoi suggerimenti. Anche il mio piccolo Edo ha ricevuto in dono questo gioco e all'inizio faceva anche lui solo il cerchio.....poi l'ha ignorato per un pò...Allora come te l'ho nascosto in un armadio e l'ho ritirato fuori in un periodo di malattia e quindi chiusi in casa...ha cominciato a giocare con tutte le forme ( intorno ai 18 mesi). Ora, a 2 anni, dopo l'estate e dopo 2 mesi che non lo vedeva, l'ha fatto molto velocemente e facilmente! anche io ho tentato con la scala dei colori...ma con scarso successo finora.Comunque i miei genitori l'hanno comprato in un punto vendita Coop, al supermercato. Ciao!

🌸 Carlotta • ott 8, 2016

Grazie per il tuo commento, Giulia! Ma dai, pensa che qui questi giochi li vendono solo in negozietti specializzati in giocattoli di legno ecc, ma sarebbe bello averli anche noi al supermercato (dove invece si trovano solo giochi di plastica con lucine e canzoncine!). Buono a sapersi per i genitori italiani! Un abbraccio 🌸

amelie • set 29, 2016

Che sopresa :-)

Noi abbiamo esattamente lo stesso gioco . E, incredibile, non gliel'ho mai offerto.
Forse perche' abbiamo già troppi giochi e non e' capitato, forse perche' sono settimane che e' ossessionato da trattori e ambulanze, e prendono tutto il pochissimo tempo che passiamo a casa - ma anche perche' ho sempre pensato che fosse troppo evoluto per lui, a 19mesi. Ma mi mostri che non e' vero. Provero'!

🌸 Carlotta • ott 7, 2016

Ciao Amelie, hai visto? Ci tenevo a fare onore al tuo commento perché Sicuramente ci voleva un chiarimento per alcuni lettori. Quindi grazie! Sì, daglielo e dimmi che ne pensi ( o che ne pensa lui! ;-). Anche Oliver è entrato da un paio di mesi nella fase moto e macchine (e cavalli), e poi ora che abbiamo i duplo… wow, si è aperto un mondo nuovo! Un abbraccio 🌸

Dimmi che cosa ne pensi

Ti è piaciuto? Sei d’accordo? Mi piacerebbe sapere che cosa ne pensi.

Penso che questi ti piaceranno

Corsi online

Aiuto mamme e papà ad essere genitori più consapevoli e ad affiancare la scuola (o scegliere l’homeschooling) nell’educazione dei figli.

Educare a lungo termine

Filosofia Montessori, disciplina positiva ed educazione gentile: linee guida per genitori.
La genitorialità è più semplice quando si ha una guida da seguire. Con questo corso inizierai la tua personale trasformazione interiore per diventare un genitore che educa con rispetto (per se stesso e per i figli), imparerai a usare empatia, comprensione e pazienza nelle crisi e troverai alternative ai metodi classici dell’educazione tradizionale, come minacce, castighi e punizioni. I bambini sono il futuro del nostro pianeta e il cambiamento può solo iniziare in casa.

Co-schooling: educare a casa

La scuola non basta. Siamo i primi e i migliori educatori dei nostri figli.
Quando siamo partiti per un'avventura di due anni intorno al mondo, non pensavamo di fare homeschooling. Pensavamo che il viaggio avrebbe insegnato abbastanza a tutti e così è stato. Ma, applicando la filosofia Montessori, ci è venuto spontaneo seguire gli interessi di Oliver ed Emily mano a mano che sorgevano: scrivere, leggere, matematica, geografia, scienze… senza rendercene conto e con pochissime risorse, abbiamo educato i nostri figli a casa. Noi genitori possiamo fare molto con molto poco per mantenere vivo il naturale desiderio di imparare dei nostri figli. Con questo corso voglio cambiare il concetto di homeschooling.

Il blog

Scrivo soprattutto di genitorialità consapevole, Montessori e multilinguismo. Dai un’occhiata agli ultimi post.

Mamme, papà & bimbi
Non sappiamo come fare i genitori, lo impariamo ogni giorno. Questo è il mio essere madre, le mie piccole vittorie e le amare sconfitte, le mie verità scomode e le infinite lezioni di vita Montessori. E anche tutti i prodotti per bambini e i giocattoli che amiamo di più.
Audiolibri di storie reali per bambini
Non proiettiamo le nostre insicurezze sui nostri figli
Metti in dubbio le autorità
Nella genitorialità ci va egoismo costruttivo
Un passo in più verso l'auto accettazione
E se si vuole divorziare dopo i figli?
Alex
Ci siamo dimenticati del nostro 10° anniversario di nozze!
Yoga non è solo la perfezione che vedi online
Educhiamo i nostri figli alla diversità
Montessori
Un giorno, io incinta di Oliver, mio marito mi disse: "Perché non mettiamo un materasso a terra nella camera del bimbo?". "Mai e poi mai" fu la mia risposta. È proprio così, con un rifiuto, che iniziò il mio viaggio Montessori e da allora respiro, vivo e applico la filosofia in casa ogni giorno, iniziando da me. Educare i bambini inizia da noi genitori. Per questo ho creato corsi apposta per i genitori che vogliono intraprendere un'educazione alternativa.
Prenditi cura della donna dietro la madre
Montessori express: domanda invece di correggere
Montessori express: descrivi invece di criticare
Un esempio di come pratico l'empatia con i miei figli
Come mostro empatia ai miei figli
Buon 4° compleanno, Emily!
Il capodanno Montessori
Il tavolo della pace Montessori
Audiolibri di storie reali per bambini
10.000 followers su Instagram!
Vita sostenibile
Vivere in modo sostenibile per me non significa solo avere uno stile di vita più ecologico. Significa prendere decisioni sostenibili per il nostro pianeta, le persone che lo abitano, ma anche per la nostra vita, il nostro stile di vita e la nostra felicità. Significa cogliere ogni occasione quotidiana per evolvere come esseri umani, per essere più felici, più sani, più gentili, più responsabili e più premurosi — l'unico modo sostenibile per un futuro significativo.
Face yoga, lo yoga per il viso
La coppetta mestruale
Perché dovresti indossare lo stesso vestito due volte su Instagram
Il potere di creare abitudini (e perché dovresti farlo anche se poi le rompi)
Mangiare in maniera responsabile è la dieta del futuro (ti va di insegnarlo ai tuoi figli?)
Il potere di NON lamentarsi: puoi farlo per un mese intero?
Pulisci il tuo pianeta, per favore!
Infografia: 8 passi per passare ai pannolini lavabili
Una nota personale sulla felicità
Una nota personale sui social media
Prima volta su La Tela?
Ho preparato alcune collezioni di articoli che ho scritto nel corso degli anni. Magari trovi qualcosa che ti interessa.

Viaggi

Abbiamo venduto tutto per viaggiare il mondo per due anni. Ora siamo in Nuova Zelanda.

Libri

Nel 2020 ho scritto 4 libri per la collezione “Gioca e Impara con il metodo Montessori” a cura di Grazia Honegger Fresco. La collezione è un progetto del Corriere della Sera e de La Gazzetta dello Sport.

Abbiamo anche implementato con Oliver ed Emily i laboratori degli ultimi 15 volumi della collezione.

Podcast

Ti faccio compagnia per un tè o una passeggiata ogni venerdì con il mio podcast Educare con Calma.

gen 22, 2021 • 24m
La pazienza va coltivata senza scorciatoie
In questo episodio di Educare con Calma parliamo della pazienza dei bambini e di come coltivarla (la pazienza non è innata, nemmeno per Oliver ed Emily che vi sembrano tanto pazienti!). E visto che non ho trucchi o metodi specifici (o magari giusto un paio 😉), vi racconto tanti aneddoti e situazioni in cui noi abbiamo dato l’opportunità ai nostri figli di coltivare la pazienza. Spero che possano ispirarvi e motivarvi a ricercare opportunità anche con i vostri figli. Vi lascio anche un articol...
27
gen 20, 2021 • 06m
Montessori in 5': domanda invece di correggere
In questo episodio di Montessori in 5' ti invito a smettere di correggere i tuoi figli in continuazione e ti suggerisco una semplice domanda che ti aiuterà a farlo. È un minuscolo cambiamento che può aiutarti a ridurre l'attrito e le lotte di potere con i tuoi figli. A casa nostra funziona come per magia, sono sicura che aiuterà anche te! -- Come appoggiare il podcast: Io non faccio pubblicità e non accetto sponsor, perché le pubblicità mi danno fastidio e non voglio sottoporvi a più pubblici...
26
gen 15, 2021 • 20m
Come "montessorizzare" la casa per dare indipendenza ai bambini
In questo episodio di Educare con Calma parliamo di come offrire indipendenza in casa attraverso l'ambiente. Vi parlo dell'importanza dell'ambiente (anche nelle scuole Montessori), di quanto sia importante apportare piccoli cambiamenti in casa per dare più indipendenza ai bambini, e anche di come purtroppo questo non sia sufficiente… Questo tema è uno dei primi che avevo in mente di trattare sul podcast… meglio tardi che mai! 🌸 -- Come appoggiare il podcast: Io non faccio pubblicità e non acc...
25

Instagram

Aggiorno instagram quasi ogni giorno per stare “vicina” alla mia famiglia lontana.

Perché la Tela di Carlotta?
La Tela di Carlotta l’ho sognato. Una mattina mi sono svegliata e nei miei sogni avevo creato un blog chiamato proprio come il romanzo. E niente, l’ho fatto! Molti anni e infiniti alti e bassi dopo, questa ragnatela di pensieri e storie è il mio lavoro. Ci ho messo molto tempo a capire che tipo di presenza online volevo essere e oggi lo so: sono trasparente, mostro vita vera, non pubblicizzo, consiglio solo marchi sostenibili (e non perché mi pagano) e credo nel valore del mio blog e dei miei corsi — perché se non crediamo noi nel valore del nostro lavoro, nessuno ci crederà per noi.
Carlotta
Carlotta dreaming of La Tela
Lo so! Anche io sono triste che sia già finito!