Lifestyle blog di Carlotta Cerri
ItalianoEnglishEspañol

Perché “IL fine settimana” e non “LA fine settimana”?

10 commenti
Aiutami a crescere
ItalianoEnglishEspañol

È vero che nessun madrelingua italiano direbbe mai “LA fine settimana”, giustamente abituati fin da piccini ad un corretto – o quasi – uso della lingua. Ma vi siete mai chiesti perché si dice “IL fine settimana” al maschile? La domanda sale spontanea se si considera la regola generale per l’utilizzo di questo sostantivo ambigenere: “fine”, infatti, si usa al femminile nel senso di “parte terminale” e al maschile nel senso di “scopo”. In accordo con questa regola, dunque, “fine settimana”, nel senso di parte terminale della settimana, dovrebbe richiedere l’articolo femminile.

Eppure, come spesso accade nella nostra capricciosa lingua, questa non è regola assoluta. “Fine” usato al maschile in espressioni che a livello semantico richiederebbero, invece, un femminile, si trova in altrettanto comuni espressioni nel nostro parlare quotidiano, come ne il lieto fine di ogni buona storia.

Ma se consideriamo entrambe queste due espressioni, non può non accendersi una lampadina: sono entrambi prestiti italianizzati dall’inglese – weekend e happy ending. E i prestiti stranieri, in italiano, sono quasi tutti maschili: lo yogurt, il computer, il business, il green del campo da golf… insomma, chi più ne ha, più ne metta.

Chi vuole essere italiano al 100%, potrà utilizzare l’espressione “la fine della settimana” – grammaticalmente e semanticamente corretta – con il rischio, però, di suonare più straniero che altro. A voi la scelta.

Ricapitoliamo:

Perché si dice “IL fine settimana” e non “LA fine settimana”?

Perché l’espressione “fine settimana” deriva dall’inglese “weekend” e nella lingua italiana si tende ad utilizzare i prestiti stranieri al maschile.


Aiutami a crescere

Starter kit block

Vuoi portare Montessori a casa tua?

Io l'ho fatto e posso aiutarti! Questo è il corso pratico che avrei voluto trovare io stessa due anni fa, quando ho dato i primi passi nella filosofia Montessori. Il corso è tutto online, 100% flessibile e ti dà accesso ad una sezione FAQ privata e personalizzata in cui risponderò personalmente a qualsiasi domanda!

E in più costa come un libro!

Voglio sapere di più →


La donna dietro le parole

Sono una trentenne, trilingue, mamma montessori e 88% paleo. Insegnante di lingue per lavoro, blogger e ballerina per passione.

Leggi di più su di me →

Ti è piaciuto? Sei d'accordo? No? Dimmelo in un commento.

Se preferisci, puoi anche mandarmi un tweet o scrivermi in privato.

  1. ho usato e continuerò ad usare imperterrita “la fine settimana” perchè semanticamente corretta.

  2. io penso che questo articolo sia utile e anche molto interesante per gli stranieri, ma anche per gli iteliani! Ma la frase e molto interessante, perche c’e la frase in italiane come “all fine dell’anno” e si uso – la fine… Ma la gente straniere vorrebbe usare la lingua come gli italiani:-)

  3. Marco Giralucci - settembre 15, 2010

    Non sono timido e lascio il mio commento. Trovo molto interessante la tua spiegazione, accattivante lo stile, fidelizzante (brrrrrrr che brutta parola) il metodo. Grazie!Ciao

  4. Alessandro Marchini - marzo 27, 2011

    Ho fatto ricerche su alcuni vocabolari e tramite internet e ho trovato risposte ambigue. Anche il vocabolario della crusca inclina all’uso dell’accezione maschile ma solo perchè di largo uso.In definitiva aderisco a Doriana o per lo meno alla sua interpretazione 😉
    Ciao, Alessandro

  5. Per me è irrilevante usare il fine o la fine settimana…è molto + importante non usare buon week end che trovo irritante quasi come tutti gli “inglesismi” che vengono usati spesso senza neanche capire a cosa vengono sostituiti …..

  6. Mi spiace ma son perplessa circa la sua per cosi dire giustificazione piu che linguistica spiegazione di fine settimana. Un prestito da una lingua straniera come l inglese – e lei nel rafforzare la sua teoria pone esempi che piuttosto la indeboliscono – prevede correntemente l uso del vocabolo straniero mantenuto nrlla sua dizione d origine, quindi green, week end,ecc. Mentre rendere la concordanza al maschile nel sintagma fine settimana e’ puramente un errore nonostante la inconscia ASSOCIAZIONE non prestito che il parlante effettua nell uso di tale espressione.Cordiita
    daniela sorrentino

  7. Gentile Dani,
    Mi piacerebbe capire il suo punto di vista, cosa che non mi è stata possibile in queste righe che ha scritto (se utilizzasse gli accenti, gli apostrofi e la punteggiatura corretta, sarebbe molto più facile comprenderla).

    Mi sembra di capire che siamo d’accordo su una cosa, però: parole straniere come green, week end, ecc. sono ormai entrate a far parte della lingua italiana a tutti gli effetti.

    Per favore, mi spieghi la seconda parte del suo messaggio. Tenga presente, però, che dire IL fine settimana al maschile NON è un errore. L’errore è LA fine settimana al femminile, che, per quanto semanticamente corretto, non si utilizza più nel parlato (e nemmeno nello scritto).

    Saluti.

  8. A mio modesto parere si usa il maschile perchè fine è inteso come “finale”. a maggior ragione “lieto fine” = “lieto finale”ciao a tutti

  9. Ottima discussione, grazie a tutti. Devo confessare che ‘ad orecchio’ mi suona piu’ giusto dire ‘buon fine settimana’ piuttosto che ‘buona fine settimana’ ma trovo che questo modo di parlare sia scorretto, anche se spiegato come fa l’Accademia della Crusca con una presunta ‘attrazione’ nei confronti dell’inglese ‘weekend’. Attrazione che peraltro non capisco visto che in inglese l’articolo sia determinativo che indeterminativo non cambiano con il genere della parola. In ogni modo, temo che gli sforzi di Doriana e miei non sortiranno altro effetto che farci passare per bislacchi visto che alla fine dei conti una lingua vive del suo parlato e non dell’applicazione corretta delle regole. L’italiano poi sembra costruito piu’ sulle eccezioni che sulle regole! In ogni modo, adesso potro’ sbagliare a modo mio in piena consapevolezza. Grazie a tutti.

  10. Non penso che dopo aver scritto in un’ italiano eccellente si possa pensare d’uno che sia straniero solo perché ti augura una buona fine settimana. Tutto é normale ció che é collettivo. Dobbiamo a parer mio distinguerci un pó dal ” si fà cosí ” e vivere di piú queste piccole trasgrezioni. Sono per la buona fine settimana
    Ciao


Vai di fretta?

Iscriviti alla mia newsletter settimanale e riceverai gli ultimi post direttamente in mail. Una mail ogni mercoledì. No spam 🙂


Articoli famosi…

Questi articoli hanno avuto un sacco di successo. Magari piacciono anche a te.


Ultimi articoli…

Appena pubblicati e pronti per essere letti tutti d'un fiato.