La Tela di Carlotta
it en es

Il perfetto lettino montessori all'IKEA

ott 8, 2015

Da quando ho scritto il post sulla cameretta montessori di Oliver tutta Ikea, molti di voi mi chiedono del letto. Preparatevi per una gita all’Ikea, perché oggi vi racconto (con quanti più dettagli possibile) come lo abbiamo fatto. È facilissimo.

Avete bisogno di:

Che cosa fare:

  • Andare all’Ikea ;-) (assicuratevi di controllare la disponibilità sul sito per evitare sorprese)
  • Comprare la struttura del letto Siglar e le doghe Sultan Lade. Le doghe si comprano a parte, non dimenticatevele!
  • Scegliere il materasso. Noi abbiamo scelto il più economico perché questo è nato come un esperimento, ma visto che ha funzionato alla fine l'abbiamo tenuto. Prima o poi dovremo investire in un materasso migliore.
  • Tornare a casa ;-)
  • Montare le doghe.
  • Prima di montare il letto, bisogna segare le gambe. Misurare 2cm da dove iniziano le gambe e marcarle tutte e quattro con una matita. Potete anche tagliarle completamente e lasciare la struttura raso terra. Noi abbiamo lasciato 2cm per poterci mettere sotto il tappeto (come potete vedere in figura).
  • Segare le gambe. In due è più facile, uno le tiene ferme e l’altro sega.
  • Usare la carta vetrata per lisciare la base delle gambe.
  • Finire di montare il letto.
  • Mettere le doghe e il materasso e voilat! Avete un perfetto lettino montessori!Un perfetto letto montessori in Ikea

Due consigli in più:

  • Come vedete noi non abbiamo messo la sbarra di sicurezza: presto Oliver imparerà a non cadere dal letto. (Come? Leggi qui)
  • Il piumone che abbiamo comprato è la misura per la culla (110x125 cm): per ora lo copre perfettamente e non tocca per terra!

Ti è piaciuto? Dimmelo in un commento o condividilo su Facebook e Pinterest :-)

Commenti

Ilde • apr 24, 2016

Ciao Carlotta,una domanda: ma se invece di tagliare le gambe non le monto proprio?o sono necessarie per tenere insieme la struttura? Ti ringrazio se vorrai rispondermi!
Ilde

🌸 Carlotta • apr 24, 2016

Ciao Ilde. No, sfortunatamente bisogna tagliarle perché fanno parte della struttura. Ma mio marito l'ha fatto velocemente con una sega e poi levigato con della carta vetrata. Oppure in un negozio di bricolage come Leroy Merlin sono sicura chete lo fanno in fretta.

laura • mag 14, 2016

Grazie, mi hai dato una bellissima idea per la mia nipotina!

🌸 Carlotta • mag 17, 2016

Ciao Laura, grazie per il tuo commento! Mi fa piacere che ti sia piaciuto il letto di Oliver, sono sicura che piacerà anche alla tua nipotina! 🌸

daniela • giu 24, 2016

mi è piaciuto moltissimo, grazie per la bellissima idea

🌸 Carlotta • giu 24, 2016

Grazie per il tuo commento, Daniela! Sono felice ti piaccia l'idea ed è davvero facile da implementare! Se ti interessa la filosofia Montessori, iscriviti alla mia newsletter perché ho un sacco di post interessanti in cantiere e anche una sorpresina! 🌸

ELEONORA • lug 9, 2016

Sto per fare l acquisto sul sito! Mi chiedevo però....per quanto riguarda le lenzuola...? Meglio non metterle!? Meglio che nn cadano dal letto come il piumino?

🌸 Carlotta • lug 10, 2016

Ciao Eleonora, grazie per il tuo commento! Guarda, noi in generale non usiamo le lenzuola, usiamo solo il piumino tipico con il copripiumino (anche nel nostro letto) e anzi Oliver da qualche mese è entrato in una fase di non volere nulla che lo toccchi quindi non riusciamo nemmeno a coprirlo :-D

Ma se vuoi usare le lenzuola, credo che comprando all'Ikea quelle della stessa misura del copripiumino (ovvero quelle da culla) dovresti andare bene. Sono sicura che ti piacerà un sacco questo lettino! Un abbraccio 🌸

Michela • ago 5, 2016

❤❤❤

Morena • set 24, 2016

Bravi !!lo trovo meraviglioso!!!la mia nipotina di 11mesi adora la cuccia/cesta del mio segugio........

🌸 Carlotta • ott 7, 2016

Ahah Morena, potrebbe essere una nuova idea per la cameretta Montessori dei più piccoli… comprare una cuccia! 😂 Grazie per il tuo commento, un abbraccio 🌸

GIANPAOLO • ott 10, 2016

MA SUL SITO IKEA DICE CHE LE DOGHE SONO GIA' INCLUSE .....???

🌸 Carlotta • ott 11, 2016

Ciao! Non so come funzioni sul sito Ikea italiano, qui in Spagna non sono incluse. Forse la cosa migliore è semplicemente chiedere al personale una volta lì :-)

silvia sangiorgi • ott 17, 2016

Ciao!
sono mamma di un bimbo di 9 mesi..che è sempre in movimento...e nel suo lettino proprio non vuole starci..si addormenta nel lettone, sul divano, sul tappeto ma non nel suo lettino..e a meta notte nel lettino nn vuole starci..e finisce nel lettone! per cui stavo pensando di fargli un lettino montessori che non abbia sbarre..pero ti chiedo..da che età hai messo il tuo bimbo in questo lettino?io ho il dubbio che lui gia gattonando si svegli e a meta notte e invece di chiamarmi si metta a gironzolare per casa...come hai ovviato a questo problema?grazie
silvia

🌸 Carlotta • ott 17, 2016

Ciao Silvia, grazie per il tuo commento! Noi abbiamo messo Oliver nel suo lettino montessori molto presto (puoi leggerlo cliccando questo link, se ti fa piacere), prima in questa versione più piccola, e verso i 10 mesi in quella più grande—ma a posteriori ammetto che la versione piccola non serviva e avrei potuto metterlo direttamente nel letto che sta usando adesso (cosa che farò con la seconda quando arrivi il momento).

Per quanto riguarda la mobilità, certo, è inevitabile che possano uscire e gironzolare, è l'essenza del letto montessori. Ma la mia esperienza (e quella di altre amiche mamme) è stata positiva: Oliver non si è mai avventurato giù dal letto di notte fino a poche settimane fa (18 mesi), quando ha iniziato a venire da noi se non riesce a dormire (personalmente credo che abbia a che fare con il buio, ora che ha più confidenza con il buio si avventura giù dal letto e fuori dalla sua camera). Certo, però, che da quando sa gattonare al mattino, quando si svegliava con la luce, veniva gattonando nel lettone (che a noi piaceva un sacco!).

Spero di esserti stata utile :-)

Un abbraccio 🌸

Anna • ott 20, 2016

Idea geniale 👍🏻 ora bisogna convincere il papà 😅

🌸 Carlotta • ott 25, 2016

Convincilo perché vi piacerà un sacco, ne sono sicura! Tanti lettori hanno optato per questa opzione di letto e ogni giorno ricevo email di genitori molto contenti! 😊 In bocca al lupo!

Francesca • ott 25, 2016

Bellissima idea!!stavo pensando di fare la stessa cosa per il letto di mio figlio!posso chiederti quanto cm ci sono da terra al materasso?grazie!!

🌸 Carlotta • ott 25, 2016

Ciao Francesca e grazie per il tuo commento! Vedrai che sarete tutti contenti della scelta. Se ti riferisci a quanto spazio ha il materasso per "respirare", credo ci siano circa 4cm dal pavimento alla base del materasso. Se invece vuoi sapere l'altezza da cui cadrà il bimbo 😉 sono un 15 cm credo (con le gambe di 2cm come abbiamo fatto noi).

Nella fase di cadute, finché Oliver non ha sviluppato la sua consapevolezza spaziale, noi abbiamo optato per la versione nomade. Un abbraccio e in bocca al lupo!

Gunita • gen 5, 2017

Qui si possono acquistare bella letto casa Montessori o letto piano
https://www.etsy.com/shop/SweetHOMEfromwood?ref=hdr_shop_menu

Daniela • gen 25, 2017

Cara carlotta,che bellissima idea questo lettino sniglar!mi appresto a realizzare la nostra cameretta Montessori grazie alla tua idea! Una domanda, guardando sul sito dell'ikea ho visto il modello di lettino kritter, sembra anche molto grazioso, c'è qualche motivo per cui hai preferito lo sniglar? Grazie mille!Daniela

🌸 Carlotta • gen 27, 2017

Ciao Daniela, grazie per il tuo commento! Sono contenta che il post ti sia stato utile, sono sicura che la cameretta vi piacerà! Noi abbiamo scelto lo Sniglar solo perché ci piace la semplicità del design e la combinazione di bianco e legno chiaro, e quando lo abbiamo cambiato per un letto più grande abbiamo scelto questo: dopo questa prima esperienza, però, per Emily non compreremo più il lettino piccolo, ma direttamente quello grande (che permette più mobilità ed è perfetto anche quando è minuscola :-). Fammi sapere cosa scegliete e se non l'hai ancora fatto (e ti va) puoi iscriverti alla mia newsletter per non perderti i nuovi post (ho tante novità e post su Montessori in cantiere). Un abbraccio 🌸

Dimmi che cosa ne pensi

Ti è piaciuto? Sei d’accordo? Mi piacerebbe sapere che cosa ne pensi.

Penso che questi ti piaceranno

Corsi online

Aiuto mamme e papà ad essere genitori più consapevoli e ad affiancare la scuola (o scegliere l’homeschooling) nell’educazione dei figli.

Educare a lungo termine

Filosofia Montessori, disciplina positiva ed educazione gentile: linee guida per genitori.
1
La genitorialità è più semplice quando si ha una guida da seguire. Con questo corso inizierai la tua personale trasformazione interiore per diventare un genitore che educa con rispetto (per se stesso e per i figli), imparerai a usare empatia, comprensione e pazienza nelle crisi e troverai alternative ai metodi classici dell’educazione tradizionale, come minacce, castighi e punizioni. I bambini sono il futuro del nostro pianeta e il cambiamento può solo iniziare in casa.

Co-schooling: educare a casa

La scuola non basta. Siamo i primi e i migliori educatori dei nostri figli.
2
Quando siamo partiti per un'avventura di due anni intorno al mondo, non pensavamo di fare homeschooling. Pensavamo che il viaggio avrebbe insegnato abbastanza a tutti e così è stato. Ma, applicando la filosofia Montessori, ci è venuto spontaneo seguire gli interessi di Oliver ed Emily mano a mano che sorgevano: scrivere, leggere, matematica, geografia, scienze… senza rendercene conto e con pochissime risorse, abbiamo educato i nostri figli a casa. Noi genitori possiamo fare molto con molto poco per mantenere vivo il naturale desiderio di imparare dei nostri figli. Con questo corso voglio cambiare il concetto di homeschooling.
Arriva a breve!

Il blog

Scrivo soprattutto di genitorialità consapevole, Montessori e multilinguismo. Dai un’occhiata agli ultimi post.

Montessori
Un giorno, io incinta di Oliver, mio marito mi disse: "Perché non mettiamo un materasso a terra nella camera del bimbo?". "Mai e poi mai" fu la mia risposta. È proprio così, con un rifiuto, che iniziò il mio viaggio Montessori e da allora respiro, vivo e applico la filosofia in casa ogni giorno, iniziando da me. Educare i bambini inizia da noi genitori. Per questo ho creato corsi apposta per i genitori che vogliono intraprendere un'educazione alternativa.
Bambini in cucina: semplice ricetta disegnata
Burattini di verdure
Mosaico di fagioli e semi
Non sono perfetta. Sono consapevole
Carte dello yoga
Bambini al ristorante: ricalibriamo le aspettative
Non chiedere a tuo figlio di condividere i giocattoli
I "bravo" che intaccano l'autostima dei nostri figli
Il nostro compleanno Montessori
Come rendere una camera più Montessori (la cameretta creata da Deborah)
Vita sostenibile
Vivere in modo sostenibile per me non significa solo avere uno stile di vita più ecologico. Significa prendere decisioni sostenibili per il nostro pianeta, le persone che lo abitano, ma anche per la nostra vita, il nostro stile di vita e la nostra felicità. Significa cogliere ogni occasione quotidiana per evolvere come esseri umani, per essere più felici, più sani, più gentili, più responsabili e più premurosi — l'unico modo sostenibile per un futuro significativo.
Face yoga, lo yoga per il viso
La coppetta mestruale
Perché dovresti indossare lo stesso vestito due volte su Instagram
Il potere di creare abitudini (e perché dovresti farlo anche se poi le rompi)
Mangiare in maniera responsabile è la dieta del futuro (ti va di insegnarlo ai tuoi figli?)
Il potere di NON lamentarsi: puoi farlo per un mese intero?
Pulisci il tuo pianeta, per favore!
Infografia: 8 passi per passare ai pannolini lavabili
Una nota personale sulla felicità
Una nota personale sui social media
Prima volta su La Tela?
Ho preparato alcune collezioni di articoli che ho scritto nel corso degli anni. Magari trovi qualcosa che ti interessa.

Viaggi

Abbiamo venduto tutto per viaggiare il mondo per due anni. Ora siamo in Nuova Zelanda.

Libri

Nel 2020 ho scritto 4 libri per la collezione “Gioca e Impara con il metodo Montessori” a cura di Grazia Honegger Fresco. La collezione è un progetto del Corriere della Sera e de La Gazzetta dello Sport.

Abbiamo anche implementato con Oliver ed Emily i laboratori degli ultimi 15 volumi della collezione.

Podcast

Ti faccio compagnia per un tè o una passeggiata ogni venerdì con il mio podcast Educare con Calma.

ott 16, 2020 • 19m
La nostra routine con i bimbi
Mi chiedete spessissimo quale sia la nostra routine a casa con i bimbi e in questo episodio vi svelo che noi, una routine vera e propria, non ce l'abbiamo. Abbiamo una routine minima e indispensabile, che è un concetto che mi sono totalmente inventata su due piedi mentre parlavo a briglia sciolta in questo episodio, ma che credo funzioni davvero. Almeno per noi. La routine minima e indispensabile, secondo me, risponde anche a un altro "problema": trovo che ci bombardino spesso con l'idea del...
11
ott 9, 2020 • 24m
Sostenibilità: come sensibilizzare i bambini e i giovani adulti | Con Cristiana Cerri Gambarelli
In questa puntata a due voci di Educare con Calma – divisa a metà perché amo gli episodi corti - parliamo di sostenibilità e per farlo ho invitato mia sorella, Cristiana Cerri Gambarelli, project manager della Federazione dei Giovani Verdi Europei e un esempio per chiunque voglia intraprendere un viaggio nella sostenibilità: negli ultimi ha cambiato tutta la sua vita per ridurre la sua impronta di carbonio e per prendere ogni giorno decisioni più sostenibili per il nostro pianeta e in questa ...
10
ott 2, 2020 • 24m
Intraprendere un viaggio nella sostenibilità | Con Cristiana Cerri Gambarelli
In questa puntata a due voci di Educare con Calma – divisa a metà perché amo gli episodi corti - parliamo di sostenibilità e per farlo ho invitato mia sorella, Cristiana Cerri Gambarelli, project manager della Federazione dei Giovani Verdi Europei e un esempio per chiunque voglia intraprendere un viaggio nella sostenibilità: negli ultimi ha cambiato tutta la sua vita per ridurre la sua impronta di carbonio e per prendere ogni giorno decisioni più sostenibili per il nostro pianeta e in questa ...
9

Instagram

Aggiorno instagram quasi ogni giorno per stare “vicina” alla mia famiglia lontana.

Perché la Tela di Carlotta?
La Tela di Carlotta l’ho sognato. Una mattina mi sono svegliata e nei miei sogni avevo creato un blog chiamato proprio come il romanzo. E niente, l’ho fatto! Molti anni e infiniti alti e bassi dopo, questa ragnatela di pensieri e storie è il mio lavoro. Ci ho messo molto tempo a capire che tipo di presenza online volevo essere e oggi lo so: sono trasparente, mostro vita vera, non pubblicizzo, consiglio solo marchi sostenibili (e non perché mi pagano) e credo nel valore del mio blog e dei miei corsi — perché se non crediamo noi nel valore del nostro lavoro, nessuno ci crederà per noi.
Carlotta
Carlotta dreaming of La Tela
Lo so! Anche io sono triste che sia già finito!