La Tela di Carlotta
it en es

Prenditi cura della donna dietro la madre

gen 22, 2021

No.

Non accetto più che una mamma mi scriva “non ho tempo per me”; “mio marito è sempre fuori”; “sono sola in questo viaggio”.

Sempre madri.

Un tempo ero più flessibile con questa narrativa, ma non più. Perché so che non funziona.

Lo so da anni, da quando nel mio corso online ho scritto senza filtri quello che penso sull’importanza di mantenere la donna dietro la madre e centinaia di madri mi hanno ringraziata, spesso in lacrime.

Ho capito che questa narrativa era scontata per me, ma non lo è per tutti.

E quindi lo ripeto.

Un tipo di educazione alternativa, più consapevole, a lungo termine può coesistere con qualsiasi genitore, ma non può esistere se il genitore non si prende cura di sé prima. Se non CREA tempo per sé. Se non ascolta le proprie necessità. L’ostacolo più grande nella maternità non sono le emozioni dei nostri figli, sono le nostre.

Mi chiedete spesso come sono riuscita a cambiare la mia natura, a educare con calma, a controllare le mie emozioni. In quattro modi:

1. Accettando che non ci riesco sempre.

2. Con tanti piccoli cambiamenti quotidiani, come quelli che vi racconto sempre.

3. Soprattutto: prendendomi cura della donna dietro la madre. Essendo egoista, di un egoismo costruttivo, che aiuta a stare meglio. Spesso anche scegliendo ciò che mi fa stare bene sopra i miei figli.

4. Esigendo che la genitorialità si faccia in due, perché siamo in due. Non solo esigendo che mio marito ci sia, che ci renda una sua priorità, che faccia il genitore come me, né più né meno. Ma anche fidandomi di lui. Lasciando che si arrangiasse. Lasciando che trovasse i suoi modi di calmare i bambini che piangevano, perché volevano me per addormentarsi mentre io ero alle mie lezioni di ballo o a cena con le amiche.

L’alto contatto sì, sempre.

Seguire il bambino sì, sempre.

Evolvere come genitore sì, sempre.

Educare a lungo termine sì, sempre.

Annullarmi come individuo NO, mai.

Nutri la donna dietro la madre. Perché senza di lei non c’è mamma, non c’è bambino, non c’è coppia e non c’è evoluzione.

Io vengo prima, sempre. Tu vieni prima, sempre.

Dimmi che cosa ne pensi

Ti è piaciuto? Sei d’accordo? Mi piacerebbe sapere che cosa ne pensi.

Commenti

maria • apr 7, 2021

Grazia Carlotta per questo testo..mi serviva. Io sono in pieno annullamento e nulla sembra andare ..insomma io credo di dover ripartire da me.

🌸 Carlotta • apr 12, 2021

Grazie a te per avermi letta 🌸

Giulia • mar 9, 2021

"Ma anche fidandomi di lui. Lasciando che si arrangiasse. Lasciando che trovasse i suoi modi di calmare i bambini che piangevano, perché volevano me per addormentarsi mentre io ero alle mie lezioni di ballo o a cena con le amiche."

Mi serviva questa tua riflessione! Grazie davvero! Io fatico a mollare il senso di colpa quando i bambini piangono perché vorrebbero sempre me e invece in quel momento magari io non ci sono, non posso o semplicemente sono stanca e quindi va papà...

🌸 Carlotta • mar 13, 2021

Importantissimo per la nostra salute mentale!

Filomena • feb 21, 2021

Era quello che volevo sentire....che non sono la sola che spesso non ci riesce, che posso imparare a farlo meglio e che non devo arrabbiarmi con i miei bimbi quando invece vorrei arrabbiarmi con me perché mi manco

Valeria • feb 11, 2021

Parole sante !!!! Lo penso anche io e questi 4 anni di neo-mamma l’ho sempre applicato ... mi torna però le frasi di mia mamma “ho lasciato tutto per te”, “ho sopportato tutto per te” , e quando sono diventata mamma mi sono promessa di non caricare questo zaino a mia figlia ... ma la voce di mia mamma purtroppo mi ferisce ... ma questo si collega a un tuo altro post in cui hai parlato che “se ancora qualcosa ci infastidisce di quello che dicono gli altri è perché ancora ci sentiamo “legati a quei concetti” e non siamo andati oltre “ (tu lo riesce a dire meglio di me!😊).. che fatica !!!!! Grazie sempre delle tue riflessioni e consigli ... mi aiutano sempre !!!!!!

🌸 Carlotta • feb 16, 2021

Grazie a te che mi leggi – e anche per collegare pensieri tra un post e l'altro, mi piace tantissimo! 🌸

Elisa • gen 23, 2021

Grazie! Spesso me ne scordo.. I bimbi sono felici se noi lo siamo.

Monica • gen 23, 2021

Fantastico! Nulla di più vero. Mi riconosco in tutto ciò che hai scritto, Carlotta! Grazie!

🌸 Carlotta • gen 25, 2021

Grazie a te che mi leggi! 🌸

La missione de La Tela è accompagnare papà e mamme nel viaggio della genitorialità e dare opportunità a genitori di talento di condividerlo nello Shop.

Nella mia newsletter ti racconto (circa una volta al mese, ma soprattutto quando mi sento ispirata) aneddoti e progetti personali e pensieri a random – nelle precedenti ho parlato del dolore due bambini, del mascherare le nostre emozioni di adulti, di come continueremo a viaggiare questa estate…

Ciao! Ti va di conoscere i miei progetti futuri e la mia ragnatela di pensieri?
Lo so! Anche io sono triste che sia già finito!