La Tela di Carlotta
it en es

La busta “fondo regalo” ai compleanni dei bimbi (e bando al consumismo)

giu 6, 2019

Non sono mai stata una fanatica del regalo. Mi piacciono i compleanni, mi piace fare un regalo se so che è perfetto, mi piace il dettaglio di una candelina per celebrare insieme un giorno speciale, mi piace tantissimo il compleanno Montessori in cui i bambini tengono in mano un mappamondo e fanno tanti giri intorno a una candela che rappresenta il sole quanti sono gli anni che compiono.

Mi piace il significato, insomma. Credo che quello sia il vero regalo.

Dopo il secondo compleanno di Oliver, in cui abbiamo fatto una semplice festa nel parco e ricevuto tanti regali che abbiamo scartato pacchetti per mesi (perché li ho messi via e glieli ho dati poco a poco), ho deciso che questo business del regalo non fa per me. Non lo trovo sano per i bambini, corretto per i genitori, e credo che tolga l’attenzione a ciò che davvero conta: ritrovarsi per festeggiare insieme un giorno speciale.

La mia soluzione personale è stata la busta “fondo regalo”

Negli ultimi due anni, con il messaggio di invito al compleanno ho anche chiesto di non arrivare con regali, spiegando che metterò a disposizione una busta in cui chi vorrà potrà dare un piccolo contributo (ovviamente anonimo) per un unico regalo.

La cosa più divertente è che questa idea è piaciuta così tanto alle altre mamme della scuola di Oliver (che condividono i nostri stessi valori) che da allora non ho più comprato un solo regalo: la busta “fondo regalo” è diventata un must alle feste di compleanno.

Meno consumistico, più eco-friendly perché si evita la carta regalo, i bambini si concentrano sull’occasione e la compagnia invece che sui regali e, in generale, lo trovo un messaggio sano. E poi mi piace massimizza il ricordo: per i tre anni i tuoi amici ti hanno regalato un tipi, per i quattro anni i Lego…

Esempi di richiesta per il “fondo regalo”

  • Questo è quello che ho scritto quest’anno per il quarto compleanno di Oliver.

“Anche quest’anno abbiamo deciso di avere un solo regalo per Oliver: lo compreremo io e Alex e glielo daremo alla sua festa da parte di tutti i suoi amici. Per questo, ti chiediamo gentilmente di venire senza regali: ogni famiglia può decidere di contribuire al regalo (ci sarà una busta “fondo regalo”), ma non è assolutamente necessario.

Quest’anno quando abbiamo chiesto a Oliver cosa vorrebbe, ha detto un cappellino di Mickey Mouse, che sarà il nostro regalo al mattino.

Per il regalo di gruppo, abbiamo pensato a lungo per trovare un regalo adatto a viaggiare (come già sapete, partiremo a giugno per viaggiare il mondo) e visto che Oliver ed Emily adorano i Duplo, abbiamo deciso di comprare loro i Lego: i Duplo sono stati dei salvavita in ogni viaggio finora e i Lego, essendo più piccoli, sono decisamente più adatti a viaggiare.

Siamo sicuri che li adorerà e così potrà portare il regalo dei suoi amici in giro per il mondo. Spero che vi piaccia l’idea”.

  • Un’altra mamma ha scritto una versione più semplice, ma altrettanto carina.

“Vorremmo che avesse un solo regalo da parte di tutti i suoi amici per evitare eccessi. Non c’è bisogno di pagare nulla, ma se ti va di contribuire, ovviamente puoi farlo. Grazie per la tua comprensione”.

  • Un’altra mamma ha scritto una versione ancora più semplice, solo una frase gentile nel messaggio.

“No 🎁 per piacere. Se vuoi, puoi contribuire per comprargli una casetta di legno per il giardino”.

Che ne pensi? Come festeggi i compleanni in casa tua?

Alcune foto del giorno di Oliver

Abbiamo festeggiato il suo compleanno da Bubble Marbella, che è stato perfetto per i bambini perché avevano un’area dentro e una fuori, hanno giocato, hanno ballato, hanno cucinato (la lezione di cucina è una delle preferite di Oliver, così per il suo compleanno tutti i bambini hanno fatto i biscotti da portare a casa come “bomboniere”!), hanno soffiato le candeline… E Oliver ha ricevuto i suoi primi Lego, che gli sono piaciuti tanto come puoi vedere dalla sua faccia nella foto!

Commenti

Serena • giu 6, 2019

Ciao! Il tuo post mi capita proprio a fagiolo!
Sto organizzando la festa per Rachele a fine giugno e pensavo di usare https://www.collettiamo.it/ per raccoglie re i soldi per il regalo! Ma anche la busta è un’idea carina!
Qui le feste di compleanno sono un inno al consumismo e stavo cercando la frase giusta per comunicare la mia scelta di limitare i regali:prenderò ispirazione!

🌸 Carlotta • lug 8, 2019

Ciao Serena! Hai poi fatto busta o collettiamo per il compleanno di Rachele? Fammi sapere, se ti va :-) Un abbraccio e un augurio in ritardo a Rachele!

Valentina • giu 7, 2019

Ciao Carlotta! Condivido il tuo pensiero sui regali di compleanno e credo che tu abbia avuto un'ottima idea, anche perché spesso mi capita di fare regali a bambini di cui so ben poco e ho difficoltà a scegliere il regalo giusto. Per quanto riguarda invece i miei figli,ricevono sempre troppi regali,che dopo poco butto. Quindi questa sarebbe una soluzione per evitare sprechi e regali inutili!

🌸 Carlotta • lug 8, 2019

Ciao Valentina! grazie per il tuo commento! Hai ragione, credo che aiuti anche a chi fa il regalo e non solo a chi lo riceve! Io sono stata felicissima che così tante mamme l’abbiano fatta propria nell’asilo di Oliver ed Emily!

Roberta • giu 7, 2019

La idea me ha parecido genial Carlotta! Quest'anno ho dovuto nascondere regali perché erano troppo e non sono d'accordo con tanto consumismo quindi prenderó prestata questa idea per il prossimo anno! Grazie!!!

🌸 Carlotta • lug 8, 2019

Siiiii, provaci l’anno prossimo! Sono sicura che ti piacerà e secondo me piacerà anche agli altri! Un grande abbraccio da Budapest!

ROSALBA • lug 2, 2019

Bellissima idea, peccato aver letto il post pochi giorni dopo il secondo compleanno di mia figlia. Tuttavia, con il bimbo più grande, che a breve compie 5 anni, penso che potrei avere qualche problema ad attuarla. Nel senso che lui ormai sa (è abituato) che ai compleanni si ricevono taaaanti regali, ed inoltre vede fare la stessa cosa a tutte le feste degli amichetti. Un consiglio su come introdurre una tale decisione con lui che è più grandicello?

🌸 Carlotta • lug 8, 2019

Ciao Rosalba, io inizierei a parlare con lui del consumismo e di quanto sia importante per il nostro pianeta cercare di evitarlo. I bambini capiscono molto più di quanto pensiamo e anche se fanno fatica ad accettarlo, credo sia importante dare loro valori sani. Oliver ha fatto fatica ad accettare che non compriamo palloncini per strada, ma lo ha accettato e ha capito perché li evitiamo.

Potresti decidere con lui un regalo grande che gli piaccia molto e spiegare che tutti i suoi amici contribuiranno a regalarglielo. Io sono sicura che capirebbe e, chissà, magari altre mamme ti seguirebbero a ruota?

Rosalba • lug 23, 2019

Grazie per il suggerimento. Proverò a metterlo in pratica! :-)

Chiara • ott 15, 2019

Ottima idea!! Cercavo un modo cari o per dirlo e farlo - questo è perfetto!

🌸 Carlotta • ott 22, 2019

Grazieeeee! Sono contentissima che ti sia piaciuto 😊

Dimmi che cosa ne pensi

Ti è piaciuto? Sei d’accordo? Mi piacerebbe sapere che cosa ne pensi.

Penso che questi ti piaceranno

Corsi online

Aiuto mamme e papà ad essere genitori più consapevoli e ad affiancare la scuola (o scegliere l’homeschooling) nell’educazione dei figli.

Educare a lungo termine

Filosofia Montessori, disciplina positiva ed educazione gentile: linee guida per genitori.
1
La genitorialità è più semplice quando si ha una guida da seguire. Con questo corso inizierai la tua personale trasformazione interiore per diventare un genitore che educa con rispetto (per se stesso e per i figli), imparerai a usare empatia, comprensione e pazienza nelle crisi e troverai alternative ai metodi classici dell’educazione tradizionale, come minacce, castighi e punizioni. I bambini sono il futuro del nostro pianeta e il cambiamento può solo iniziare in casa.

Co-schooling: educare a casa

La scuola non basta. Siamo i primi e i migliori educatori dei nostri figli.
2
Quando siamo partiti per un'avventura di due anni intorno al mondo, non pensavamo di fare homeschooling. Pensavamo che il viaggio avrebbe insegnato abbastanza a tutti e così è stato. Ma, applicando la filosofia Montessori, ci è venuto spontaneo seguire gli interessi di Oliver ed Emily mano a mano che sorgevano: scrivere, leggere, matematica, geografia, scienze… senza rendercene conto e con pochissime risorse, abbiamo educato i nostri figli a casa. Noi genitori possiamo fare molto con molto poco per mantenere vivo il naturale desiderio di imparare dei nostri figli. Con questo corso voglio cambiare il concetto di homeschooling.
Arriva a breve!

Il blog

Scrivo soprattutto di genitorialità consapevole, Montessori e multilinguismo. Dai un’occhiata agli ultimi post.

Montessori
Un giorno, io incinta di Oliver, mio marito mi disse: "Perché non mettiamo un materasso a terra nella camera del bimbo?". "Mai e poi mai" fu la mia risposta. È proprio così, con un rifiuto, che iniziò il mio viaggio Montessori e da allora respiro, vivo e applico la filosofia in casa ogni giorno, iniziando da me. Educare i bambini inizia da noi genitori. Per questo ho creato corsi apposta per i genitori che vogliono intraprendere un'educazione alternativa.
Bambini in cucina: semplice ricetta disegnata
Burattini di verdure
Mosaico di fagioli e semi
Non sono perfetta. Sono consapevole
Carte dello yoga
Bambini al ristorante: ricalibriamo le aspettative
Non chiedere a tuo figlio di condividere i giocattoli
I "bravo" che intaccano l'autostima dei nostri figli
Il nostro compleanno Montessori
Come rendere una camera più Montessori (la cameretta creata da Deborah)
Vita sostenibile
Vivere in modo sostenibile per me non significa solo avere uno stile di vita più ecologico. Significa prendere decisioni sostenibili per il nostro pianeta, le persone che lo abitano, ma anche per la nostra vita, il nostro stile di vita e la nostra felicità. Significa cogliere ogni occasione quotidiana per evolvere come esseri umani, per essere più felici, più sani, più gentili, più responsabili e più premurosi — l'unico modo sostenibile per un futuro significativo.
Face yoga, lo yoga per il viso
La coppetta mestruale
Perché dovresti indossare lo stesso vestito due volte su Instagram
Il potere di creare abitudini (e perché dovresti farlo anche se poi le rompi)
Mangiare in maniera responsabile è la dieta del futuro (ti va di insegnarlo ai tuoi figli?)
Il potere di NON lamentarsi: puoi farlo per un mese intero?
Pulisci il tuo pianeta, per favore!
Infografia: 8 passi per passare ai pannolini lavabili
Una nota personale sulla felicità
Una nota personale sui social media
Prima volta su La Tela?
Ho preparato alcune collezioni di articoli che ho scritto nel corso degli anni. Magari trovi qualcosa che ti interessa.

Viaggi

Abbiamo venduto tutto per viaggiare il mondo per due anni. Ora siamo in Nuova Zelanda.

Libri

Nel 2020 ho scritto 4 libri per la collezione “Gioca e Impara con il metodo Montessori” a cura di Grazia Honegger Fresco. La collezione è un progetto del Corriere della Sera e de La Gazzetta dello Sport.

Abbiamo anche implementato con Oliver ed Emily i laboratori degli ultimi 15 volumi della collezione.

Podcast

Ti faccio compagnia per un tè o una passeggiata ogni venerdì con il mio podcast Educare con Calma.

ott 16, 2020 • 19m
La nostra routine con i bimbi
Mi chiedete spessissimo quale sia la nostra routine a casa con i bimbi e in questo episodio vi svelo che noi, una routine vera e propria, non ce l'abbiamo. Abbiamo una routine minima e indispensabile, che è un concetto che mi sono totalmente inventata su due piedi mentre parlavo a briglia sciolta in questo episodio, ma che credo funzioni davvero. Almeno per noi. La routine minima e indispensabile, secondo me, risponde anche a un altro "problema": trovo che ci bombardino spesso con l'idea del...
11
ott 9, 2020 • 24m
Sostenibilità: come sensibilizzare i bambini e i giovani adulti | Con Cristiana Cerri Gambarelli
In questa puntata a due voci di Educare con Calma – divisa a metà perché amo gli episodi corti - parliamo di sostenibilità e per farlo ho invitato mia sorella, Cristiana Cerri Gambarelli, project manager della Federazione dei Giovani Verdi Europei e un esempio per chiunque voglia intraprendere un viaggio nella sostenibilità: negli ultimi ha cambiato tutta la sua vita per ridurre la sua impronta di carbonio e per prendere ogni giorno decisioni più sostenibili per il nostro pianeta e in questa ...
10
ott 2, 2020 • 24m
Intraprendere un viaggio nella sostenibilità | Con Cristiana Cerri Gambarelli
In questa puntata a due voci di Educare con Calma – divisa a metà perché amo gli episodi corti - parliamo di sostenibilità e per farlo ho invitato mia sorella, Cristiana Cerri Gambarelli, project manager della Federazione dei Giovani Verdi Europei e un esempio per chiunque voglia intraprendere un viaggio nella sostenibilità: negli ultimi ha cambiato tutta la sua vita per ridurre la sua impronta di carbonio e per prendere ogni giorno decisioni più sostenibili per il nostro pianeta e in questa ...
9

Instagram

Aggiorno instagram quasi ogni giorno per stare “vicina” alla mia famiglia lontana.

Perché la Tela di Carlotta?
La Tela di Carlotta l’ho sognato. Una mattina mi sono svegliata e nei miei sogni avevo creato un blog chiamato proprio come il romanzo. E niente, l’ho fatto! Molti anni e infiniti alti e bassi dopo, questa ragnatela di pensieri e storie è il mio lavoro. Ci ho messo molto tempo a capire che tipo di presenza online volevo essere e oggi lo so: sono trasparente, mostro vita vera, non pubblicizzo, consiglio solo marchi sostenibili (e non perché mi pagano) e credo nel valore del mio blog e dei miei corsi — perché se non crediamo noi nel valore del nostro lavoro, nessuno ci crederà per noi.
Carlotta
Carlotta dreaming of La Tela
Lo so! Anche io sono triste che sia già finito!