🌸 La Tela di Carlotta
Accedi
it en es

La busta “fondo regalo” ai compleanni dei bimbi (e bando al consumismo)

giu 6, 2019 • Mamme, papà & bimbi

Non sono mai stata una fanatica del regalo. Mi piacciono i compleanni, mi piace fare un regalo se so che è perfetto, mi piace il dettaglio di una candelina per celebrare insieme un giorno speciale, mi piace tantissimo il compleanno Montessori in cui i bambini tengono in mano un mappamondo e fanno tanti giri intorno a una candela che rappresenta il sole quanti sono gli anni che compiono.

Mi piace il significato, insomma. Credo che quello sia il vero regalo.

Dopo il secondo compleanno di Oliver, in cui abbiamo fatto una semplice festa nel parco e ricevuto tanti regali che abbiamo scartato pacchetti per mesi (perché li ho messi via e glieli ho dati poco a poco), ho deciso che questo business del regalo non fa per me. Non lo trovo sano per i bambini, corretto per i genitori, e credo che tolga l’attenzione a ciò che davvero conta: ritrovarsi per festeggiare insieme un giorno speciale.

La mia soluzione personale è stata la busta “fondo regalo”

Negli ultimi due anni, con il messaggio di invito al compleanno ho anche chiesto di non arrivare con regali, spiegando che metterò a disposizione una busta in cui chi vorrà potrà dare un piccolo contributo (ovviamente anonimo) per un unico regalo.

La cosa più divertente è che questa idea è piaciuta così tanto alle altre mamme della scuola di Oliver (che condividono i nostri stessi valori) che da allora non ho più comprato un solo regalo: la busta “fondo regalo” è diventata un must alle feste di compleanno.

Meno consumistico, più eco-friendly perché si evita la carta regalo, i bambini si concentrano sull’occasione e la compagnia invece che sui regali e, in generale, lo trovo un messaggio sano. E poi mi piace massimizza il ricordo: per i tre anni i tuoi amici ti hanno regalato un tipi, per i quattro anni i Lego…

Esempi di richiesta per il “fondo regalo”

  • Questo è quello che ho scritto quest’anno per il quarto compleanno di Oliver.

“Anche quest’anno abbiamo deciso di avere un solo regalo per Oliver: lo compreremo io e Alex e glielo daremo alla sua festa da parte di tutti i suoi amici. Per questo, ti chiediamo gentilmente di venire senza regali: ogni famiglia può decidere di contribuire al regalo (ci sarà una busta “fondo regalo”), ma non è assolutamente necessario.

Quest’anno quando abbiamo chiesto a Oliver cosa vorrebbe, ha detto un cappellino di Mickey Mouse, che sarà il nostro regalo al mattino.

Per il regalo di gruppo, abbiamo pensato a lungo per trovare un regalo adatto a viaggiare (come già sapete, partiremo a giugno per viaggiare il mondo) e visto che Oliver ed Emily adorano i Duplo, abbiamo deciso di comprare loro i Lego: i Duplo sono stati dei salvavita in ogni viaggio finora e i Lego, essendo più piccoli, sono decisamente più adatti a viaggiare.

Siamo sicuri che li adorerà e così potrà portare il regalo dei suoi amici in giro per il mondo. Spero che vi piaccia l’idea”.

  • Un’altra mamma ha scritto una versione più semplice, ma altrettanto carina.

“Vorremmo che avesse un solo regalo da parte di tutti i suoi amici per evitare eccessi. Non c’è bisogno di pagare nulla, ma se ti va di contribuire, ovviamente puoi farlo. Grazie per la tua comprensione”.

  • Un’altra mamma ha scritto una versione ancora più semplice, solo una frase gentile nel messaggio.

“No 🎁 per piacere. Se vuoi, puoi contribuire per comprargli una casetta di legno per il giardino”.

Che ne pensi? Come festeggi i compleanni in casa tua?

Alcune foto del giorno di Oliver

Abbiamo festeggiato il suo compleanno da Bubble Marbella, che è stato perfetto per i bambini perché avevano un’area dentro e una fuori, hanno giocato, hanno ballato, hanno cucinato (la lezione di cucina è una delle preferite di Oliver, così per il suo compleanno tutti i bambini hanno fatto i biscotti da portare a casa come “bomboniere”!), hanno soffiato le candeline… E Oliver ha ricevuto i suoi primi Lego, che gli sono piaciuti tanto come puoi vedere dalla sua faccia nella foto!