Lifestyle blog di Carlotta Cerri
ItalianoEnglishEspañol

La cameretta Montessori di Oliver tutta Ikea — e come farla

48 commenti
Aiutami a crescere
ItalianoEnglishEspañol

Durante la gravidanza, aspettando il piccolo Oliver, abbiamo letto molto del metodo Montessori  e della possibilità di integrarlo a casa, nella vita di tutti i giorni. Ci è subito piaciuta l’idea che Oliver cresca indipendente fin dai primi mesi di vita e abbiamo quindi deciso di farlo nostro. Certo, come sempre andiamo contro corrente non scegliendo la classica culla a sbarre, e già mi vedo rispondere a mille domande di persone più tradizionali, ma in fondo ci sono già abituata con la nostra dieta: mangiare paleo è stata una buona palestra per andare “contro corrente” 🙂

Quando abbiamo iniziato a pensare alla cameretta, ci siamo subito resi conto di due cose:

  1. Alcune delle camere montessori che vediamo online sono minimaliste al punto da non essere nemmeno carine. E noi, fanatici del design, sapevamo che volevamo renderla bella oltre che montessori.
  2. I mobili fatti e venduti come “montessori” sono cari. Woodly, per esempio, ha dei bellissimi lettini di design, ma costano un occhio della testa.

Così abbiamo deciso di fare ciò che qualsiasi persona sensata farebbe: IKEA 😉 E questo è il risultato.

L’area sonno

IMG_5926

Il lettino montessori

L’idea del materasso sul pavimento, onestamente, non era per me. Mi piace il principio alla base della scelta del materasso per terra, ma volevo trovare una soluzione più bella ed igienica.

Il letto Sniglar di Ikea ci è sembrato perfetto: colori chiari e scandinavi come piace a noi e sufficientemente semplice nel design. Abbiamo quindi comprato la struttura, tagliato le gambe (nel mio starter kit Montessori ti spiego come farlo in dettaglio), aggiunto il materasso e — voilat! — un perfetto lettino montessori!

Leggi cos’è successo quando abbiamo spostato Oliver nella sua cameretta e come ha evoluzionato il suo lettino montessori (versione nomade).

Gli adesivi

Mi sono innamorata a prima vista di questi adesivi della giungla (che sono l’unica parte non Ikea). Come può la nostra scimmietta non avere la sua piccola giungla personale? E abbiamo fatto bene a regalargliela, perché ogni volta che si sveglia sorride alla Giraffa Raffa 🙂

L’area gioco

IMG_5930

Le giostrine

Ovviamente tutte le giostrine sono fai-da-te (nel mio Starter Kit Montessori trovi i tutorial dettagliati e per età) e sono appese con un gancio fisso al soffitto. A Oliver piace un sacco la sua seconda giostrina — con i colori primari — ma la terza è già in cantiere e presto cambieremo.

Le mensole

Inizialmente volevamo comprare lo scaffale Kallax allungato, ma poi per motivi di spazio abbiamo optato per questo quadrato. Anche le cornici le abbiamo comprate all’Ikea, mentre le immagini degli animali le ho pazientemente selezionate su internet — il tema della natura è perfetto per il metodo Montessori e un’immagine grande per cornice aiuta a sviluppare la concentrazione.

Per ora ne ho messe solo due sulla mensola in basso in modo che Oliver possa vederle (e una in alto perché mi avanzava una cornice ;-), ma più avanti le appenderemo sopra lo specchio in fila e ne aggiungeremo atre.

… e tutto il resto

  • Il tappetino gioco Leka, anche se una semplice coperta spessa può andare bene.
  • Lo specchio Minde, assolutamente indispensabile in ogni cameretta montessori.
  • Il carrellino primi passi Ekorre, che Alex ha insistito che comprassimo perché “la cameretta ne ha bisogno”… tenero!
  • Il tappeto Tåstrup, indispensabile per un pavimento freddo di marmo. Quando Oliver inizierà a gattonare mi piacerebbe trovare una soluzione più calda anche per l’altra metà della stanza.
  • La sedia Poång. Di notte Oliver dorme ancora in camera con noi nella sua culla Bednest, ma, a breve, quando lo trasferiremo nella sua cameretta, questa sedia per allattare sembra comodissima!
  • Giochi possibilmente di legno o di tessuto. Il rullo — ideale per rinforzare la schiena e più avanti per iniziare a gattonare — è un comune rullo gonfiabile da spiaggia che io ho rivestito con una fodera da cuscino chiusa a caramella.

IMG_5933

Il cancelletto

Per noi che viviamo con una belva peluda, il cancelletto è indispensabile — Oliver più di una volta è stato svegliato da Colbie che abbaiava scodinzolante seduta davanti al suo lettino. Il cancelletto Patrull di Ikea con relativa estensione è l’unico che abbiamo trovato lungo abbastanza (da non doverlo mettere alla porta e permettere così a Colbie di “entrare” nel corridoio e far parte della famiglia) e che si aprisse a scomparsa… e — lucky us! — era anche il più economico.

Vuoi integrare Montessori in casa tua? 

Se come me ti interessa il metodo Montessori per l’educazione dei tuoi bimbi, sono sicura che il mio Starter Kit Montessori ti piacerà tantissimo: è un corso pratico per chi vuole iniziare Montessori in casa e include i link a tutti i prodotti e i giochi per età che abbiamo utilizzato noi e i tutorial per creare le tue giostrine Montessori. È online, flessibile, personalizzato e costa come un libro!

Ti è piaciuto? Mi fai un favore se lo condividi su Facebook e mi fa piacere se mi lasci un commento 🙂


Aiutami a crescere

Starter kit block

Vuoi portare Montessori a casa tua?

Io l'ho fatto e posso aiutarti! Questo è il corso pratico che avrei voluto trovare io stessa due anni fa, quando ho dato i primi passi nella filosofia Montessori. Il corso è tutto online, 100% flessibile e ti dà accesso ad una sezione FAQ privata e personalizzata in cui risponderò personalmente a qualsiasi domanda!

E in più costa come un libro!

Voglio sapere di più →


La donna dietro le parole

Sono una trentenne, trilingue, mamma montessori e 88% paleo. Insegnante di lingue per lavoro, blogger e ballerina per passione.

Leggi di più su di me →

Ti è piaciuto? Sei d'accordo? No? Dimmelo in un commento.

Se preferisci, puoi anche mandarmi un tweet o scrivermi in privato.

  1. Che bello questo blog, l’ho scoperto per caso e mi sono ritrovata a leggere un post dietro l’altro! Sono una fan di quel poco che so del metodo montessori e leggere quello che scrivi ha risvegliato l’interesse per quando deciderò di avere anche io una sciemmietta 😉 Grazie!

    • Grazie per il tuo bel commento, Veronica! Anche a noi piace un sacco il metodo montessori e integrarlo in casa è più facile di quanto pensassi. Spero continuerai a seguirci! Buon mercoledì e a presto 🌸

  2. Preciosa habitación, me encanta! 🙂

  3. anastasia - dicembre 3, 2015

    Ciao Carlotta, se posso … quanto hai pagato per il lettino Montessori ikea ? Io sto cercando disperatamente qualcosa di simile per il mio figlio ma sul sito di Ikea non trovo niente .. altri letti fatti da artigiani costano una cifra ….

    • Ciao Anastasia! Grazie per il tuo commento! Lo so, sfortunatamente i mobili e giocattoli Montessori costano di più, ed è per questo che io cerco sempre soluzioni alternative.

      In questo post puoi leggere come abbiamo fatto il letto noi e lo puoi trovare sul sito dell’IKEA (costa ~54€).

      Spero ti sia utile e se decidi di farlo, fammi sapere in un commento come è andata in un commento. Sono sicura che ti piacerà! Buon fine settimana!

  4. complimenti per le bellissime idee e per la tua creatività!!!

    • Grazie per il tuo commento, Letizia! Se ti piace il blog, aiutami a farlo girare condividendolo con altre amiche mamme… il tuo aiuto mi farebbe un sacco piacere! Spero di leggerti ancora tra queste pagine 🙂

  5. Ciao . Quali libri mi consigli di leggere in italiano sul metodo montessori ? Per ora sto leggendo Solo post qui e là’ . Tommaso ha già tre mesi e mezzo e vorrei iniziare a leggere qualche libro specifico. Grazie Cinzia

    • Carlotta - marzo 23, 2016

      Ciao Cinzia e grazie per il tuo commento. Io ti consiglierei di iniziare dai libri che ha scritto la stessa Maria Montessori, perché non c’è niente di meglio che leggerlo dalla mente in persona! Io purtroppo non li ho letti in italiano (forse scioccamente), ma te li ho trovati su Amazon.it. Ti lascio tre titoli qui (inizierei decisamente dal primo della lista):

      La mente del bambino, la mente assorbente
      Il segreto dell’infanzia
      Come educare il potenziale umano

      Mi sembra che se clicchi il primo, nella sezione “Spesso comprati insieme” Amazon ti suggerisca un pacchetto per comprare tutti e tre insieme 🙂

      Dovresti averne per qualche mese, ma ho in mente un post con più letture che credo ti piacerà. Se non vuoi perdertelo, puoi iscriverti alla newsletter e lo riceverai direttamente in posta (scriverò molto di più su Montessori nei mesi a venire).

      Un abbraccio 🌸

      PS. Hai già iniziato con il metodo? So che iniziare è difficile e sembra una missione impossible, ma alla fine è più facile di quello che sembra. Per esempio, le giostrine Montessori sono un buon inizio: ottime per la concentrazione e per passare un po’ di tempo a terra fin da piccoli. Fammi sapere 🙂

      • Grazie mille. Cerco su amazon stasera

      • Carlotta - marzo 23, 2016

        Di niente, è un piacere! 😊

      • Guarda Tommaso ha tre mesi e mezzo e dorme nella sua culla sospesa alla trave in camera sua che gli ha fatto suo papà su un modello olandese. Il metodo mi interessa avevo letto qualcosa sul web ma tipo delle giostrine non sapevo nulla . Ho letto tutto il tuo blog ieri sera in due ore. Ormai con le giostrine siamo un po’ fuori. Ha una Palestrina e lo metto li il pomeriggio prima di uscire. Per il letto si pensavo anche io qualcosa di basso e ieri ho visto il tuo. Il papà sta guardano se riesce a fargli in legno la struttura delle casette in legno stile scandinavo sempre con materasso a terra. Vediamo. Altrimenti faremo come te con quel modello Ikea. Per ora in camera ha un armadio grande che avevamo già da tempo e il fasciatoio Ikea che poi diventa scrivania, poi pensavo di prendere la libreria come la tua ma con più quadrati e metterla in orizzontale altezza bimbo. Ho un materasso che metto a terra quando lo cambio il mattino e lo tengo li mentre sistemo il piano superiore quindi già facevo delle cose senza sapere fossero corrette diciamo. Non sapevo dello specchio. L ho scoperto ieri. Ma ora comincio ad informarmi. Per lo svezzamento tra un po’ di mesi pensavo anche io di orientarmi verso l autosvezzamento e sto leggendo già qualcosa. Spiegami. Come hai iniziato ? Lo mettevate a tavola con voi durante i pasti e il pomeriggio gli davi che so la mela grattugiata piuttosto che la pera. E poi quando aveva superato i sei mesi hai cominciato a dargli la vostra cena tritata ?

      • Carlotta - marzo 23, 2016

        Cinzia, mi sembri già sull’ottima strada (bella la culla sospesa alla trave, bravo al papà!). Ti ricordo che dal mio blog puoi prendere spunti, ma tu conosci le vostre dinamiche di famiglia e sai cosa funziona e cosa no. Le giostrine, è vero che nel metodo Montessori hanno un’età consigliata, ma io consiglio di iniziare anche tardi perché a Oliver sono piaciute tantissimo! Ho in cantiere un sacco di articoli su Montessori e sull’autosvezzamento (uno questa settimana!) nelle prossime settimane e guarda caso rispondono poco a poco a tutte le domande che mi hai fatto. Sono sicura che ti piaceranno. Un abbraccio! 🌸

  6. come fai a tener pulito il tappeto sotto il letto? è così vicino al pavimento che il mio cruccio è la polvere…non la respirano????? vorrei tanto fare anche io una soluzione così ma visto che ho poco tempo per pulire casa non so come tener pulita una soluzione del genere….

    • Carlotta - giugno 7, 2016

      Ciao Manuela e scusami per il ritardo, mia sorella era qui in visita e mi sono presa una vacanza dal blog. Guarda, io posso parlarti solo dalla mia esperienza, ma da persona molto allergica alla polvere ti posso dire che a me questa soluzione è piaciuta molto anche in quel senso: sotto il mio letto che è rialzato si accumulano un sacco di polvere e peli del cane, ma sotto quello di Oliver che è raso terra, si accumula molto meno. Quando passo l’aspirapolvere, alzo il letto e lo passò sotto, ma è quasi sempre pulito. Guarda, Montessori o no, io consiglierei a chiunque il letto per terra. Fammi sapere cosa decidi 🙂

  7. Bello questo blog, siamo stati 10 giorni al mare e ho visto che il mio bimbo, avendo molto più spazio per dormire, di notte si svegliava molto meno. Allora, tornata a casa, ho subito deciso di passarlo dalla culla ad un lettino singolo ma non sapevo cosa scegliere anche per la paura che cadesse giù dal letto. Sono un’insegnante e il metodo Montessori mi ha sempre affascinata e qui ho trovato molti spunti per la nuova cameretta. Ora spero di fare le scelte giuste. Grazie!

    • Ciao Chiara, grazie per il tuo commento. Sembrerà strano, ma finora, nella mia esperienza di mamma montessori, ho notato che tutte le scelte che ho preso inspirandomi a questa bella filosofia sono state giuste, almeno per noi. Sono sicura che la nuova cameretta ti piacerà e ancora di più piacerà al tuo bimbo quando sarà più grandicello (Oliver ora ha 16 mesi e mi sembra che gli piaccia avere tutto alla sua altezza). In bocca al lupo!

      PS. A proposito del lettino: hai letto questo post su come fare un letto Montessori all’IKEA e questo su come si è evoluto?

  8. Ciaooo!! Grazie per aver condiviso queste idee splendide..
    Ho traslocato da circa due mesi e la stanza del mio cucciolo è ancora un deposito.
    Nicolás ha 5 mesi e attualmente dorme nella culla in camera con mamma e papà. Ma adesso basta scuse. 😊 In settimana vado all’ikea e metto in pratica i tuoi suggerimenti…

    • Ciao Milly e grazie per il tuo commento! Sei riuscita a spostare il tuo cucciolo nella sua cameretta o state ancora ultimando? So che a volte tra impegni vari, è pi`¨facile a dirsi che a farsi! Fammi sapere come procede, se ti va! Un abbraccio 🌸

  9. Ciao! Anche io sto pensando come organizzare la cameretta della mia bambina e sono incuriosita dal metodo Montessori ma non so da che parte iniziare ad informarmi e soprattutto dove..cercavo qualcosa molto semplice, per genitori…ecco, non trattati scientifici. Saresti darmi due dritte?
    E complimenti..la cameretta è bellissima!!!
    Martina

    • Ciao Martina, grazie per il tuo commento e benvenuta a La Tela! Ne hai bisogno subito? Ti chiedo perché ho una piccola sorpresa per i miei lettori e non (che credo sia proprio quello che cerchi) e se hai pazienza fino a metà settembre credo che ne ti piacerà. Se vuoi, puoi iscriverti alla mia newsletter sul blog così appena esce non te la perdi 😉 Scusa il mistero, ma è ancora semi top secret! PS. Il metodo Montessori ti affascinerà, su questo non ho dubbi!

    • Ciao Martina, scusa per il ritardo nel risponderti, agosto è stato un mese lento, ma ora si riparte! Onestamente non ho ancora trovato una guida molto semplice sul metodo Montessori (sopratutto in italiano). Puoi dare un’occhiata a questo post che ho scritto qualche tempo se vedi qualcosa che ti incuriosisce.

      MA se hai pazienza ancora qualche settimana, pubblicherò il mio primo librino sull’ABC pratico della filosofia Montessori e su come iniziare il vostro viaggio a casa: credo possa essere proprio quello che cerchi! Iscriviti (se non l’hai già fatto) alla mia newsletter così non te lo perdi! Un abbraccio 🌸

  10. ciao, complimenti per la bella camera! io sto cercando uno specchio per mio figlio (un terremoto di un anno). ma questo ikea è infrangibile? ho paura che se tira qualcosa nella stanza e prende lo specchio gli cada tutto in testa. grazie! annalisa

    • Ciao Annalisa, grazie per il tuo commento e scusa il ritardo nel rispondere. Gli specchi di IKEA (ormai tutti, credo) sono infrangibili nel senso che hanno una “pellicola” resistente davanti allo specchio che fa sí che se si rompe, tutti i pezzi rimangono “dentro” la pellicola… insomma, io ero tranquilla e ancora di più quando ho visto che non si è mai rotto nemmeno dopo tutti i giochi che Oliver gli ha tirato addosso! 😉 Un abbraccio

  11. Complimenti!!! Ottime idee😘😘

  12. Bellissima! Noi abbiamo gia la cameretta montessoriana ma ora la spostiamo a dormire e cercavo un letto apposito, soluzione perfetta e xon tutte le istruzioni! Grazie!

    • Grazie Alice, sono felicissima che il mio post ti sia stato utile! Presto pubblicherò un librino sull’ABC della filosofia Montessori a casa, se ti interessa e non l’hai ancora fatto, puoi iscriverti alla mia newsletter per non perdertelo! Un abbraccio

  13. Ciao, ho letto il tuo articolo e lo trovo molto interessante! Ho sempre stimato Montessori, ma finora sono riuscita a fare poco del suo metodo 🙁 ma fra poco devo rifare la camera del mio bimbo e ovviamente volevo adottare questo metodo! Grazie per il tuo articolo prenderò sicuramente spunti, appena mio marito si rimette un salto da Ikea non ce lo leva nessuno 😉

    • Ciao Elisa, grazie per il tuo commento! Vedrai che una cameretta in stile Montessori piacerà un sacco sia a te che al tuo piccolo! Spero di leggerti di nuovo tra queste pagine e se hai domande o dubbi non esitare a chiedere. Un abbraccio 🌸

  14. l’idea del letto è carinissima! complimenti la terrò in considerazione!

    http://www.happilysurviving.com

    • Grazie Deborah, a noi l’esperienza del letto a terra è piaciuta (e piace) tantissimo e devo ammettere che, tornando indietro, non sceglierei un letto tradizionale. Carino il tuo blog, gli ho dato una sbirciatina tra un boccone e l’altro e mi ha fatto compagnia. Un abbraccio e spero di leggerti ancora 🌸

  15. Fantastico… Io ho il bimbo che ha appena fatto 2 anni e sto cercando di iniziare a fargli fare la nanna nella sua cameretta e adesso passiamo al lettino montessori e ho adottato per i tuoi consigli sul come costruirlo!! Grazie mille!!!

    • Ciao Claudia, grazie per il tuo commento! Che bello, spero vi piaccia, noi ci siamo trovati (e ci troviamo) benissimo e il letto a terra è meraviglioso per i nostri piccoli!

  16. Che bella idea!! Grazie per le dritte a breve cambierò casa e vorrei fare una cameretta Montessori alla mia cucciola… beh prenderò sicuramente spunto… grazie… 😊😊😊

    • Sono contenta che la nostra esperienza ti sia utile! È facile da fare e vedrai come le piacerà la sua cameretta Montessori! Fammi sapere quando la finisci! 🙂 Un abbraccio

  17. Me encanta la
    Habitación y sobre todo me viene genial la opción de Ikea ! Tengo una pequeña de 15 meses y estaba justo pensando en cambiar su habitación así que te voy a copiar muchas ideas 😉! ‘E han encantado las imágenes de naturaleza , el enlace no me funciona, podrías porfavor mandármelas por mail? O mandarme otro enlace donde pueda descargarla? Muchísimas gracias de antemano! Ah, mi correo es [email protected]!
    Gracias!!!!

    • Hola y gracias por tu comentario! Acabo de arreglar el enlace así que ahora tendrías que poder descargar las imágenes sin problema (estaba roto, gracias por avisar) 🙂

      Además, como tu pequeña tiene 15 meses, creo que el post que he publicado hoy te encantará: la habitación Montessori 12-18 meses (+ home tour)! En los próximos meses, además, tengo una sorpresa para todos los aficionados de Montessori en casa, si quieres puedes regístrate a mi newsletter para no perdértela. Un abrazo 🌸

      • Hola! Me encantò la idea de la cama muy original. Mi hijo ya tiene 1 año recién y queremos cambiarle la cuna pues no le gusta para nada. Por eso hemos estado leyendo mi esposo y yo y llegamos a tu página la cual me parece muy útil. Desde que edad estuvo tu bebé en su camita independiente? Cómo fue este proceso de adaptación? Gracias!

      • Hola Brenda y gracias por tu comentario! Mira, nosotros pensábamos tenerle a Oliver en la cunita Bednest en nuestra habitación durante mucho más tiempo, pero al final lo pasamos a su habitación a los tres meses: escribí este post (donde puedes ver fotos) sobre nuestra experiencia pero el blog estaba todavía en la fase pre-trilingüe así que está solo en italiano.

        En pocas palabras, veíamos que Oliver se despertaba mucho en la cunita porque se chocaba con las paredes y nos parecía ya demasiado pequeña para él; además la verdad es que nosotros teníamos ganas de recuperar un poco de autonomia y libertad (poder mirar una peli en la cama, podernos soplar la nariz por la noche sin despertarle…) así que decidimos cambiarle ya a los tres meses. Yo empecé a ponerle a dormir en su primera cama Montessori (puedes ver la foto en el post) durante el día primero para que se acostumbrara a despertarse en ese ambiente. Y después una noche le pusimos allí (fue un poco difícil ara mí no tenerle cerca, pero me acostumbré rápido) y durmió hasta mejor que el cuna en nuestra habitación. Así que allí se quedó 🙂 (Se seguía despertando cada tres horas para mamar pero a mí no me molestaba ir allí y luego volver a mi cama). A los 10 meses le cambiamos otra vez a una cama “de niño grande” (puedes leerlo en este post) y cuando le tocará a la niña la verdad es que le pondré directamente en una cama de este tamaño porque me pareció mucho mejor y práctico.

        Para tu hijo el proceso puede tardar un poquito más porque ya tiene un año y se entera más, pero si tú le ves listo y te sientes lista, me parece perfecto. Lo único que sí te recomiendo es un periodo de adaptación, ponerle en su camita para la siesta del día al principio y cuando ves que está a gusto, empezar por la noche. Y si sabes que se mueve mucho optar por la “versión nomada” (puedes leer en este post).

        Pero siempre, siempre, lo más importante es recordar que yo te puedo contar mi experiencia, pero tú tendrás que seguir a tu niño y adaptar tus expectativas a él. Espero que me cuentes como va. ¡Muchísima suerte!

  18. Ciao carlotta, complimenti per il tuo Blog, davvero molto interessante.
    Anche io sono appassionata del metodo Montessori e sto cercando di attrezzare la casa al meglio. Per ora la mia piccola Marta (5mesi) dorme nella nostra stanza in un lettino che non è a terra e che pensiamo di sostituire con uno raso terra nel momento in cui la faremo dormire sola nella sua stanzetta. La sua stanza è molto piccina, per ora c’è il fasciatoio ( una cassettiera ikea con un bel ripiano) e una piccola libreria Billy sempre di ikea che vorrei trasformare nel suo piccolo guardaroba. Mettendo il lettino lo spazio sarà proprio poco. Non so se allestire una zona nella nostra stanza con lo specchio e la sbarra o se farlo comunque nella sua stanzetta. Ho paura che poi nella sua stanzetta ci stia poco.
    Tu cosa mi consigli?

    • Ciao Elisa, scusa il ritardo, con la piccola Emily che non si sapeva quando arrivava (ha poi deciso per l’ultimo giorno dell’anno), dicembre è stato frenetico! Ma ora eccomi qui, tornando poco a poco alla normalità.

      Guarda, io consiglio sempre di adattare gli spazi a noi stessi e all’uso che ne facciamo. Per esempio, se sai che giocherete di più in camera sua o se pensi che preferiresti creare l’abitudine di giocare in camera sua, metti tutto lì e adatta lo spazio. Per esempio, all’inizio puoi rimuovere il guardaroba piccolo che non userà fino all’anno e mezzo, e dare la priorità allo specchio e al materassino con le giostrine (e se ci sta una piccola mensola per qualche gioco e immagine da guardare quando è sdraiata). Poi quando vedi che inizia ad alzarsi in piedi, metti la barra. Io ho fatto così perché, ho lasciato che Oliver mi mostrasse le sue necessità e ho adattato lo spazio poco a poco (anche noi abbiamo spazi piccoli, nelle foto sembra molto più grande :-).

      Che ne pensi?

      Un abbraccio 🌸

      PS. Presto pubblicherò un altro post con la cameretta Montessori di Oliver adattata anche alla piccola Emily, in modo che Oliver condivida lo spazio con Emily quando gioca. Nel post vedrai anche come “creiamo” spazio in più in un ambiente piccolo. Se ti interessa e non l’hai ancora fatto, puoi iscriverti alla mia newsletter per ricevere i nuovi post in mail una volta a settimana.

  19. Ho trovato molti spunti interessanti per l’arredo della camerata e ti ringrazio molto per io tuo post. Volevo però avvisare chi ti legge che l’azienda che consigli per gli adesivi murali purtroppo non è affidabile. A me sono piaciuti tantissimo, sono quindi subito andata sul sito per acquistarli, ma dopo un mese non sono ancora arrivati e, nonostante diverse email in cui chiedevo notizie sul mio ordine, non sono mai stata nemmeno degnata di una risposta… Figuriamoci per il rimborso! Infatti, poi sono andata a vedere i commenti che le persone hanno lasciato sull’azienda e ci sono molti altri che si sono trovati nella mia stessa condizione, cioè niente rimborso e niente stickers, lascio il link in cui poterli visualizzare: https://uk.trustpilot.com/review/www.stickerswall.com
    Ovviamente ci sono anche dei commenti positivi di persone che hanno ricevuto il materiale, ma comunque quelli negativi non sono pochi. Mi sembrava corretto avvisare vista la precisione e la cura con cui è stato scritto questo blog!
    Grazie comunque, tu sicuramente eri in buona fede!

    • Ciao Michela, grazie mille per il tuo commento e feedback! Hai ragione, anche noi avevamo aspettato un sacco di tempo (oltre un mese e mezzo) prima di riceverli; mio marito aveva addirittura scritto all’azienda dopo un mese e mezzo, ma prima di ricevere risposta avevamo ricevuto il materiale. Anche altre amiche e lettrici che li hanno acquistati, hanno aspettato a lungo, ma poi li hanno ricevuti… per questo avevo poi deciso di lasciare il link a questi che ho acquistato io. Ma sono quasi sicura che si trovino simili su un altro sito, ora faccio un paio di ricerche e poi aggiorno il link con uno più affidabile. Grazie ancora! Un abbraccio 🌸

  20. Ciao Carlotta, ho scoperto il tuo blog per caso cercando info sul metodo montessori. Complimenti per il tuo blog fantastico! Ho realizzato la giostrina the dancers anche se forse troppo tardi per il mio bimbo che ha 6 mesi e mezzo…la guarda sembra piacergli ma non per più di qualche minuto non si accontenta più di osservare vuole prendere😁 poi ho preso spunto per la realizzazione della cameretta spazio gioco ecc mi hai dato dei consigli preziosi è venuta proprio carina! L’unica cosa che non ho realizzato è l’angolo del riposo/sonnellino perché il mio bimbo non è ancora così indipendente perché ciuccia ancora ogni due ore di notte e abbiamo attaccato il suo lettino al nostro letto nonostante lui voglia ancora dormire attaccato a me…ah dimenticavo…continuo a leggerti con entusiasmo perché ci sono diverse cose che ci accomunano anch’io sono una trentenne laureata in lingue straniere (inglese e spagnolo) e adoro la Spagna infatti prima di diventare mamma due anni fa io e mio marito avevamo valutato di trasferirci a Valencia o a Malaga anche se dopo averle visitate ci abbiamo ripensato perché anche lì c’è molta crisi. Vero? Comunque questo desiderio rimane sempre nel cuore perché il sole dell’Andalusia riscalda l’anima non è vero?

    • Luna, grazie per il tuo commento! Sì, hai proprio ragione, il sole qui riscalda il cuore e alla fine se ti trovi la tua piccola nicchia e sai inventarti, la crisi non la si sente 🙂 Non preoccuparti se hai proposto la giostrina più tardi, l’importante è che gli piaccia anche se da quello che scrivi, mi sa che è pronto per le giostrine da prendere e tirare!

      A proposito, ho appena lanciato il mio primo corso di La Tela, che credo sia perfetto per continuare il tuo viaggio Montessori in casa: è uno Starter Kit Montessori dove troverai tantissime idee, set di foto da stampare per le pareti, link a prodotti e giochi per età (anche per le giostrine da prendere e tirare), oltre 100 foto della nostra cameretta e di altre per prendere spunto e ispirazione man mano che evolve… è tutto online, flessibile (puoi andare alla velocità che vuoi) e c’è anche una sezione privata dove rispondo personalmente a dubbi e domande. E in più, visto che credo che Montessori debba essere alla portata di tutti, costa come un libro (ma ti dà molto, molto di più). Fammi sapere se ti piace, lo trovi qui:

      https://corsi.lateladicarlotta.com/starter-kit-montessori

      Un abbraccio


Vai di fretta?

Iscriviti alla mia newsletter settimanale e riceverai gli ultimi post direttamente in mail. Una mail ogni mercoledì. No spam 🙂


Ti potrebbe anche piacere…

Ho personalmente selezionato questi articoli per te così puoi continuare a leggere.


Articoli famosi…

Questi articoli hanno avuto un sacco di successo. Magari piacciono anche a te.


Ultimi articoli…

Appena pubblicati e pronti per essere letti tutti d'un fiato.