La Tela di Carlotta
it en es

La culla Bednest in affitto — recensione

mag 21, 2015

Questa è stata davvero una genialata! Quando è arrivata l’ora di decidere dove avrebbe dormito Oliver i primi mesi, io e Alex eravamo assolutamente d’accordo: nella nostra camera in una mini culla. Oliver ha vissuto 9 mesi nella pancia, protetto e in simbiosi con me; metterlo a dormire in una camera da solo, senza il nostro odore, il nostro contatto e i nostri suoni ci sembrava semplicemente innaturale.

E così abbiamo fatto. L’unico problema era trovare una culla piccola, bella, dal design semplice (l’ho già detto che siamo fanatici di design?) e che possibilmente non avremmo dovuto riporre da qualche parte o buttare/vendere dopo pochi mesi, quando Oliver sarebbe stato pronto per trasferirsi nella sua cameretta montessori.

Bednest è esattamente ciò che cercavamo. Non solo la culla è della misura perfetta per la nostra stanza (più grande non ci entrerebbe senza uscirne noi), ma è anche bella, comoda e pratica. E ovviamente, con l’inconfondibile stile scandinavo che ci piace tanto.

Servizio impeccabile

Il servizio è ottimo! Abbiamo ordinato (e pagato) la culla a dicembre e programmato la consegna per inizio marzo: è arrivata esattamente il giorno che avevamo richiesto.

La culla è in affitto!

Ciò che è subito piaciuto a noi amanti della semplicità e delle pulizie di primavera ogni mese dell’anno, è che la culla è in affitto! Dopo sei mesi (abbiamo deciso di affittarla per sei mesi anche se pensiamo di passare Oliver alla sua camera verso i 2-3 mesi) se la vengono a riprendere e noi non dobbiamo preoccuparci di venderla, riporla in un garage che non abbiamo o buttarla.

Materasso e lenzuola incluse!

E non è finita qui: la culla viene con tanto di materasso e due lenzuola con angoli che, come tutte le parti in tessuto, arrivano sigillati e nuovi di zecca e rimarranno con noi quando restituiremo la culla — non sarebbe molto igienico affittarla con materasso e lenzuola usate da altri prima di noi.

Altri punti a favore:

  • SI può scegliere tra diversi tipi di affitto, se si vuole addirittura con diversi materassi e lenzuola.
  • Si può ordinare in pochi minuti sul sito online fino a 7 mesi prima della data prescelta.
  • Si monta e smonta in un minuto e la culla in sé (senza la base) si può portare con sé in diverse parti della casa — ed è leggerissima.
  • Se per qualsiasi ragione non si è soddisfatti della culla (impossibile!) si hanno 30 giorni di prova per disdire l'affitto.
  • SI può assicurare al letto con due cinghie (che noi non abbiamo fatto perché è molto stabile).
  • Il meglio… sotto la foto! :-)

Allattare di notte senza doversi nemmeno alzare dal letto non ha prezzo!

Non mi devo nemmeno alzare dal letto!

Ma il meglio deve ancora venire. Bednest è pensata per quelle mamme che allattano esclusivamente e resa il più comodo possibile anche per loro. La culla ha 70 altezze diverse per adattarsi perfettamente ai diversi letti e il lato si apre e si appoggia al materasso — quasi come un’estensione: di notte posso così prendere Oliver e rimetterlo a dormire senza nemmeno alzarmi dal letto! Il massimo della praticità per le neo mamme che devono approfittare di ogni secondo di sonno.

Insomma, finora l’esperienza è stata più che positiva e la culla Bednest è al top della mia personale lista di must have!

Un piccolo aggiornamento (dopo averla restituita)

Quando è finito il periodo d’affitto, l’abbiamo restituita e questi sono alcuni pensieri sull’esperienza:

  • Due lenzuola sono sufficienti e sono felice di non averne comprate di più.
  • Stiamo ancora usando il materasso vicino al lettino montessori di Oliver.
  • Si ripone piatta e compatta, quindi quando Oliver ha iniziato a dormire nella sua stanza, l'abbiamo tenuta a portata di mano per emergenze e usata una volta che aveva la febbre.
  • È stato facilissimo rinviarla. Al mattino ho chiamato UPS, al pomeriggio sono venuti a prenderla e dopo pochi giorni ho avuto conferma che Bednest l'ha ricevuta.
  • Bednest offre ai suoi clienti di comprarla per una piccola somma, ma noi abbiamo deciso di restituirla (pulizie di primavera ogni mese dell'anno…)
  • L'esperienza è stata tutta positiva. Se solo esistessero più aziende come Bednest!

Ti è piaciuto? Clicca il cuoricino, condividilo o lascia un commento!Puoi farlo qui sotto, dopo il testo spagnolo :-)

Commenti

Silvia • gen 14, 2016

Ciao, come si attacca alla culla la sponda? Col velcro?

Carlotta • gen 15, 2016

Ciao Silvia,

No, la sponda non si attacca con il velcro, si aggancia al letto (appena lo vedi, lo capisci perché è molto intuitivo). La parte in tessuto invece, quella sì che si infila sulla sponda e poi si chiude con velcro.

Stai pensando ad affittarla?

Rita • mag 18, 2016

Buongiorno, quali sono le dimensioni della culla? Anche noi abbiamo problemi di spazio...

🌸 Carlotta • mag 18, 2016

Ciao Rita, grazie per il tuo commento :-) La culla è lunga 86cm e larga 47,5. L'altezza è regolabile per adattarsi all'altezza del tuo letto, mi sembra dai 30cm ai 66 cm. Se hai altre domande, sai dove trovarmi 🌸

Chiara • feb 1, 2017

Ciao Carlotta, mi sono innamorata subito di questa culla e ora che sono in gravidanza devo proprio decidere che culla prendere e se prenderla o no. All'inizio mi sembrava una buona idea poterla restituire, ma adesso mi chiedo se non sia uno "spreco" di soldi il fatto che poi non ti resta nulla.
ti ricordi a che cifra te l'avevano proposta dopo l'affito? Grazie e auguri con la piccola Emily

Laura • mag 6, 2017

Ciao ma quanto costa l'affitto? Soluzione super interessante

francesca • lug 6, 2018

Ciao, ho affittato la culla bednest, vorrei chiederti le misure della culla o meglio del materassino all'interno, che non riesco a trovarlo da nessuna parte.
Mi puoi aiutare?
Grazie
Francesca

Francesca • set 22, 2018

Ciao, sarei veramente interessata al noleggio della culla bednest ma non riesco proprio a trovare le informazioni relative ai costi e le condizioni per il noleggio. Potresti postare il link dove lo hai fatto tu?
Grazie Francesca

🌸 Carlotta • set 22, 2018

Ciao Francesca, grazie per il tuo commento. Te la consiglio vivamente, vi piacerà :-) Noi l'abbiamo affittata direttamente sul loro sito, non credo ci sia un altro modo. Ti lascio il link qui: affitto culla Bednest. Un abbraccio 🌸

fabiana • ago 4, 2019

Ciao! Io ho cercato informazioni per affittare la culla, non le ho trovate, e sul sito Facebook ho letto che affittano solo in Belgio, Olanda e Germania. Tu l'hai presa in Italia? Provo a scrivere a loro? Grazie

🌸 Carlotta • ago 6, 2019

Ciao! Io l’ho affittata entrambe le volte direttamente sul loro sito ed ero in Spagna. Magari su Facebook non è aggiornato, ti consiglierei di guardare direttamente sul loro sito web :-) https://www.bednest.com/ Fammi sapere!

Mariella • gen 11, 2019

adoro il tuo blog! Ho trovato le risposte che cercavo per il mio bimbo, grazie <3

🌸 Carlotta • gen 12, 2019

Grazie Mariella! Non sai quanto mi faccia piacere ❤

giusy • feb 9, 2019

fino a quanti mesi possono dormire lì?

🌸 Carlotta • feb 15, 2019

Ciao Giusy, grazie per il tuo commento. Guarda, Oliver ci ha dormito pochissimo (tre mesi) perché era un piccolo gigante e si svegliava continuamente dando colpi alle pareti. Ma Emily ci ha dormito, mi sembra, fino ai sei mesi. In linea di massima, credo che quando il bambino inizia a sedersi autonomamente e volersi alzare in piedi aggrappandosi alle pareti, sarebbe meglio spostarlo nel suo letto (che io consiglierei sicuramente a terra in stile montessori): se dovessi dirti un’età, indicativamente direi sei mesi, ma ogni bambino è unico.

Un abbraccio 🤗

Dimmi che cosa ne pensi

Ti è piaciuto? Sei d’accordo? Mi piacerebbe sapere che cosa ne pensi.

Penso che questi ti piaceranno

Corsi online

Aiuto mamme e papà ad essere genitori più consapevoli e ad affiancare la scuola (o scegliere l’homeschooling) nell’educazione dei figli.

Educare a lungo termine

Filosofia Montessori, disciplina positiva ed educazione gentile: linee guida per genitori.
La genitorialità è più semplice quando si ha una guida da seguire. Con questo corso inizierai la tua personale trasformazione interiore per diventare un genitore che educa con rispetto (per se stesso e per i figli), imparerai a usare empatia, comprensione e pazienza nelle crisi e troverai alternative ai metodi classici dell’educazione tradizionale, come minacce, castighi e punizioni. I bambini sono il futuro del nostro pianeta e il cambiamento può solo iniziare in casa.

Co-schooling: educare a casa

La scuola non basta. Siamo i primi e i migliori educatori dei nostri figli.
Quando siamo partiti per un'avventura di due anni intorno al mondo, non pensavamo di fare homeschooling. Pensavamo che il viaggio avrebbe insegnato abbastanza a tutti e così è stato. Ma, applicando la filosofia Montessori, ci è venuto spontaneo seguire gli interessi di Oliver ed Emily mano a mano che sorgevano: scrivere, leggere, matematica, geografia, scienze… senza rendercene conto e con pochissime risorse, abbiamo educato i nostri figli a casa. Noi genitori possiamo fare molto con molto poco per mantenere vivo il naturale desiderio di imparare dei nostri figli. Con questo corso voglio cambiare il concetto di homeschooling.

Il blog

Scrivo soprattutto di genitorialità consapevole, Montessori e multilinguismo. Dai un’occhiata agli ultimi post.

Mamme, papà & bimbi
Non sappiamo come fare i genitori, lo impariamo ogni giorno. Questo è il mio essere madre, le mie piccole vittorie e le amare sconfitte, le mie verità scomode e le infinite lezioni di vita Montessori. E anche tutti i prodotti per bambini e i giocattoli che amiamo di più.
Audiolibri di storie reali per bambini
Non proiettiamo le nostre insicurezze sui nostri figli
Metti in dubbio le autorità
Nella genitorialità ci va egoismo costruttivo
Un passo in più verso l'auto accettazione
E se si vuole divorziare dopo i figli?
Alex
Ci siamo dimenticati del nostro 10° anniversario di nozze!
Yoga non è solo la perfezione che vedi online
Educhiamo i nostri figli alla diversità
Montessori
Un giorno, io incinta di Oliver, mio marito mi disse: "Perché non mettiamo un materasso a terra nella camera del bimbo?". "Mai e poi mai" fu la mia risposta. È proprio così, con un rifiuto, che iniziò il mio viaggio Montessori e da allora respiro, vivo e applico la filosofia in casa ogni giorno, iniziando da me. Educare i bambini inizia da noi genitori. Per questo ho creato corsi apposta per i genitori che vogliono intraprendere un'educazione alternativa.
Un esempio di come pratico l'empatia con i miei figli
Come mostro empatia ai miei figli
Buon 4° compleanno, Emily!
Il capodanno Montessori
Il tavolo della pace Montessori
Audiolibri di storie reali per bambini
10.000 followers su Instagram!
I terribili 2 anni
Gli organi del corpo umano: attività per bambini
I bambini capiscono se spieghi con sincerità
Vita sostenibile
Vivere in modo sostenibile per me non significa solo avere uno stile di vita più ecologico. Significa prendere decisioni sostenibili per il nostro pianeta, le persone che lo abitano, ma anche per la nostra vita, il nostro stile di vita e la nostra felicità. Significa cogliere ogni occasione quotidiana per evolvere come esseri umani, per essere più felici, più sani, più gentili, più responsabili e più premurosi — l'unico modo sostenibile per un futuro significativo.
Face yoga, lo yoga per il viso
La coppetta mestruale
Perché dovresti indossare lo stesso vestito due volte su Instagram
Il potere di creare abitudini (e perché dovresti farlo anche se poi le rompi)
Mangiare in maniera responsabile è la dieta del futuro (ti va di insegnarlo ai tuoi figli?)
Il potere di NON lamentarsi: puoi farlo per un mese intero?
Pulisci il tuo pianeta, per favore!
Infografia: 8 passi per passare ai pannolini lavabili
Una nota personale sulla felicità
Una nota personale sui social media
Prima volta su La Tela?
Ho preparato alcune collezioni di articoli che ho scritto nel corso degli anni. Magari trovi qualcosa che ti interessa.

Viaggi

Abbiamo venduto tutto per viaggiare il mondo per due anni. Ora siamo in Nuova Zelanda.

Libri

Nel 2020 ho scritto 4 libri per la collezione “Gioca e Impara con il metodo Montessori” a cura di Grazia Honegger Fresco. La collezione è un progetto del Corriere della Sera e de La Gazzetta dello Sport.

Abbiamo anche implementato con Oliver ed Emily i laboratori degli ultimi 15 volumi della collezione.

Podcast

Ti faccio compagnia per un tè o una passeggiata ogni venerdì con il mio podcast Educare con Calma.

gen 15, 2021 • 20m
Come "montessorizzare" la casa per dare indipendenza ai bambini
In questo episodio di Educare con Calma parliamo di come offrire indipendenza in casa attraverso l'ambiente. Vi parlo dell'importanza dell'ambiente (anche nelle scuole Montessori), di quanto sia importante apportare piccoli cambiamenti in casa per dare più indipendenza ai bambini, e anche di come purtroppo questo non sia sufficiente… Questo tema è uno dei primi che avevo in mente di trattare sul podcast… meglio tardi che mai! 🌸 -- Come appoggiare il podcast: Io non faccio pubblicità e non acc...
25
gen 13, 2021 • 05m
Montessori in 5': Un metodo per smettere di criticare
Ho deciso di creare una piccola rubrica sul podcast in cui vi parlo di Montessori, educazione consapevole, disciplina dolce, disciplina positiva (chiamatela come volete, io la chiamo "educazione a lungo termine" 😉) e in ogni episodio tratto un tema in soli 5 minuti. In questo primo episodio vi suggerisco un metodo (infallibile) per smettere di criticare continuamente i nostri figli (a voi piacerebbe sentirvi sempre criticati e corretti?). L'episodio è nato da questa riflessione che ho fatto s...
24
gen 8, 2021 • 31m
Viaggiare a tempo pieno: domande e risposte
In questo episodio di Educare con Calma rispondo alle vostre domande (più ripetute) sul nostro stile di vita di viaggiatori a tempo pieno: perché lo abbiamo scelto, come ci manteniamo, come permettiamo lo sviluppo sociale dei bambini e molto di più. Vi lascio anche alcuni articoli relazionati a ciò di cui parlo nell'episodio: I bambini devono uscire dalla propria zona di comfort  Vuoi un cambiamento nella tua vita? Trova la grotta! Se ti va, lasciami un commento sotto gli articoli per farmi s...
23

Instagram

Aggiorno instagram quasi ogni giorno per stare “vicina” alla mia famiglia lontana.

Perché la Tela di Carlotta?
La Tela di Carlotta l’ho sognato. Una mattina mi sono svegliata e nei miei sogni avevo creato un blog chiamato proprio come il romanzo. E niente, l’ho fatto! Molti anni e infiniti alti e bassi dopo, questa ragnatela di pensieri e storie è il mio lavoro. Ci ho messo molto tempo a capire che tipo di presenza online volevo essere e oggi lo so: sono trasparente, mostro vita vera, non pubblicizzo, consiglio solo marchi sostenibili (e non perché mi pagano) e credo nel valore del mio blog e dei miei corsi — perché se non crediamo noi nel valore del nostro lavoro, nessuno ci crederà per noi.
Carlotta
Carlotta dreaming of La Tela
Lo so! Anche io sono triste che sia già finito!