La tecnologia è l’unica cura per la distanza

Lasciami un commento
Aiutami a crescere
ItalianoEnglishEspañol

L’altro giorno parlavo con mia zia su FaceTime.

Stava usando l’iPhone di mia madre e io le ho detto che se finalmente se ne comprasse uno (non che non possa permetterselo) potremmo vederci e sentirci più facilmente. La riposta è stata qualcosa del tipo: “Non voglio mica diventare schiava della tecnologia!”.

Le ho fatto notare che avere la tecnologia a nostra disposizione non significa per forza diventarne schiavi o dover abusarne. Che se avesse un’intera torta di compleanno non la mangerebbe tutta d’un colpo solo perché è lì. Che siamo menti pensanti, insomma. Ho scelto la via diplomatica, ma in realtà le avrei voluto dire: “È per questo che non ci parliamo più di un paio di volte all’anno. D’altronde, ognuno ha le proprie priorità, no?”.

Penso che le persone come mia zia semplicemente non capiscano che la distanza è come una malattia. Che ci piaccia o no, anche forti relazioni e affetti ne muoiono — anche quando è solo un volo diretto a separarci da chi amiamo.

Ma c’è una buona notizia. La lontananza ha una cura e si chiama tecnologia.

Perché non usarla?

P.S. Mia zia ha comprato un iPhone nel Natale del 2013 e da allora siamo sempre meno lontane 🙂

Pro o contro l’uso della tecnologia?


Aiutami a crescere

Starter kit block

Vuoi portare Montessori a casa tua?

Io l'ho fatto e posso aiutarti! Questo è il corso pratico che avrei voluto trovare io stessa due anni fa, quando ho dato i primi passi nella filosofia Montessori. Il corso è tutto online, 100% flessibile e ti dà accesso ad una sezione FAQ privata e personalizzata in cui risponderò personalmente a qualsiasi domanda!

E in più costa come un libro!

Voglio sapere di più →


La donna dietro le parole

Mi chiamo Carlotta, ho 33 anni, sono italiana, sposata con un finlandese e insieme cresciamo i nostri bimbi, Oliver (4) ed Emily (2), Montessori e multilingue. Stiamo vendendo tutto per viaggiare il mondo.

Leggi di più su di me →

Ti è piaciuto? Sei d'accordo? No? Dimmelo in un commento.

Se preferisci, puoi anche mandarmi un tweet o scrivermi in privato.

  1. Non essere timido. Adoro leggere cosa pensi.

Vai di fretta?

Iscriviti alla mia newsletter settimanale per ricevere gli ultimi post direttamente in mail. Solo una mail al mese. No spam (giurin giuretto!) 🙂


Ti potrebbe anche piacere…

Ho personalmente selezionato questi articoli per te così puoi continuare a leggere.


Articoli famosi…

Questi articoli hanno avuto un sacco di successo. Magari piacciono anche a te.


Ultimi articoli…

Appena pubblicati e pronti per essere letti tutti d'un fiato.

Imprint  ·  Privacy Policy