La verità su Parigi con bimbi piccoli

5 commenti
Aiutami a crescere
ItalianoEnglishEspañol

Parigi è Parigi. È una signora sicura di sé che conosce il suo valore e non ha bisogno di fare nulla di speciale per conquistarti. Sa che ti ruberà il cuore. Con tutte le sue contraddizioni, nel bene e nonostante il male.

Con il suo meraviglioso mix di culture, i piccoli balconi, la straordinaria architettura, le baguette che mangi la fine prima di arrivare a casa. Nonostante le proteste, i parchi giochi a pagamento, i minuscoli ascensori, i senzatetto, le aree brutte accanto a quelle belle senza transizione (la sindrome di Parigi è reale!).

Tutto questo non importa, un giorno ti ritroverai a camminare per le sue strade, ti guarderai intorno, farfalle nello stomaco e solo un pensiero, “Wow, sto camminando a Parigi”. Parigi è Parigi e lo sarà sempre.

MA.

Quanto è adatta Parigi con bambini piccoli? Intendo, per davvero.

Dopo un mese a Parigi, posso dire con estrema sicurezza che non è una città che consiglierei mai per una vacanza con bambini piccoli.

È caotica (ai francesi piacciono le loro proteste!), non è adatta ai bambini piccoli, c’è molto da fare con i bambini, ma quasi nulla è gratuito (nemmeno i parchi giochi a volte!), ai ristoranti non piaci molto quando arrivi con bambini… per non parlare del fatto che i bambini sopra i tre anni (!) pagano sui mezzi pubblici (questo, per noi che venivamo da Helsinki, dove perfino le mamme con passeggino non pagano, e Budapest, dove i bambini sotto i 6 anni vanno gratis, è stato uno shock!).

Di solito ci vuole più di mezz’ora per andare in qualsiasi posto (di più in autobus), i tunnel sotterranei che collegano le linee della metropolitana sono infiniti (non piacevole con due bambini piccoli che non amano camminare quando non c’è nulla da vedere), fai la fila per entrare ovunque e… la città spesso puzza di pipì, come ci faceva sempre notare Oliver.

Penso che a Parigi si debba trovare la propria bolla.

Fortunatamente, noi abbiamo trovato la nostra bolla nella zona vicino a Place de la Republique, che presto è diventato il mio posto preferito: una piazza dove quasi ogni giorno ci sono molte attività per i bambini, dove si respira un forte senso di comunità e ogni notte d’estate (quando non ci sono proteste) c’è qualche forma di evento di danza organizzata (dalla salsa allo swing al rock’nroll). Ah, e tutte le metropolitane e gli autobus arrivono e ripartono da qui.

Questa è la mia guida per genitori a Parigi con bambini piccoli, una lista di luoghi che non troverai quasi da nessun’altra parte, perché ci piace andare fuori dai sentieri battuti. Per tutto il resto, vai al bel blog Mama Love Paris, la mia lettura mattutina durante il nostro soggiorno a Parigi.

L’r de Jeux in Place de la Republique

In estate, tutti i giorni dal mercoledì alla domenica (e in inverno ogni mercoledì e ogni domenica) dalle 15 alle 19.30, un gruppo di giovani dedicati apre il grande contenitore rosso che vive in un angolo di Place de la Republique e crea una grande area giochi GRATUITA per tutti i bambini. Sì, gratuita!

Creano molte aree, ognuna delle quali è divisa da tappeti da gioco e offre un’attività diversa (Duplo, calamite, giochi d’acqua, giochi di ruolo, cucina)… e come se non bastasse, lo impostano ogni giorno in modo diverso!

Ma la cosa più bella è che queste persone amano ciò che fanno. Amano i bambini, li tengono d’occhio, giocano con loro, aiutano a risolvere i conflitti… sono semplicemente fantastici, e questo posto è un gioiello a Parigi. Hanno altre ludoteques mobili in giro per la città, quindi contattali per scoprire altre località.

Pavimento d’acqua

Ah, dall’altra parte di Place the Republique c’è una parte della piazza che è bagnata tanto da diventare un pavimento d’acqua: non è un posto per giocare di per sé, ma nessuno si lamenterà se la attraversi correndo in una giornata calda… io non ho detto nulla!

A. Lacroix Patisserie

Il giorno in cui visiti Notre Dame, devi andare a A. Lacroix Patisserie. Non solo perché hanno dolci fantastici (apparentemente al pasticcere piace improvvisare, quindi la selezione cambia spesso) e giganteschi macarron, ma perché hanno un’area giochi così mamma e papà possano prendersi una vera pausa. Prego!

E molto probabilmente, i dolcetti daranno a tutti abbastanza energia per fare una bella passeggiata lungo la Senna fino al Louvre, per scattare una foto come questa:

Il “bar della barca”

Zia Cri ha trovato Le Comptoir Général, un pub che funge anche da caffetteria di giorno, e le è piaciuto tanto il loro piccolo vassoio con caffè e tre mini croissant. Sfortunatamente, quando ci ha portato lì, avevano un evento speciale e quindi non abbiamo potuto fare colazione. Ma siamo riusciti a scattare una foto sulla barca (normalmente non si può salire, ma noi non lo sapevamo, oops!).

Non ha un’area giochi, ma è grande, ha un bel patio e molti bei dettagli che i bambini possono esplorare. Se visiti Canal San Martin, questo posto ti offrirà una piccola pausa. Hanno orari di apertura diversi, quindi chiamali prima di andarci!

Buttes’Chaumont Park

Questo, per me, è un must! Il parco non ha un parco giochi, ma è un parco giochi in sé. Oliver ed Emily hanno passato ore a lanciare bastoni nell’acqua e seguirli lungo il ruscello. La vista dal Temple de la Sibylle (a cui si arriva attraversando un ponte realizzato dallo stesso creatore della Torre Eiffel!!) merita davvero nonostante la ripida salita!

Mama’Lou

Potrebbe sembrare folle, ma a Parigi ci sono pochissimi bar per famiglie (bar con area giochi), e sono tutti nel 15° arrondissement (distretto). A proposito, sapevi che a Parigi sai sempre in quale distretto ti trovi perché è scritto sopra ogni cartello con il nome della strada?

Mama’lou è l’unico bar che era aperto durante il nostro soggiorno (in agosto molte attività commerciali chiudono per le vacanze), ma la proprietaria è così adorabile e il posto è talmente bello e accogliente, che sarebbe comunque stato il mio bar per famiglie preferito! Offre una selezione di torte e caffè (che in combinazione con un’area giochi è tutto ciò di cui mamma ha bisogno ;-).

Trovali su FacebooK e su GoogleMaps.

Non fanno pranzo, ma ci sono molti ristoranti nelle vicinanze: noi abbiamo scelto il vegetariano Restaurant Vege per deliziose insalate e hummus con pane pita. Gelato da Amorino(suona italiano, ma in realtà è francese, proprio di Parigi!), ancora un po’ di giochi folli al parco giochi Square Yvette Chauviré ed eravamo tutti felici!

Posti turistici

Tra i luoghi più turistici, che ovviamente abbiamo visitato, questi sono stati i nostri preferiti e aggiungerò alcuni dei miei consigli segreti di La Tela per visitarli:

Giardini del Lussemburgo

Puoi facilmente passare un’intera giornata qui (e dovresti, perché il parco giochi si paga a giorno, 3€ per bambino ;-). Il parco giochi è grande, con molte strutture, una zip line e bagni puliti! L’antico carosello vicino al parco è carinissimo ed Emily era super concentrata cercando di prendere gli anelli con la sua bacchetta!

Proprio vicino al parco giochi, troverai il Teatro delle Marionette (attivo dal 1933): 25€ per tutta la famiglia e ci siamo divertiti tutti anche se era in francese. Suggerimento La Tela: vai presto e fai sedere i tuoi bimbi nell’ultima fila per soli bambini, così puoi sederti proprio dietro di loro e spiegare, se necessario. Dai un’occhiata al loro sito web per vedere il programma (noi abbiamo visto Les aventures du chat Minouchet].

Solo il parco, il parco giochi e lo spettacolo di marionette saranno sufficienti per trascorrere una giornata qui, ma se non sei troppo stanco, puoi noleggiare barche a vela giocattolo vicino alla grande fontana e farle navigare.

Ci sono molti ristoranti intorno al parco, ma non ho una raccomandazione straordinaria: noi abbiamo condiviso due pizze a La Piazzetta.

Jardin d’Acclimatation

Avevo letto online che puoi andare al Jardin d’Acclimatation e pagare solo il biglietto d’ingresso, saltare le giostre e recarti direttamente ai (meravigliosi) parchi giochi gratuiti e alla (fantastica) “piscina” di spruzzi. Be’, risulta invece che con bambini piccoli non puoi! Devi passare tutte le giostre per raggiungere i parchi giochi gratuiti… è come portare un bambino in un negozio di giocattoli solo per guardare i giocattoli! Non ha senso!

Abbiamo comprato un pacchetto di 15 corse per 35€ e i bambini sono stati contentissimi. PS. Nota che sul Carosello gli adulti vanno gratis, mentre in tutte le altre giostre dove i bambini devono essere accompagnati, anche i genitori devono pagare, quindi se i vostri figli sanno contare, per evitare crisi magari spiega in anticipo che non saranno 15 corse ;-).

Tour Eiffel (non è necessario un link di Google, vero? 😉

Parigi non è Parigi senza una visita alla Tour Eiffel, che j’adore! L’adoro così tanto che ci sono andata cinque volte durante il mio soggiorno a Parigi, tre volte con i bambini e due volte di notte per vederla brillare.

Puoi andare gratis sotto la torre e da un lato c’è un laghetto carino circondato da rocce che Oliver si è divertito a scalare.

C’è anche un parco giochi a Champ de Mars, ma Oliver ha detto che puzzava di pipì, (blah!). Quindi, se hai bisogno di un posto per decomprimere dopo la Tour Eiffel, vai allo splendido bar Mama’Lou per un’oretta di gioco rilassante (e caffè per mamma, ovviamente): sono circa 15 minuti a piedi (con un passeggino) o un po’ meno con un Lime… e ne vale assolutamente la pena!

PS. Anche a Parigi, come a Vienna e Budapest, abbiamo usato tanto i Lime! Sceglievamo una corsa di gruppo, io mettevo Emily nel marsupio dietro, Oliver andava con papà o zia Cri, e voilat!

Parc La Villette

Se hai voglia di una giornata di parchi giochi, La Villette è la scelta migliore. I tre diversi parchi giochi sono GRATUITI (e sono bellissimi… anche il famosissimo Scivolo del Drago è qui!), puoi fare un picnic sull’erba o prenderti un delizioso spiedino (anche vegetariano) con patatine a La Petite Brochette (uno stand nell’accogliente giardino del ristorante La Petite Halle); e se il tempo peggiora, vai a Little Villette, un’area giochi interna con molte attività diverse (è gratis, ma controlla gli orari di apertura sul loro sito web).

Siamo anche andati alla Cité des Enfants, una mostra/area giochi permanente per 2-7 anni dentro il museo Cité des Sciences et de l’Industrie, ma… onestamente? Sebbene sia bello e pieno di attività, è costoso (gli adulti pagano più dei bambini!), è a durata (1,5 ore e poi si esce) e mi sarebbe piaciuto vedere lo staff più coinvolto con i bambini… per me, non ne vale la pena!

Se decidi di andarci, dopo puoi andare a mangiarti una pizza da IT al centro commerciale della porta accanto (lo so, lo so, la pizza in un centro commerciale di solito è un NO-NO, ma questa è davvero decente e a prezzi incredibili a Parigi. Fidati di me!).

Vuoi visitare Montmartre con bambini?

Una visita a Montmartre significa camminare tanto e salire infinite scale, che non è ideale per bambini piccoli.

Ma puoi renderlo divertente: prendi la funicolare (è lo stesso biglietto della metro), passeggia per la piazza cercando di trovare la Tour Eiffel in lontananza (non è facile!), fai un giro veloce all’interno di Sacré-Cœur (Oliver ed Emily hanno acceso tre candele!), e poi sali sul trenino turistico e rilassati per mezz’ora mentre ti porta in giro per l’intero quartiere di Montmartre, passando anche di fronte al Moulin Rouge.

Pranzo? Vai da Soul Kitchen e goditi un buonissimo menù vegetariano per 15€ mentre i bimbi  leggono tutti i libri per bambini sulle mensole!

Musée d’Orsay

Se hai voglia di provare qualcosa da adulti con i bambini, Musée D’Orsay è probabilmente la soluzione migliore. Ed è sorprendente. E bambini grandi e piccoli, giovani sotto i 26 anni entrano gratis. E se ti piace l’arte come a me, qui puoi vedere, tra gli altri, l’autoritratto di Van Gogh, l’Olympia e Le Déjeuner sur l’Herbe di Manet, la statua Orso Polare di Ponpon e questo straordinario dipinto di pecore che a Oliver è piaciuto tanto 😉

Babysitter a Parigi

Ragazzi, Parigi potrebbe non essere adatta ai bambini, ma è molto adatta alle coppie, alle cenette a lume di candela ed è così romantica che non si può non uscire uscire almeno una volta durante la visita.

Fortunatamente per te, non abbiamo potuto portare con noi la nostra babysitter in giro per il mondo (gliel’ho chiesto ma non poteva ;-), quindi è ancora a Parigi e ha accettato di condividere pubblicamente il suo contatto con i lettori di La Tela.

Si chiama Rocio, è argentina ma parla anche inglese, e farà di tutto per rendere felici i tuoi bambini. Ecco il suo numero: (+33) 633 06 10 25.

Miglior appuntamento romantico a Parigi?

Cenetta a Montmartre, le luci della città dalla piazza di fronte alla Cattedrale del Sacro Cuore, una passeggiatina tra stradine e scalette e… andate a vedere il Mouline Rouge! È costoso, ma è incredibile!

È lo spettacolo migliore che abbia mai visto in tutta la mia vita (e abbiamo visto incredibili spettacoli del Cirque du Soleil a Las Vegas). Così incredibile che io e Alex (sì, anche Alex!!) non potevamo smettere di parlarne quando siamo tornati a casa alle 2 del mattino!

Scarica la mia collezione Apple Maps per Parigi

Ogni volta che visito una città, prima di partire, creo una collezione Apple che mi aiuta quando sono in viaggio.

Se vuoi, puoi scaricare la mia collezione Apple Maps di Parigi e aggiungere i luoghi che vuoi vedere per creare la tua!


Aiutami a crescere

Starter kit block

Vuoi portare Montessori a casa tua?

Io l'ho fatto e posso aiutarti! Questo è il corso pratico che avrei voluto trovare io stessa due anni fa, quando ho dato i primi passi nella filosofia Montessori. Il corso è tutto online, 100% flessibile e ti dà accesso ad una sezione FAQ privata e personalizzata in cui risponderò personalmente a qualsiasi domanda!

E in più costa come un libro!

Voglio sapere di più →


La donna dietro le parole

Mi chiamo Carlotta, ho 33 anni, sono italiana, sposata con un finlandese e insieme cresciamo i nostri bimbi, Oliver (4) ed Emily (2), Montessori e multilingue. Stiamo vendendo tutto per viaggiare il mondo.

Leggi di più su di me →

Ti è piaciuto? Sei d'accordo? No? Dimmelo in un commento.

Se preferisci, puoi anche mandarmi un tweet o scrivermi in privato.

  1. Bel post, soprattutto utile! Spesso le ricerche “Parigi con bambini”mi rimandano a consigli superficiali e un po’ noiosi. Il tuo articolo invece credo mi potrà essere d’aiuto la prossima volta che andrò a trovare la mia amica Parigina insieme alla mia bimba dueenne. Quindi Grazie molte!

  2. You are wrong about Buttes- Chaumont Park. There is a playground, but not easily spotted though, and not a great one. Other than that- great collection! My kids loved pushing sailboats in Jardin des Tuileries during summertime.

    • You’re totally right, I know there’s a playground in Buttes Chaumont (and a little carousel and a small puppet theatre) but they didn’t make our list of favorites 🤣 (the playground is terrible, the waterfalls and the streams were a lot better!). Thanks so much for your comment 🤗🌸

  3. Ciao, è triste però sapere che una città così avanti sotto tanti aspetti sia ancora così indietro dal punto di vista di vita con i bambini…

    • Sono proprio d’accordo con te, cara Priscilla. È stata una delusione, anche perché credo che il valore di un Paese stia in come tratta i suoi bambini e i suoi anziani (zero ascensori nelle metro, come fa un anziano a usarla?) 💕


Vai di fretta?

Iscriviti alla mia newsletter settimanale per ricevere gli ultimi post direttamente in mail. Solo una mail al mese. No spam (giurin giuretto!) 🙂


Ti potrebbe anche piacere…

Ho personalmente selezionato questi articoli per te così puoi continuare a leggere.


Articoli famosi…

Questi articoli hanno avuto un sacco di successo. Magari piacciono anche a te.


Ultimi articoli…

Appena pubblicati e pronti per essere letti tutti d'un fiato.

Imprint  ·  Privacy Policy