La Tela di Carlotta
it en es

Letto Montessori IKEA 90x200cm (versione bimbo grande)

apr 25, 2016

Quando Oliver aveva circa 10 mesi, insieme ad altri cambiamenti al nostro ambiente preparato (come il nostro nuovo angolo lettura che a mamma piace tanto!), abbiamo anche deciso che era finalmente arrivata l’ora di regalare a Oliver un letto da bimbo grande.

Fino ad ora aveva dormito in un letto 70x160 cm—il suo primo lettino Montessori che avevamo comprato all’IKEA e modificato tagliando le gambe—e probabilmente avrebbe potuto continuare a dormire lì per un bel po’, ma io volevo che avesse un materasso migliore e abbiamo quindi deciso di fare il cambio.

Eravamo indecisi tra il letto FJELLSE e il TARVA di IKEA, ma abbiamo poi scelto quest’ultimo (TARVA, 90×200 cm) perché quei grossi buchi nella testiera del FJELLSE ci sembravano scomodi (non dico pericolosi, perché non voglio esagerare).

Proprio come con il primo letto, anche in questo caso abbiamo tagliato le gambe per renderlo ad altezza pavimento, lasciando 2 cm in modo da poter spingere il tappeto sotto.

Dopo lungo leggere e pensare abbiamo scelto il materasso MORGEDAL 90×220 cm.

Troppo alto?

Anche questa volta ero un po’ preoccupata per l’altezza, perché è almeno 10 cm più alto del lettino in cui era abituato a dormire.

Per questo abbiamo anche considerato l’opzione di comprare il letto reversibile KURA (come ha fatto una nostra amica) e usarlo con la parte del letto in alto e il materasso direttamente per terra (nello spazio pensato per l’area gioco).

Sarebbe stata una soluzione carinissima anche per quando Oliver crescerà e potrà, tra qualche anno, usare le scale e dormire in alto (che io ho sempre desiderato da piccola, ma mai fatto)… e chissà, magari con la sorellina o il fratellino sotto :-)

Ma alla fine abbiamo optato per tenere tutta la camera rasoterra, che ci sembrava più accessibile per Oliver e meno “affollata” alla vista.

Ah, e ancora una volta, tutti i dubbi e le preoccupazioni per l’altezza si sono rivelate completamente infondate e, con un po’ di pratica, Oliver ha imparato a scendere dal letto in retromarcia in men che non si dica. E qui sotto lo vedete in versione modello per mostrarvi le sue abilità…

Ti interessa Montessori?

Allora potrebbero incuriosirti i miei due corsi online per genitori: Come montessorizzare la tua casa e Diventa un genitore Montessori ed educa nel rispetto.

Commenti

flavio ricci • apr 26, 2016

se si considera che anche nel libro di grazia honegger si suggerisce un gradino alto 15 cm al massimo, direi che siete sulla buona strada.

🌸 Carlotta • apr 26, 2016

Ciao Flavio, grazie per la informazione. Noi siamo andati a istinto e i primi giorni per capire come si comportava Oliver abbiamo messo il materasso del letto precedente per terra, ma non è servito. Grazie per il tuo commento e a presto 🌸

Cinzia • apr 26, 2016

Ciao. E' sempre molto interessante leggerti. Noi abbiamo preso proprio il Kura che dobbiamo ancora montare ma lo faremo a breve perché nella culla sospesa ci starà ancora per poco. L idea era appunto quella di mettere il materasso basso . Vedremo

🌸 Carlotta • apr 27, 2016

Ciao Cinzia, grazie per il tuo commento! Credo che con il Kura ti troverai benissimo e per renderlo Montessori non ti serve nemmeno la sega ;-) La mia amica si trova benissimo e devo dire che anche a me piace molto, anche pensando nell'opzione futura di dormire in alto e avere i giochi sotto. Fammi sapere come ti trovi quando lo iniziate ad usare 🌸

Serena • apr 27, 2016

Ad Agosto io e il mio compagno diventeremo Mamma e Papà per la prima volta. Un pò per caso spulciando in internet qualche mese fa ho scoperto il tuo blog;ne sono rimasta affascinata ed incuriosita ed ora vengo settimanalmente a spulciare, sia qui che sulla tua pagina Fb.
Conoscevo già la Montessori, ma grazie al tuo blog ho deciso di approfondire e mi sono ritrovata catapultata in un mondo fantastico, quindi grazie :)
Nell'attesa di cucciola ci diamo alla lettura.
Oggi iniziamo a dipingere quella che sarà la sua cameretta e poi inizieremo ad arredarla(che emozione!)probabilmente scopiazzando un pò quella del vostro bellissimo Oliver ;) quindi anche qui grazie per le descrizioni dettagliate ed in continuo aggiornamento! Speriamo di riuscire a crearle un ambiente ideale e confortevole. Per il letto,per non metterlo a contatto con il pavimento, stavamo pensando di far fare da un falegname una sorta di cassone da mettere in terra,credi possa andare? E poi volevo anche chiederti se quindi secondo te per iniziare sarebbe meglio avere un materasso piccolo (di che dimensioni più o meno?!)
Grazie anticipatamente :)

🌸 Carlotta • apr 27, 2016

Ciao Serena, grazie, non sai che piacere mi faccia che la nostra esperienza ti sia d'aiuto. E congratulazioni per la vostra piccola in arrivo… che emozione immensa! Goditi questi mesi intermedi di gravidanza perché per me sono i migliori!

Per il letto, se non vuoi fare come noi con il letto IKEA (in cui il materasso sta sulle doghe), l'idea del cassone mi sembra perfetta! Magari puoi ispirarti a queste di Woodly, che sono carinissimi.

Per quanto riguarda la dimensione, con Oliver abbiamo iniziato con il letto più piccolo, ma con la scimmietta n.2 (quando sarà) andremo direttamente sul letto dimensione normale 90x200 cm, perché ci siamo resi conto che sarebbe andato bene già dall'inizio.

Tra l'altro, sto mettendo insieme un post con camerette Montessori di altre famiglie, così potrai trovare più ispirazione. Uscirà tra un paio di settimane :-) Se non vuoi perderti i post, oltre alla pagina Facebook (tra l'altro, grazie per il "Mi Piace"), puoi iscriverti alla mia newsletter e ricevere in posta gli articoli nuovi una volta a settimana.

Un abbraccio a tutti e tre 🌸

flavio ricci • apr 28, 2016

Io consiglio a Carlotta e alle altre persone che leggono qui, questo libro (avreste potuto vedere come fare un "box" per bambini senza sbarre e sicuro. Avreste visto come rendere accessibili le scale).
Della stessa autrice c'è anche un libro per i giochi durante la prima infanzia. La Honegger è stata una delle ultime allieve della Montessori.
Poi a voi la scelta.

🌸 Carlotta • apr 28, 2016

Grazie per il consiglio, Flavio, lo leggerò senz'altro! Ci "vediamo" nel prossimo post 🌸

valentina • ott 13, 2016

ciao carlotta, hai una mail a cui posso scriverti? ho delle perplessità sul lettino montessori che probabilmente tu puoi aiutarmi a capire. sempre se ti va e hai tempo, non voglio disturbare.

grazie comunque

🌸 Carlotta • ott 17, 2016

Ciao Valentina, certo, scrivimi pure a [email protected] :-) Sarò felice di aiutarti se posso! Un abbraccio

Sara • ott 25, 2016

Ciao Carlotta, sono capitata per caso sul tuo blog perchè cercavo idee per arredare la cameretta di Giorgia (15 mesi). Erano ormai un paio di mesi che si svegliava nel cuore della notte nel suo lettino nella nostra stanza perchè a forza di rigirarsi perdeva totalmente il sonno. Così dopo aver visto il tuo blog ci siamo decisi e abbiamo seguito il tuo esempio. Da domenica notte dorme nel suo letto. Aldilà che è entusiasta della sua cameretta, poi si addormenta facilmente nel lettino come me accanto (abitudine presa anche quando dormiva in stanza con noi). La prima notte non è mai scivolata, ma stanotte verso le 4 l'ho sentita lamentarsi e l'ho trovata in dormiveglia seduta a terra (tutto intorno avevo messo dei mega cuscini). Nel dirle di salire sul letto lei si è sdraiata sui cuscini e si è riaddormentata subito....alla fine l'ho spostata io nel letto. Ora...io ho anche una spondina a disposizione da metterle...ma sono poco convinta perchè ho notato che comunque stanotte non si è nè spaventata ne si è fatta male. Ho però due conoscenti che lavorano come maestre che "assolutamente metti la sponda perchè è poco sicuro". Insomma...pavimento imbottito, letto imbottito...più sicuro di così! tu che dici? ho paura che mettendo la sponda lei si abitui a quella e le si appoggi addosso come fa di solito e al momento di toglierla siamo punto e a capo..

🌸 Carlotta • nov 8, 2016

Ciao Sara, grazie per il tuo commento e scusa per il ritardo!

Guarda, io non ho mai messo la sponda e mi sono trovata benissimo: ho come te optato per la versione nomade e ho dato fiducia alla capacità di Oliver di sviluppare la sua consapevolezza spaziale… puoi leggerne di più su questo post. Anche io trovavo Oliver seduto sul tappeto, addormentato sui cuscini, ma è stato solo per pochi giorni e poi non è più successo. Ora che ha 19 mesi non cade mai mai mai dal letto!

Ma in queste cose io ti consiglio di seguire sempre il tuo istinto e non ascoltare la gente (me inclusa ;-)

Un abbraccio

Sara • nov 9, 2016

Grazie mille della risposta
Alla fine niente sponsa ma solo dei cuscinoni in terra e un cuscino salsicciotto sul bordo. Non l'ho più trovata in terra (ma in mille posizioni diverse durante la notte). Sono davvero felice della scelta che ho fatto e di aver seguito il tuo consiglio. Giorgia è davvero entusiasta della sua cameretta (non ancora del tutto completata causa mancanza di tempo)...e devo dire che anche il mio sonno è molto più rilassante e tranquillo.

Monica • feb 22, 2017

Ciao!! Ma quei fantastici adesivi da parete dove li posso trovare?!? Anche noi prenderemo il letto che hai fatto tu, ma credo già bella versione più grande!

🌸 Carlotta • feb 22, 2017

Ciao Monica e grazie per il tuo commento! Se stai facendo la cameretta credo ti possa interessare il mio nuovo corso "Starter Kit Montessori", dove troverai tutti i prodotti, i giochi per età che abbiamo usato noi e anche tante alternative valide. E poi ovviamente tutto il resto, dai quadri alle giostrine alle mensole alla nostra esperienza...

Dacci un'occhiata perché sono sicura che ti piacerà! Lo trovi qui: https://corsi.lateladicarlotta.com

Anche noi tornassimo indietro sceglieremmo direttamente la versione più grande! :-)

Dimmi che cosa ne pensi

Ti è piaciuto? Sei d’accordo? Mi piacerebbe sapere che cosa ne pensi.

Penso che questi ti piaceranno

Corsi online

Aiuto mamme e papà ad essere genitori più consapevoli e ad affiancare la scuola (o scegliere l’homeschooling) nell’educazione dei figli.

Educare a lungo termine

Filosofia Montessori, disciplina positiva ed educazione gentile: linee guida per genitori.
1
La genitorialità è più semplice quando si ha una guida da seguire. Con questo corso inizierai la tua personale trasformazione interiore per diventare un genitore che educa con rispetto (per se stesso e per i figli), imparerai a usare empatia, comprensione e pazienza nelle crisi e troverai alternative ai metodi classici dell’educazione tradizionale, come minacce, castighi e punizioni. I bambini sono il futuro del nostro pianeta e il cambiamento può solo iniziare in casa.

Co-schooling: educare a casa

La scuola non basta. Siamo i primi e i migliori educatori dei nostri figli.
2
Quando siamo partiti per un'avventura di due anni intorno al mondo, non pensavamo di fare homeschooling. Pensavamo che il viaggio avrebbe insegnato abbastanza a tutti e così è stato. Ma, applicando la filosofia Montessori, ci è venuto spontaneo seguire gli interessi di Oliver ed Emily mano a mano che sorgevano: scrivere, leggere, matematica, geografia, scienze… senza rendercene conto e con pochissime risorse, abbiamo educato i nostri figli a casa. Noi genitori possiamo fare molto con molto poco per mantenere vivo il naturale desiderio di imparare dei nostri figli. Con questo corso voglio cambiare il concetto di homeschooling.
Arriva a breve!

Il blog

Scrivo soprattutto di genitorialità consapevole, Montessori e multilinguismo. Dai un’occhiata agli ultimi post.

Montessori
Un giorno, io incinta di Oliver, mio marito mi disse: "Perché non mettiamo un materasso a terra nella camera del bimbo?". "Mai e poi mai" fu la mia risposta. È proprio così, con un rifiuto, che iniziò il mio viaggio Montessori e da allora respiro, vivo e applico la filosofia in casa ogni giorno, iniziando da me. Educare i bambini inizia da noi genitori. Per questo ho creato corsi apposta per i genitori che vogliono intraprendere un'educazione alternativa.
Bambini in cucina: semplice ricetta disegnata
Burattini di verdure
Mosaico di fagioli e semi
Non sono perfetta. Sono consapevole
Carte dello yoga
Bambini al ristorante: ricalibriamo le aspettative
Non chiedere a tuo figlio di condividere i giocattoli
I "bravo" che intaccano l'autostima dei nostri figli
Il nostro compleanno Montessori
Come rendere una camera più Montessori (la cameretta creata da Deborah)
Vita sostenibile
Vivere in modo sostenibile per me non significa solo avere uno stile di vita più ecologico. Significa prendere decisioni sostenibili per il nostro pianeta, le persone che lo abitano, ma anche per la nostra vita, il nostro stile di vita e la nostra felicità. Significa cogliere ogni occasione quotidiana per evolvere come esseri umani, per essere più felici, più sani, più gentili, più responsabili e più premurosi — l'unico modo sostenibile per un futuro significativo.
Face yoga, lo yoga per il viso
La coppetta mestruale
Perché dovresti indossare lo stesso vestito due volte su Instagram
Il potere di creare abitudini (e perché dovresti farlo anche se poi le rompi)
Mangiare in maniera responsabile è la dieta del futuro (ti va di insegnarlo ai tuoi figli?)
Il potere di NON lamentarsi: puoi farlo per un mese intero?
Pulisci il tuo pianeta, per favore!
Infografia: 8 passi per passare ai pannolini lavabili
Una nota personale sulla felicità
Una nota personale sui social media
Prima volta su La Tela?
Ho preparato alcune collezioni di articoli che ho scritto nel corso degli anni. Magari trovi qualcosa che ti interessa.

Viaggi

Abbiamo venduto tutto per viaggiare il mondo per due anni. Ora siamo in Nuova Zelanda.

Libri

Nel 2020 ho scritto 4 libri per la collezione “Gioca e Impara con il metodo Montessori” a cura di Grazia Honegger Fresco. La collezione è un progetto del Corriere della Sera e de La Gazzetta dello Sport.

Abbiamo anche implementato con Oliver ed Emily i laboratori degli ultimi 15 volumi della collezione.

Podcast

Ti faccio compagnia per un tè o una passeggiata ogni venerdì con il mio podcast Educare con Calma.

ott 16, 2020 • 19m
La nostra routine con i bimbi
Mi chiedete spessissimo quale sia la nostra routine a casa con i bimbi e in questo episodio vi svelo che noi, una routine vera e propria, non ce l'abbiamo. Abbiamo una routine minima e indispensabile, che è un concetto che mi sono totalmente inventata su due piedi mentre parlavo a briglia sciolta in questo episodio, ma che credo funzioni davvero. Almeno per noi. La routine minima e indispensabile, secondo me, risponde anche a un altro "problema": trovo che ci bombardino spesso con l'idea del...
11
ott 9, 2020 • 24m
Sostenibilità: come sensibilizzare i bambini e i giovani adulti | Con Cristiana Cerri Gambarelli
In questa puntata a due voci di Educare con Calma – divisa a metà perché amo gli episodi corti - parliamo di sostenibilità e per farlo ho invitato mia sorella, Cristiana Cerri Gambarelli, project manager della Federazione dei Giovani Verdi Europei e un esempio per chiunque voglia intraprendere un viaggio nella sostenibilità: negli ultimi ha cambiato tutta la sua vita per ridurre la sua impronta di carbonio e per prendere ogni giorno decisioni più sostenibili per il nostro pianeta e in questa ...
10
ott 2, 2020 • 24m
Intraprendere un viaggio nella sostenibilità | Con Cristiana Cerri Gambarelli
In questa puntata a due voci di Educare con Calma – divisa a metà perché amo gli episodi corti - parliamo di sostenibilità e per farlo ho invitato mia sorella, Cristiana Cerri Gambarelli, project manager della Federazione dei Giovani Verdi Europei e un esempio per chiunque voglia intraprendere un viaggio nella sostenibilità: negli ultimi ha cambiato tutta la sua vita per ridurre la sua impronta di carbonio e per prendere ogni giorno decisioni più sostenibili per il nostro pianeta e in questa ...
9

Instagram

Aggiorno instagram quasi ogni giorno per stare “vicina” alla mia famiglia lontana.

Perché la Tela di Carlotta?
La Tela di Carlotta l’ho sognato. Una mattina mi sono svegliata e nei miei sogni avevo creato un blog chiamato proprio come il romanzo. E niente, l’ho fatto! Molti anni e infiniti alti e bassi dopo, questa ragnatela di pensieri e storie è il mio lavoro. Ci ho messo molto tempo a capire che tipo di presenza online volevo essere e oggi lo so: sono trasparente, mostro vita vera, non pubblicizzo, consiglio solo marchi sostenibili (e non perché mi pagano) e credo nel valore del mio blog e dei miei corsi — perché se non crediamo noi nel valore del nostro lavoro, nessuno ci crederà per noi.
Carlotta
Carlotta dreaming of La Tela
Lo so! Anche io sono triste che sia già finito!