La Tela di Carlotta
it en es

Non lo trovi difficile liberarti di tutto ciò che possiedi? (Stiamo vendendo tutto per viaggiare il mondo)

gen 31, 2019

SÌ!

Oh wow, è davvero difficile! Molto più difficile di quanto mi aspettassi!

Ci sono così tante cose materiali che faccio fatica a lasciare andare.

La mia scrivania gialla, che mi ha visto crescere come scrittrice anno dopo anno, reinventarmi più e più volte — mi ricorda che posso diventare quello che voglio, quante volte voglio.

Le mie scarpe da ballo, che sono state le compagne di infinite serate di salsa, prove di danza, spettacoli in teatro — scarpe che ho consumato, rotto, incollato, scocciato e indossato di nuovo.

I mobili per bambini Montessori, che mi hanno visto evolvere come mamma, diventare più sicura di me e paziente — mobili che sono diventati lo sfondo del mio blog.

Il mio frullatore, perché non c’è assolutamente niente di meglio di un frullato freddo in estate e una zuppa calda in inverno.

Qualcuno mi ha detto l’altro giorno: “Sono solo cose materiali, puoi sostituirle”.

Ma vedi, non è questo il punto. Sì, sono solo cose, e sì, posso sostituirle prima o poi. Ma il punto è: non voglio sostituirle, non per molto tempo. Mi sto liberando di tutto per abbracciare un nuovo stile di vita fatto di esperienze invece di cose, di vita minimalista, di consumismo quasi-a-zero, di massimo rispetto per ciò che abbiamo perché è tutto ciò che abbiamo.

Voglio che questo viaggio intorno al mondo sia molto più di un semplice viaggio per luoghi diversi, voglio che sia un viaggio dentro noi stessi, un’esperienza di nuovi modi di vedere la vita e le persone, di trovare la felicità in noi stessi e nella nostra famiglia, non in un nuovo aspirapolvere o in un altro vestito per un armadio pieno di vestiti.

E per favore, non sentirti giudicato dalle mie parole se hai appena comprato un nuovo aspirapolvere o un altro vestito per il tuo guardaroba straripante: questa è la tua vita (e la mia fino a qualche mese fa!), e spero che ti renda felice.

La mia vita ha semplicemente preso una strada diversa, una che non avevo previsto affatto e che porta un livello e significato completamente nuovo di felicità. Questo è il percorso che sento di dover seguire non solo per me, per noi e i nostri figli, ma anche per l’ambiente e per quello in cui credo.

Quindi sì, lasciare andare le mie cose è difficile, perché sono molto più di “solo cose”, sono ricordi e vita. Ma a volte abbiamo bisogno di liberarci del passato per rinascere dalle ceneri del nostro vecchio io. È difficile, un viaggio a sé stante, ma è anche liberatorio ed energia ante, ti dà il controllo.

Una delle mie citazioni preferite è sempre stata:

“Il passato è come un’ancora che ci trattiene. Devi lasciare andare chi sei per diventare chi sarai”.

Credo che in questo momento della mia vita, questo significhi liberarmi delle cose che pensavo mi definissero, per dare alla mia vita e a me stessa un significato completamente nuovo. Augurami buona fortuna.

Aggiornamento 2021

Siamo felici. Abbiamo pochissimo e non ci manca nulla (non di materiale). Con il passare del tempo siamo diventati più bravi a non comprare nulla di superfluo o che non abbiamo bisogno e ci sentiamo felici – perché dopo tre anni nel viaggio della sostenibilità, ho capito che l'unica maniera per aiutare davvero il nostro pianeta non è riciclare, scelgliere meglio i marchi, evitare la plastica al supermercato, considerare la carne un lusso (anche se tutto questo serve)… l'unica maniera per aiutare davvero il nostro pianeta è ridurre drasticamente ciò che compriamo.

Abbiamo bisogno di molto meno di quanto pensiamo.

Dimmi che cosa ne pensi

Ti è piaciuto? Sei d’accordo? Mi piacerebbe sapere che cosa ne pensi.

Commenti

Federica • gen 31, 2019

Buona fortuna! Leggendoti la mia pancia si muove e porta "scompiglio" al cuore. Sono i miei sussulti di felicità quando mi sento toccata nel vivo di ciò a cui tendo e....in cui mi riconosco. In questo momento in cui la vita mi ha fatto dono, a 45 anni, di un bimbo di 20 mesi, a volte sento di perdere la connessione con me stessa...non per l'essere madre ma per la fatica di ricordarsi di essere anche AltrA. Mindfulness scrivevi tempo fa....quindi forza di Riparte. Ancora buona fortuna

🌸 Carlotta • feb 1, 2019

Che belle parole, Federica, ti ringrazio per aver condiviso un po’ di te con me.

Credo che poco a poco, piano piano, arriva sempre un momento in cui una madre deve riappropriarsi della donna. A volte avviene naturalmente, a volte (come lo è stato per me con entrambi Oliver ed Emily) dobbiamo dargli una piccola spinta. Buona fortuna anche a te.

PS. Vai sempre verso ciò a cui tendi, non importa quanto sembri lontano ed infattibile. 🌸

Linda • gen 31, 2019

💙 tanta stima 💚😊

🌸 Carlotta • gen 31, 2019

💜

Jessica • gen 31, 2019

Buona fortuna a TE Carlotta e alla tua donna e mamma che cerchi di diventare!!!
T seguirò con ammirazione

🌸 Carlotta • gen 31, 2019

Grazie per le tue parole, Jessica! 💕

Marta • gen 31, 2019

Buona fortuna! Spero tu possa trovare in questo viaggio la felicità che cerchi. 😉

🌸 Carlotta • gen 31, 2019

Cara Marta, mi sa che è la felicità che sta cercando me 🤣 ! Credo di essere fortunata a potermi già definire felice: se rimanessi qui, come ora, tutta la vita, sarei felice. Eppure partiamo perché questo percorso ci chiama… chissà che tipo di felicità ci porterà! 💕

Penso che questi ti piaceranno

La missione de La Tela è accompagnare papà e mamme nel viaggio della genitorialità e dare opportunità a genitori di talento di condividerlo nello Shop.

Nella mia newsletter ti racconto (circa una volta al mese, ma soprattutto quando mi sento ispirata) aneddoti e progetti personali e pensieri a random – nelle precedenti ho parlato del dolore due bambini, del mascherare le nostre emozioni di adulti, di come continueremo a viaggiare questa estate…

Ciao! Ti va di conoscere i miei progetti futuri e la mia ragnatela di pensieri?
Lo so! Anche io sono triste che sia già finito!