Natale a Göteborg con bimbi piccoli

Lasciami un commento
Aiutami a crescere
ItalianoEnglishEspañol

Grazie a Erik dell’ufficio del turismo di Göteborg che ha fornito le City Card per tutta la famiglia e ci ha consigliato con la pianificazione (è stato lui a suggerirci di passare il giorno di Natale all’Universeum, che è stata una bellissima idea!), e a Charlotte dell’Universeum che ci ha fornito i biglietti.

[Non scriverò consigli su ristoranti in questo post perché mangiare fuori con due bimbi piccoli è un terno al lotto: troppe stelle devono allinearsi perché sia ​​un’esperienza piacevole. Ma dirò che la maggior parte dei ristoranti a Göteborg sono adatti ai bambini, offrono seggioloni e fasciatoi nei bagni.]


Un nota prima di iniziare. Se Goteborg non fosse una città estremamente adatta ai bambini, piena di divertenti attività al chiuso e posti fantastici per bambini piccoli, questo sarebbe stato un viaggio disastroso.

Il secondo giorno, ENTRAMBI Oliver ed Emily si sono ammalati: Oliver, essendo un super omino, ha avuto febbre a 39,5 per un’intera notte che ha spazzato via ogni germe nel suo corpo, e poi era quasi come nuovo. La povera Emily, d’altra parte, è stata malaticcia tutta la settimana, con febbre costante e una brutta congestione. Come se non bastasse, il terzo giorno a me è venuta una mastite che mi ha dato febbre alta e parecchio dolore.

MA. Fortunatamente per noi, Göteborg è una città molto facile da visitare con bambini piccoli — anche in inverno, quando il freddo e la pioggia rendono difficile stare fuori e il tramonto alle 15:00 rende i giorni molto brevi.

Aeroporto -> centro città facile e indolore

L’aeroporto Landvetter di Göteborg è stupendo e assolutamente unico, con gate che sembrano lussuose reception e spazi ampi e luminosi.

È qui che abbiamo avuto la prima sorpresa a misura di bambino: un piccolo parco giochi presso l’area di ritiro bagagli, dove i bimbi hanno giocato per mezz’ora dopo un viaggio di 4,5 ore. Ci voleva!

Il viaggio dall’aeroporto è di circa mezz’ora in autobus 601 che arriva frequentemente e proprio davanti alle porte d’uscita dell’aeroporto.

Imprescindibile avere un piano per i giorni di Natale a Göteborg!

Il Natale è un periodo difficile per noi visto che non siamo religiosi, non vogliamo cedere al consumismo e cresciamo i nostri figli Montessori: puoi leggere come lo festeggiamo in questo post. Come parte della nostra idea di festeggiare un Natale alternativo, nel 2017 abbiamo deciso di visitare Göteborg.

Lo ammetto: mi aspettavo che la città fosse più natalizia, di vedere luci ovunque e magari di avere anche un po’ di neve (insomma, l’intero pacchetto scandinavo!). Qui è dove il parco divertimenti Liseberg è venuto in soccorso con le sue splendide decorazioni natalizie, gli alberi innevati, i pupazzi di neve nell’acqua (di cui Oliver parla ancora oggi), i mercatini di Natale e lo spettacolo sul ghiaccio.

Il 23 dicembre è tutto chiuso!

Mentre ci aspettavamo che tutto fosse chiuso il 24 e il 25 e avevamo programmato di conseguenza, siamo rimasti sorpresi nello scoprire che anche il 23 era tutto chiuso (centri per bambini e musei), il che ha reso quella la giornata più difficile (non avere un piano è un grande no-no con bambini piccoli in una grande città) e i giorni dopo Natale un po’ più frenetici per cercare di vedere tutto tutto ciò che avevo pianificato.

Sauna e vita d’hotel alla vigilia di Natale

Nota: siamo stati in Hotel Vasa. Buona location per i trasporti, non lontano a piedi dal centro e dal quartiere di Haga e la nostra camera era ottima e spaziosa. Oh, e ci sono waffle a disposizione in qualsiasi momento della giornata! Unico inconveniente: una rampa di scale per raggiungere l’ascensore (nel caso tu, come noi, abbia un passeggino).

 

La vigilia di Natale avevamo deciso di stare intorno all’hotel: abbiamo fatto una passeggiata nel bel quartiere di Haga nonostante la pioggia leggera e quasi tutti i negozi chiusi (anche quelli carini per bambini), e abbiamo mangiato una deliziosa insalata Caesar e il notoriamente enorme Hagabulle (“pane” alla cannella) al Cafe Husaren. (Volevamo pranzare al En Deli ma era chiuso, quindi ci siamo tornati un altro giorno e ci è piaciuto).

Nel pomeriggio ci siamo goduti una sauna di famiglia nel nostro hotel (che mi è piaciuto tanto e sì, anche i bambini piccoli possono farla!) seguita da tè e waffle gratuiti (che sono anche stati la nostra cena! ;-), e la sera abbiamo visto con Oliver l’intero Blue Planet 2 in TV mentre Emily dormiva su di me. Questo è stato uno dei ricordi più belli del nostro viaggio: Oliver era così coinvolto, commentando e affascinato (non avere una TV a casa ha sicuramente aiutato la sua concentrazione!).

Il giorno di Natale all’Universum

Abbiamo deciso di trascorrere il giorno di Natale da Universeum che si è rivelata una grande idea: siamo arrivati presto e non era affollato, Oliver si è divertito moltissimo (ha detto “guarda” almeno 150 milioni di volte), Emily era intrattenuta nel portabebé e ci siamo divertiti tutti nella sala attività dove anche io e Alex abbiamo messo a prova corpo e mente con alcuni esercizi e attività (sorprendentemente difficili!).

Abbiamo pranzato al ristorante Roberta all’interno del centro, che offre un ampio menu per bambini (con polpette, hamburger, hamburger vegetariano, fish ‘n chips, hot dog e pancake!) e ha a disposizione molti seggioloni. Insomma, un Natale alternativo perfetto!

Bonus adatto ai bambini: Universeum offre portabebè Babybjorn se dimentichi il tuo. Inoltre, se si preferisci portarti il pranzo da casa ci sono tavoli da picnic al chiuso ai livelli 0 e 2.

Cose da fare assolutamente con bambini piccoli a Göteborg

Anche se troverai un incredibile elenco di attività da fare con i bambini sul sito ben curato della città, sento che non tutte le attività elencate sono ideali per bambini così piccoli.

Quindi ecco un elenco di ciò che sia Oliver (allora 2,5 anni) sia Emily (allora quasi 1 anno) hanno apprezzato, e rimarrai sorpresa dal vedere che la maggior parte include le parole “museo” e “cultura”:

    • Alfie’s Culture Center: è fantastico e ci siamo perfino ritornati. È un po’ caro, a mio parere, ma ciò che offre è ottimo: ci sono due piani di cose incredibili da esplorare e con cui giocare, un mini cinema per i più piccoli, un mini labirinto, un divertente elicottero che va su e giù (il preferito di Oliver), giocattoli, libri e snack salutari e persino pannolini in bagno. Sono stata onestamente e piacevolmente sorpresa!
    • Natural History Museum: questo è un MUST con bambini piccoli che sono naturalmente innamorati degli animali. Il museo è mozzafiato (ed enorme!) e i passati di verdura caldi al ristorante sono assolutamente deliziosi: si può facilmente passare lì una giornata intera.
    • The Museum of World Culture: l’intero edificio è stupendo e merita di essere visitato comunque. L’area per bambini Together è così interattiva e bella che io e Alex non potevamo smettere di fare foto (o di arrampicarci ovunque con i bimbi). Puoi pianificare la giornata visitando questo museo al mattino e il vicino parco divertimenti Liseberg al pomeriggio per godersi l’atmosfera Natalizia (che è quello che abbiamo fatto noi).
    • Mercatino di Natale a Liseberg: Liseberg è il Natale per eccellenza e personalmente l’ho adorato! Assicurati di vedere lo spettacolo sul ghiaccio (diverso ogni anno) e di prendere i tuoi posti almeno 30 minuti prima che inizi: Oliver ha guardato l’intero spettacolo senza mai battere ciglia! Non siamo andati sulle giostre (che non sono comunque incluse nel biglietto), perché volevamo solo goderci l’atmosfera natalizia.
    • Sauna: non è possibile visitare un paese scandinavo senza fare una sauna. Va benissimo anche per i bambini purché sembrino tranquilli: Emily ha fatto la sua prima sauna a Helsinki quando aveva solo 7 mesi e poi ha dormito come un ghiro.
    • Stadsbibliotek (Biblioteca della città): non siamo riusciti ad andarci, ma ho sentito alcune mamme parlare di una sezione per bambini molto grande e di un’area gioco per bambini. Magari merita una visita in un pomeriggio freddo e buio.
    • Parchi giochi: fa freddo, sì, ma giocare all’aperto è importante per la felicità dei bambini e la salute mentale dei genitori. E come dice sempre Alex: non c’è brutto tempo, solo abbigliamento sbagliato.

Ora, voglio essere onesta: questo non è stato un viaggio di successo al 100% per la gang de La Tela, ma tutti i posti adatti ai bambini che Göteborg ha da offrire hanno reso il nostro soggiorno più facile e più piacevole nonostante raffreddori, crisi e mastiti. Senza dubbio Gothenburg è una città ideale da visitare con bambini picco


Aiutami a crescere

Starter kit block

Vuoi portare Montessori a casa tua?

Io l'ho fatto e posso aiutarti! Questo è il corso pratico che avrei voluto trovare io stessa due anni fa, quando ho dato i primi passi nella filosofia Montessori. Il corso è tutto online, 100% flessibile e ti dà accesso ad una sezione FAQ privata e personalizzata in cui risponderò personalmente a qualsiasi domanda!

E in più costa come un libro!

Voglio sapere di più →


La donna dietro le parole

Mi chiamo Carlotta, ho 33 anni, sono italiana, sposata con un finlandese e insieme cresciamo i nostri bimbi, Oliver (4) ed Emily (2), Montessori e multilingue. Stiamo vendendo tutto per viaggiare il mondo.

Leggi di più su di me →

Ti è piaciuto? Sei d'accordo? No? Dimmelo in un commento.

Se preferisci, puoi anche mandarmi un tweet o scrivermi in privato.

  1. Non essere timido. Adoro leggere cosa pensi.

Vai di fretta?

Iscriviti alla mia newsletter settimanale per ricevere gli ultimi post direttamente in mail. Solo una mail al mese. No spam (giurin giuretto!) 🙂


Ti potrebbe anche piacere…

Ho personalmente selezionato questi articoli per te così puoi continuare a leggere.


Articoli famosi…

Questi articoli hanno avuto un sacco di successo. Magari piacciono anche a te.


Ultimi articoli…

Appena pubblicati e pronti per essere letti tutti d'un fiato.

Imprint  ·  Privacy Policy