La Tela di Carlotta
it en es

Gli organi del corpo umano: attività per bambini

nov 20, 2020

NB: Se condividi questo post o pubblichi foto del laboratorio sui social media, non dimenticare di taggarmi 🙏🏼  

Io, Oliver ed Emily abbiamo preparato questo laboratorio per il Volume 48 L'educazione sessuale che ho scritto per la collezione Gioca e Impara con il metodo Montessori curata da Grazia Honegger Fresco (un’opera de Il Corriere della Sera e La Gazzetta dello Sport).

La nostra sagoma è di Oliver (5 anni) e ho disegnato io stessa gli organi, quindi non sono perfetti, ma sicuramente sono fatti con amore: al fondo di questo post potete scaricare gratis i modelli di tutti gli organi del corpo in scala "reale".

Per fare il collage degli organi con i vostri bimbi, basta avere un foglio grande abbastanza da disegnarci sopra la sagoma del bambino; ritagliare e colorare gli organi del corpo; disporli tutti sulla sagoma: noi li abbiamo presi uno ad uno, li abbiamo nominati, abbiamo visto dove vanno nel corpo e dopo averli "studiati" tutti, li abbiamo disposti tutti insieme sul corpo umano (alcuni ovviamente vanno sovrapposti).

Dopo averli disposti una volta, noi li abbiamo attaccati con la colla (per poi poter attaccare il poster alla parte): li abbiamo attaccati tutti con la colla, meno i sistemi riproduttivi che abbiamo attaccato con velcro adesivo così si possono "intercambiare": infatti, questi sono gli unici organi che non sono uguali per tutti (questo è interessante osservarlo anche se non li si attacca) e se in casa si hanno due bambini con sistemi riproduttivi diversi, si potrà rappresentare il corpo dell'uno e il corpo dell'altro.

Consiglio vivamente ai genitori di prepararsi prima di fare questo laboratorio, perché la posizione degli organi non è così semplice e i bambini fanno domande sulla funzione degli organi: preparatevi la più breve spiegazione possibile e offritela solo se richiesta. Questa è un'attività che potrebbe anche essere divisa in vari giorni.

Per dare un'idea generale l'ordine (approssimativo) in cui disporre gli organi può essere:

  • Cervello
  • Trachea
  • Cistifellea (leggermente dietro allo stomaco)
  • Stomaco (collegato alla trachea)
  • Polmoni (collegato alla trachea, sopra lo stomaco)
  • Reni (per la posizione si prende la misura con il sistema riproduttivo)
  • Fegato (a destra, leggermente sopra lo stomaco)
  • Intestino tenue (collegato alla fine dello stomaco)
  • Intestino crasso (collegato al tenue e che finisce nell'ano)
  • Vescica (con l'uretra che finisce nell'apertura delle gambe)
  • Cuore (centro-sinistra sui polmoni)
  • Sistema riproduttivo

Scarica il modello in bianco e nero da stampare e colorare degli organi in "scala reale". Se lo preferisci già colorato, questa è la versione a colori (colorata pazientemente da me 😉). La grandezza degli organi è perfetta per il corpo di Oliver: è possibile che siano un po' grandi per un corpo più piccolo, ma dovrebbe funzionare comunque 🤞🏻

Trovate il laboratorio nel volume L'educazione sessuale sullo store online del Corriere.

Guardiamo dove vanno gli organi sul corpo.
Emily che chiede a Oliver se la persona ha un pene o una vagina.

Dimmi che cosa ne pensi

Ti è piaciuto? Sei d’accordo? Mi piacerebbe sapere che cosa ne pensi.

Commenti

Sara • mag 4, 2021

Si grazie era per sapere se avendoli trovati in giro e avendoli usati violavo qualche copyright ecc...si, non lo avevo specificato nella domanda..! Forse sono stati fatti prendendo spunto come hai fatto tu.

🌸 Carlotta • mag 8, 2021

Figurati, grazie a te 🌸

Sara • mar 21, 2021

Scusa non ho capito quando è stato fatto questo lavoro degli organi come data intendo perche io ho trovato gli stessi organi tali e quali da scaricare gratuitamente in un sito americano....

🌸 Carlotta • mar 21, 2021

Ciao Sara, grazie per il tuo commento. Questo lavoro lo abbiamo fatto con i miei bambini l'anno scorso (2020) I disegni li ho fatti io a mano sulla misura del corpo di mio figlio Oliver e li ho poi colorati sempre a mano con i miei bimbi (si nota credo 😅). Poi li ho scannerizzati per renderli disponibili per tutti… insomma, un lavoro di giorni! Se li hai trovati su internet da qualche altra parte può essere perché per disegnarli ho cercato immagini su Google visto che non avrei saputo da dove iniziare 😅

Spero questo risponda alla tua domanda (anche se non c'era una domanda vera e propria nel tuo commento 😉)

Mary • feb 25, 2021

Bellissima idea! Ti volevo chiedere come
mai usi il termine vagina e non vulva? Grazie d anticipo, scaricherò subito il modello

🌸 Carlotta • feb 26, 2021

Mmm, mi sembra sei aver usato il termine vulva nel podcast. In casa usiamo vulva, a meno che non parliamo, appunto, della vagina. 😊

Mariana • feb 4, 2021

Ho ascoltato il podcast sull'argomento. Davvero interessante e illuminate!
Spero di riuscire a normalizzare le parole pene e vulva non solo al mio piccolo Nicola ma anche al resto della famiglia.
Grazie davvero per quanto condividi con noi. Sono Informazioni e spunti riflessione davvero utili che ci aiutano a crescere e migliorarci sempre. Sei davvero preziosa!

Sara • gen 27, 2021

complimenti davvero interessante. Scarichero' sicuramente il modello. Bellissimo il fatto di mettere il velcro nelle parti intime. Quale modo migliore per fare capire che alla fine, bianchi, neri, giovani o anziani, siamo tutti uguali!

🌸 Carlotta • gen 27, 2021

Hai colto in pieno il messaggio! 🙌

Erika • gen 12, 2021

Episodio davvero interessante, che ho subito condiviso con il mio compagno per il quale è sempre tutto un tabù!! Non vedo l’ora che sia stasera per il confronto!
Mentre ascoltavo mi sono resa conto di una enorme contraddizione nel mio modo di essere e agire! Io lavoro da molto anni in un doposcuola in cui aiutiamo i ragazzi della scuola media a fare i compiti; 3 anni fa, io gestivo il gruppo dei ragazzi di terza (con i quali si era instaurato un rapporto meraviglioso) e ovviamente è arrivato il momento di studiare il fatidico capitolo di scienze! Ognuno ha reagito in modo diverso (vergogna, soggezione, risate, “io so già tutto,, potrei spiegare io a te” ebbene si mi hanno detto anche così!) e insomma è iniziata una vera e propria lezione, domande, curiosità....ne abbiamo parlato per più di una settimana cercando di sviscerare ogni dubbio o curiosità. Alla fine ho ricevuto messaggi dai genitori che mi ringraziavano per quello che avevo fatto (io non me li aspettavo, non ci avevo nemmeno pensato!)....e poi ci sono io oggi, mamma di Gioele, che dico “passerina” e “pisellino” ma solo perché con me li hanno chiamati così! Con i figli degli altri è tutto più semplice, lineare è logico! Cavoli che lavoro su se stessi che implicano questi figli!
Grazie per accendere sempre una lucina nella mia testa!

🌸 Carlotta • gen 16, 2021

Ti capisco perfettamente! E hai proprio ragione, i bambini ci richiedono un'evoluzione continua… io lo trovo bellissimo! Grazie a te che ti prendi il tempo di leggermi e ascoltarmi. 🌸

Rosaria • nov 24, 2020

Grazie Carlotta,
Come sempre dici con semplicità quello che dovrebbe essere la normalità.
Ho girato il podcast a tutte le amiche che ancora sono restie ad utilizzare i termini giusti, magari cominciano a prendere consapevolezza che i bambini capiscono e assorbono nozioni più di quanto noi pensiamo. Grazie anche per il pdf con gli organi, sarà sicuramente molto apprezzato dalla mia famiglia al completo 😘😘😘

Annalisa • nov 23, 2020

Mi è piaciuto molto quello che hai detto. Ha un filo logico inattaccabile. È vero! Se non abbiamo confidenza con la terminologia e se non la diamo ai nostri figli, creando L. Alone del tabù verso la naturalezza degli organi del nostro. Corpo, si crea una difficoltà nel parlarne serenamente. Vorrei tanto poter dare questa chiarezza in modo da non sentirne la vergogna e far vivere serenamente la. sessualità, l a diversità e la consapevolezza alla mia bambina per proteggerla da abusi.
Grazie Carlotta.

Penso che questi ti piaceranno

Lo so! Anche io sono triste che sia già finito!