La Tela di Carlotta
it en es

Perché il mio blog non ha ancora il successo che voglio?

gen 10, 2019

Oggi è uno di quei giorni.

Uno di quei giorni in cui mi sveglio e mi chiedo se ne valga la pena. Uno di quei giorni in cui mando via questo pensiero, testa china sul computer, lavoro produttivo, eppure continuo a chiedermi Sono brava quanto basta? Uno di quei giorni in cui mando via anche questo pensiero, finisco il post che dovevo finire, ne vado fiera, eppure la mia mente chiede Riuscirai mai ad arrivarci?

Uno di quei giorni in cui devo scrivere tutto così come viene.

Tutte queste ore di lavoro, l’apprendimento continuo, i corsi, i libri, i webinar… faranno la differenza? Il mio blog avrà mai un successo incredibile? Quando diventerà una fonte affidabile di reddito? Come può ispirare sempre più persone?

So quanto valgo. Sono brava, dedicata, lavoro sodo, sono coerente e tenace, so come combattere la mia propria resistenza (blocco della scrittrice, procrastinazione, scuse… chiamalo come vuoi), so come dare la spinta finale e far accadere ciò che voglio, sono orgogliosa di quello che ho raggiunto finora. Avere un blog è difficile, guadagnare con un blog ancora di più, molti non arrivano mai nemmeno a vedere il primo centesimo e io in qualche modo sono riuscita a passare le prima migliaia di euro.

Ma quando passo al livello successivo? Come ci arrivo? Dov’è la porta bonus — quella dove entri, mangi i funghi ed esci attraverso un tubo che ti porta al livello successivo?

So quanto valgo, sono brava. Ma sono brava abbastanza? E se sono brava abbastanza, perché non io? Perché altri ci sono arrivati e io non ancora? Perché non ho ancora trovato la porta bonus? Esiste?

Probabilmente tutte queste domande troveranno risposta in qualche post futuro, in una buona giornata, in una di quelle giornate in cui sento di poter conquistare il mondo. Domani è un nuovo giorno, sceglierò un nuovo bar da cui lavorare e finirò la mia settimana con una nota positiva.

Per ora, buonanotte.

Commenti

Stefania • gen 11, 2019

Mi piacerebbe vederti su Youtube. Credo che se aprissi un canale parlando degli stessi argomenti del blog, avresti un grande ritorno. Il tuo blog mi piace molto, ma forse per far crescere oggi questo strumento occorra un' integrazione con altri canali. Non mollare, mi piace molto quello che scrivi!

🌸 Carlotta • gen 11, 2019

Ciao Stefania, grazie per il tuo commento! Ci penso da un po’, ma poi desisto sempre… iniziare una nuova piattaforma richiede Milton tempo (e ora tutto il tempo extra lo sto dedicando ai miei corsi Montessori) e in più sono un po’ perfezionista e ho il blocco del principiante: come imposto i video? In che lingua (l’inglese per me è quella più comoda, ma poi i miei lettori italiani e spagnoli?)? E come decido di cosa trattare? E che background musicale uso? E la lista continua :-D

Insomma, la mia testa è un bollitore riguardo a questo tema! Ci sono talmente tante cose che vorrei fare (webinari!), ma ognuna richiede un’enorme quantità di tempo…

Se hai idee e consigli su come vedresti i video e su che argomenti, spara che sono tutta orecchie!

Un abbraccio

Ps: comunique proprio perché cii penso spesso, ho anche creato un canale: https://m.youtube.com/channel/UCutMjlXrJXHvP53swsKG4sA

Francesca • gen 11, 2019

Ciao Carlotta,
penso che una parziale risposta alle tue domande sia che dipende anche molto dal taglio del blog.
Il tuo affronta tematiche molto profonde e in alcuni casi quasi di nicchia, io lo trovo di grandissima ispirazione e tante piccole (e non) cose della mia vita sono cambiate grazie ai tuoi post. Pero' questo forse fa si' che sia piu' difficile diventare virale in poco tempo. Immagino sia un po' come la differenza tra vendere un giornale che si occupa di gossip e uno che fa approfondimento :) Forse la strategia di crescita deve anche essere diversa avendo obiettivi e audience diversi (non so se ha senso....solo un pensiero in libertà)

La mia domanda per te è: come possiamo noi che già amiamo il tuo blog aiutarlo a crescere?

buona giornata

Francesca

🌸 Carlotta • gen 12, 2019

Ciao Francesca e grazie grazie grazie per il tuo commento.

Sono d’accordissimo, proprio oggi ne parlavo con il mio babbo che la pensa come te! Sono una “pecorella nera”, vado controcorrente in praticamente tutto, tutto ciò che mi affascina (Montessori, multilinguismo, viaggi intorno al mondo 😂) è una nicchia… e può darsi che questo rallenti la crescita.

Ma mi avete scritto talmente in tanti, che non ho dubbi di essere sulla strada che voglio, forse non la più remunerativa o popolare, ma quella che sento che possa fare una differenza nella maniera di essere genitori.

Grazie a commenti come il tuo, ho capito ancora meglio che tipo di blogger e voce voglio essere. Ho tante nuove idee e zero tempo per farle, mi è uscito un altro brufolo sul mento (ma tutti lì?) e oggi la casa è un caos, ma dentro mi sento più motivata.

Ti ringrazio!

Ps. E per aiutarmi (sei un tesoro, mi sento coccolata) condividere e passare parola è tutto ciò di cui ho bisogno 🥰

Francesca • gen 12, 2019

Ciao Carlotta,
credo che una risposta parziale alle tue domande sia che dipende molto dal taglio del blog...il tuo affronta tematiche molto profonde e quasi di nicchia. Tanti dei tuoi post sono stati di grande ispirazione per me e mi hanno portato a modificare o riflettere su alcuni aspetti della mia vita, ma forse un blog di questo tipo ha necessariamente bisogno di piu' tempo per crescere e andare oltre alla base iniziale, per fare il salto. Forse anche la strategia per farlo crescere deve essere diversa, immagino sia un po' come la differenza tra vendere un giornale di gossip e uno di approfondimento, no?
Non so se ha senso....

Come possiamo noi che già amiamo il tuo blog ad aiutarti?

Valentina • gen 14, 2019

Ciao Carlotta, a me piace tanto seguire il tuo blog, ammiro il tuo andare contro corrente, la tua tenacia, continua così... Brava. Nn tutte abbiamo il coraggio di essere come te! E poi io per scelta nn sto né su fb né su Instagram, quindi mi è comodo seguire il tuo blog. Un abbraccio Valentina

🌸 Carlotta • gen 15, 2019

Grazie Valentina, sei dolcissima per aver dedicato un minuto del tuo tempo a scrivermi :-) Ti ringrazio per le tue parole! Se ti va, passaparola: siete voi che mi aiutate sempre a crescere! Un abbraccio

Dario • gen 16, 2019

Ciao Carlotta, io ti seguo da...ora volevo dirti che non c'è una ricetta precisa però ti posso riportare la mia esperienza, che può sembrare banale, ma va pur sempre ricordata: nel momento in cui seguivo una strada pensando al traguardo (successo, soldi, popolarità...) puntualmente non lo raggiungevo. Quando invece mi lasciavo guidare dalla passione per quello che stavo facendo il traguardo puntualmente arrivava!
La passione vedo che ce l'hai, quindi libera la mente e procedi serena!!
Complimenti davvero.
Un Montessoriano per caso.

🌸 Carlotta • gen 17, 2019

Ciao Dario! La penso esattamente come te e infatti questi pensieri arrivano puntuali solo quando mi concentro sul traguardo (raramente, ma capita)… quel giorno in particolare ero incappata su un post banale che è andato virale, e ha scatenato questa serie di pensieri. Ma sono tornata con più grinta che mai e ho deciso che devo riniziare a scrivere anche per me (oggi o domani sul blog capirai cosa intendo dire ;-). Grazie per avermi dedicato un minuto del tuo tempo 🥰

Dimmi che cosa ne pensi

Ti è piaciuto? Sei d’accordo? Mi piacerebbe sapere che cosa ne pensi.

Penso che questi ti piaceranno

Corsi online

Aiuto mamme e papà ad essere genitori più consapevoli e ad affiancare la scuola (o scegliere l’homeschooling) nell’educazione dei figli.

Educare a lungo termine

Filosofia Montessori, disciplina positiva ed educazione gentile: linee guida per genitori.
La genitorialità è più semplice quando si ha una guida da seguire. Con questo corso inizierai la tua personale trasformazione interiore per diventare un genitore che educa con rispetto (per se stesso e per i figli), imparerai a usare empatia, comprensione e pazienza nelle crisi e troverai alternative ai metodi classici dell’educazione tradizionale, come minacce, castighi e punizioni. I bambini sono il futuro del nostro pianeta e il cambiamento può solo iniziare in casa.

Co-schooling: educare a casa

La scuola non basta. Siamo i primi e i migliori educatori dei nostri figli.
Quando siamo partiti per un'avventura di due anni intorno al mondo, non pensavamo di fare homeschooling. Pensavamo che il viaggio avrebbe insegnato abbastanza a tutti e così è stato. Ma, applicando la filosofia Montessori, ci è venuto spontaneo seguire gli interessi di Oliver ed Emily mano a mano che sorgevano: scrivere, leggere, matematica, geografia, scienze… senza rendercene conto e con pochissime risorse, abbiamo educato i nostri figli a casa. Noi genitori possiamo fare molto con molto poco per mantenere vivo il naturale desiderio di imparare dei nostri figli. Con questo corso voglio cambiare il concetto di homeschooling.

Il blog

Scrivo soprattutto di genitorialità consapevole, Montessori e multilinguismo. Dai un’occhiata agli ultimi post.

Mamme, papà & bimbi
Non sappiamo come fare i genitori, lo impariamo ogni giorno. Questo è il mio essere madre, le mie piccole vittorie e le amare sconfitte, le mie verità scomode e le infinite lezioni di vita Montessori. E anche tutti i prodotti per bambini e i giocattoli che amiamo di più.
Audiolibri di storie reali per bambini
Non proiettiamo le nostre insicurezze sui nostri figli
Metti in dubbio le autorità
Nella genitorialità ci va egoismo costruttivo
Un passo in più verso l'auto accettazione
E se si vuole divorziare dopo i figli?
Alex
Ci siamo dimenticati del nostro 10° anniversario di nozze!
Yoga non è solo la perfezione che vedi online
Educhiamo i nostri figli alla diversità
Montessori
Un giorno, io incinta di Oliver, mio marito mi disse: "Perché non mettiamo un materasso a terra nella camera del bimbo?". "Mai e poi mai" fu la mia risposta. È proprio così, con un rifiuto, che iniziò il mio viaggio Montessori e da allora respiro, vivo e applico la filosofia in casa ogni giorno, iniziando da me. Educare i bambini inizia da noi genitori. Per questo ho creato corsi apposta per i genitori che vogliono intraprendere un'educazione alternativa.
Prenditi cura della donna dietro la madre
Montessori express: domanda invece di correggere
Montessori express: descrivi invece di criticare
Un esempio di come pratico l'empatia con i miei figli
Come mostro empatia ai miei figli
Buon 4° compleanno, Emily!
Il capodanno Montessori
Il tavolo della pace Montessori
Audiolibri di storie reali per bambini
10.000 followers su Instagram!
Vita sostenibile
Vivere in modo sostenibile per me non significa solo avere uno stile di vita più ecologico. Significa prendere decisioni sostenibili per il nostro pianeta, le persone che lo abitano, ma anche per la nostra vita, il nostro stile di vita e la nostra felicità. Significa cogliere ogni occasione quotidiana per evolvere come esseri umani, per essere più felici, più sani, più gentili, più responsabili e più premurosi — l'unico modo sostenibile per un futuro significativo.
Face yoga, lo yoga per il viso
La coppetta mestruale
Perché dovresti indossare lo stesso vestito due volte su Instagram
Il potere di creare abitudini (e perché dovresti farlo anche se poi le rompi)
Mangiare in maniera responsabile è la dieta del futuro (ti va di insegnarlo ai tuoi figli?)
Il potere di NON lamentarsi: puoi farlo per un mese intero?
Pulisci il tuo pianeta, per favore!
Infografia: 8 passi per passare ai pannolini lavabili
Una nota personale sulla felicità
Una nota personale sui social media
Prima volta su La Tela?
Ho preparato alcune collezioni di articoli che ho scritto nel corso degli anni. Magari trovi qualcosa che ti interessa.

Viaggi

Abbiamo venduto tutto per viaggiare il mondo per due anni. Ora siamo in Nuova Zelanda.

Libri

Nel 2020 ho scritto 4 libri per la collezione “Gioca e Impara con il metodo Montessori” a cura di Grazia Honegger Fresco. La collezione è un progetto del Corriere della Sera e de La Gazzetta dello Sport.

Abbiamo anche implementato con Oliver ed Emily i laboratori degli ultimi 15 volumi della collezione.

Podcast

Ti faccio compagnia per un tè o una passeggiata ogni venerdì con il mio podcast Educare con Calma.

gen 22, 2021 • 24m
La pazienza va coltivata senza scorciatoie
In questo episodio di Educare con Calma parliamo della pazienza dei bambini e di come coltivarla (la pazienza non è innata, nemmeno per Oliver ed Emily che vi sembrano tanto pazienti!). E visto che non ho trucchi o metodi specifici (o magari giusto un paio 😉), vi racconto tanti aneddoti e situazioni in cui noi abbiamo dato l’opportunità ai nostri figli di coltivare la pazienza. Spero che possano ispirarvi e motivarvi a ricercare opportunità anche con i vostri figli. Vi lascio anche un articol...
27
gen 20, 2021 • 06m
Montessori in 5': domanda invece di correggere
In questo episodio di Montessori in 5' ti invito a smettere di correggere i tuoi figli in continuazione e ti suggerisco una semplice domanda che ti aiuterà a farlo. È un minuscolo cambiamento che può aiutarti a ridurre l'attrito e le lotte di potere con i tuoi figli. A casa nostra funziona come per magia, sono sicura che aiuterà anche te! -- Come appoggiare il podcast: Io non faccio pubblicità e non accetto sponsor, perché le pubblicità mi danno fastidio e non voglio sottoporvi a più pubblici...
26
gen 15, 2021 • 20m
Come "montessorizzare" la casa per dare indipendenza ai bambini
In questo episodio di Educare con Calma parliamo di come offrire indipendenza in casa attraverso l'ambiente. Vi parlo dell'importanza dell'ambiente (anche nelle scuole Montessori), di quanto sia importante apportare piccoli cambiamenti in casa per dare più indipendenza ai bambini, e anche di come purtroppo questo non sia sufficiente… Questo tema è uno dei primi che avevo in mente di trattare sul podcast… meglio tardi che mai! 🌸 -- Come appoggiare il podcast: Io non faccio pubblicità e non acc...
25

Instagram

Aggiorno instagram quasi ogni giorno per stare “vicina” alla mia famiglia lontana.

Perché la Tela di Carlotta?
La Tela di Carlotta l’ho sognato. Una mattina mi sono svegliata e nei miei sogni avevo creato un blog chiamato proprio come il romanzo. E niente, l’ho fatto! Molti anni e infiniti alti e bassi dopo, questa ragnatela di pensieri e storie è il mio lavoro. Ci ho messo molto tempo a capire che tipo di presenza online volevo essere e oggi lo so: sono trasparente, mostro vita vera, non pubblicizzo, consiglio solo marchi sostenibili (e non perché mi pagano) e credo nel valore del mio blog e dei miei corsi — perché se non crediamo noi nel valore del nostro lavoro, nessuno ci crederà per noi.
Carlotta
Carlotta dreaming of La Tela
Lo so! Anche io sono triste che sia già finito!