La Tela di Carlotta
Episodio 40

Storia di un burnout

In questo episodio di Educare con Calma vi racconto la mia esperienza con il burnout. Ne parlo questa settimana, perché ne sto superando uno, che per me non è stato il primo e credo non sarà l’ultimo. Vi spiego quali sono generalmente i miei campanelli d’allarme, che cosa provo durante il burnout e qual è la mia “routine” per prendermi cura di me stessa e superarlo. Vi parlo anche di quale sia il ruolo della mia famiglia (mio marito e i bambini) nel burnout.

Per chi ascolta il podcast su Spotify o altre piattaforme, nella pagina dell’episodio sul mio sito trovate articoli relazionati (tra cui un articolo riassuntivo di questo episodio) e potete lasciarmi i vostri commenti e raccontarmi la vostra esperienza, perché credo che le esperienze altrui aiutino sempre davvero molto.

Come appoggiare il podcast:

Io non faccio pubblicità e non accetto sponsor, perché le pubblicità mi danno fastidio e non voglio sottoporvi a più pubblicità di quelle che già vi sommergono nella vita quotidiana. Se vi piace il mio podcast e volete aiutarmi a mantenerlo vivo, potete acquistare uno dei miei corsi:

  • Educare a lungo termine: un corso online su come educare i nostri figli (e prima noi stessi) in maniera più consapevole. Tanti genitori mi dicono che gli ha cambiato la vita.
  • Co-schooling – educare a casa: un corso online su come giocare in maniera produttiva con i bambini e come affiancare il percorso scolastico per mantenere vivo il loro naturale amore per il sapere.

Dimmi che cosa ne pensi

Ti è piaciuto? Sei d’accordo? Mi piacerebbe sapere che cosa ne pensi.

Commenti

mary • apr 5, 2021

Ciao Carlotta! Coraggio capisco molto bene il tuo mal di testa da stress. La mia dottoressa mi ha fatto controllare l'ormone del Cortisolo e quindi mi ha dato una cura. Da subito però mi ha consigliato di evitare le proteine al pasto serale, perché mi svegliavo non riposata e con emicrania molto forte. Ho avuto un gran beneficio dalla dieta. Prova anche tu!

🌸 Carlotta • apr 12, 2021

Grazie mille! Mi informerò 🌸

Francesca • apr 2, 2021

Hai raccontato ciò che ho vissuto e vivo ( tutto , tutto e con le stesse sintomatologie) Ho imparato questa parola leggendo qualcosa sull’ipersensibilità . A gennaio ho avuto il mio burnout: piangevo, non dormivo, mi disperavo , mangiavo di tutto (per di più stavo rivestendo un incarico che comporta più rogne del solito). Ne sono uscita ? Non lo so perché in quei momenti ti senti sola, non capita, porti i segni delle lacrime sul volto. Ho perso i capelli , pochi, ma li ho persi. Mi sentivo rinchiusa in un pozzo , senza luce. Cercavo un segnale , da qualcuno , un segnale che mi facesse capire che dovevo cambiare qualcosa . Come ho cercato di risolvere? Ho capovolto il tavolo ( metaforicamente) ho cambiato ciò che mi stava creando il problema uscendo dalla mia comfort zone ( ho ancora quel senso di inadeguatezza ) .

🌸 Carlotta • apr 3, 2021

Grazie per aver condiviso la tua esperienza con noi, credo sia importantissimo parlarne! 🌸

Penso che questi ti piaceranno

Corsi online

Aiuto mamme e papà ad essere genitori più consapevoli e ad affiancare la scuola (o scegliere l’homeschooling) nell’educazione dei figli.

Il blog

Scrivo soprattutto di genitorialità consapevole, Montessori e multilinguismo. Dai un’occhiata agli ultimi post.

Mamme, papà & bimbi
Non sappiamo come fare i genitori, lo impariamo ogni giorno. Questo è il mio essere madre, le mie piccole vittorie e le amare sconfitte, le mie verità scomode e le infinite lezioni di vita Montessori. E anche tutti i prodotti per bambini e i giocattoli che amiamo di più.
Come supero il "burnout"
Buon 6º compleanno, Oliver!
Non vuole chiedere scusa!
Come lasciare il parco giochi senza lotte di potere
Così è la vita
Audiolibri di storie reali per bambini
Non proiettiamo le nostre insicurezze sui nostri figli
Metti in dubbio le autorità
Nella genitorialità ci va egoismo costruttivo
Un passo in più verso l'auto accettazione
Montessori
Un giorno, io incinta di Oliver, mio marito mi disse: "Perché non mettiamo un materasso a terra nella camera del bimbo?". "Mai e poi mai" fu la mia risposta. È proprio così, con un rifiuto, che iniziò il mio viaggio Montessori e da allora respiro, vivo e applico la filosofia in casa ogni giorno, iniziando da me. Educare i bambini inizia da noi genitori. Per questo ho creato corsi apposta per i genitori che vogliono intraprendere un'educazione alternativa.
Aspetta le sue risposte!
Montessori VS "il mondo reale"
Consenso: attività per bambini
Montessori express: cambia le frasi in positivo
Montessori express: NON va tutto bene!
Mio figlio piange disperato in macchina (15 mesi)
Prenditi cura della donna dietro la madre
Montessori express: domanda invece di correggere
Montessori express: descrivi invece di criticare
Un esempio di come pratico l'empatia con i miei figli
Vita sostenibile
Vivere in modo sostenibile per me non significa solo avere uno stile di vita più ecologico. Significa prendere decisioni sostenibili per il nostro pianeta, le persone che lo abitano, ma anche per la nostra vita, il nostro stile di vita e la nostra felicità. Significa cogliere ogni occasione quotidiana per evolvere come esseri umani, per essere più felici, più sani, più gentili, più responsabili e più premurosi — l'unico modo sostenibile per un futuro significativo.
Face yoga, lo yoga per il viso
La coppetta mestruale
Perché dovresti indossare lo stesso vestito due volte su Instagram
Il potere di creare abitudini (e perché dovresti farlo anche se poi le rompi)
Mangiare in maniera responsabile è la dieta del futuro (ti va di insegnarlo ai tuoi figli?)
Il potere di NON lamentarsi: puoi farlo per un mese intero?
Pulisci il tuo pianeta, per favore!
Infografia: 8 passi per passare ai pannolini lavabili
Una nota personale sulla felicità
Una nota personale sui social media
Prima volta su La Tela?
Ho preparato alcune collezioni di articoli che ho scritto nel corso degli anni. Magari trovi qualcosa che ti interessa.
Grazie per avermi ascoltata!