Pulisci il tuo pianeta, per favore!

Lasciami un commento
Aiutami a crescere
ItalianoEnglishEspañol

”La crisi climatica è già stata risolta. Abbiamo già tutti i fatti e le soluzioni. Tutto ciò che dobbiamo fare è svegliarsi e cambiare. Dobbiamo smettere di cercare la speranza e iniziare a cercare azioni. Una volta che iniziamo ad agire, la speranza è ovunque “” Greta Thunberg

Prima di iniziare con il vero post, risponderò a una domanda che magari ti starai chiedendo:

Perché dovrei pulire per altre persone?

Perché? Be’, vediamo.

Perché è anche il tuo pianeta. Perché vuoi che i tuoi nipoti abbiano ancora un pianeta e c’è bisogno di un cambiamento di mentalità perché questo accada. Perché nel 2050 potrebbe esserci più plastica di pesci in mare (tra 30 anni!).

Non basta?

Perché la plastica sulla tua spiaggia finirà in mare, inquinerà l’acqua, ucciderà gli animali e alla fine apparirà su un’altra spiaggia in un’altra parte di terra. Perché la plastica sulla tua spiaggia non è solo la plastica di oggi, è la plastica di ieri, la plastica di 50 anni fa, e se non la raccogli, sarà anche la plastica di domani. Perché le isole di plastica che vedi nelle notizie sono reali — è dove le correnti porteranno la maggior parte della plastica che non raccoglierai sulla tua spiaggia. E tu puoi impedire tutto questo.

Non basta?

Perché alcune persone sono disgustose e tu devi rimediare (sì, tu! io! noi!). Perché il tuo esempio ispirerà gli altri. Perché anche il cambiamento di una sola persona conta. Perché stai crescendo la generazione futura e devi farlo bene. Perché è tua responsabilità insegnare ai tuoi figli come diventare adulti che ci tengono. Perché farà sentire bene prima di tutto te stesso (alla fine siamo tutti un po’ egoisti).

Come organizzare una pulizia di spiaggia/parco/fiume

Con l’aiuto di Plastic Free Seas Worldwide, ho organizzato due puIizie della spiaggia per famiglie con bambini in due settimane.

Ci pensavo da mesi, già dallo scorso marzo, ma non l’ho mai fatto perché Cosa devo comprare? Come faccio a reclutare gente? Dove andiamo? Come lo facciamo?

Iniziare qualsiasi cosa sembra sempre più difficile di quanto lo sia veramente!

Ho contattato gli incredibili volontari di Plastic Free Seas Worldwide, che mi hanno aiutata e insegnato che chiunque può organizzare una pulizia della spiaggia e che non deve nemmeno essere in spiaggia: può essere un parco, una collina, un fiume, qualsiasi area che necessiti di pulizia.

Ecco come:

  • Decidi un posto, un giorno e un’ora (il fine settimana è più facile perché più persone sono libere, ma se l’avvento è mirato a studenti o famiglie con bambini, un pomeriggio infrasettimanale può andare bene)
  • Trova un gruppo di amici e passaparola. Gli eventi di Facebook sono così potenti, usiamoli per fare del bene: basta che crei un evento e lo invii a tutti i tuoi amici di Facebook. Aspettati circa il 10-15% delle persone che dicono di essere interessate o di andare.
  • Se conosci un’associazione nei dintorni, contattali e chiedi il loro aiuto per strumenti e contatti: abbiamo tutti lo stesso grande obiettivo e le persone che si prendono cura del pianeta lo fanno insieme e si aiutano a vicenda!
  • Se hai intenzione di farlo regolarmente, prendi sacchi grandi (come quelli da patate) da portare a ogni evento e dare a tutti i volontari. O semplicemente chiedi alle persone di portare il proprio sacco, può essere una borsa grande della spesa per gli adulti e una borsa da verdure per i bambini, possibilmente riutilizzabili (non aggiungere plastica al mondo, per favore).
  • Trovatevi, pulite, chiacchierate.
  • Quando è il momento di differenziare la spazzatura, metti a terra un grande telo (o una borsa grande della spazzatura aperta a metà), svuota il contenuto di tutti i sacchi e separare la spazzatura: vetro, carta, plastica riciclabile, plastica non riciclabile, sigarette e altri rifiuti.
  • Porta tutte le borse ai bidoni per il riciclaggio. Quando inizi a pianificare l’evento, puoi chiamare il comune e chiedere di inviare un gruppo di addetti alle pulizie pubbliche per aiutare a smistare la spazzatura e portarla via con i loro camion. Se questo non è possibile e c’è troppa spazzatura da portare via, lasciala vicino a un bidone e chiama il comune per avvertire che c’è della spazzatura da raccogliere e dove.
  • Vai e goditi il ​​resto della giornata con i tuoi amici, sentiti bene perché ti sei preso cura del nostro splendido pianeta e hai insegnato ai tuoi figli l’importanza di fare la nostra parte per l’ambiente!

Vuoi farlo regolarmente? Ecco di cosa potresti aver bisogno:

  • Grandi sacchi per raccogliere la spazzatura (tipo quelli di patate, come questi)
  • Grandi sacchi della spazzatura per separare la spazzatura e portarla ai bidoni per il riciclaggio
  • Telo grande (in alternativa puoi anche aprire a metà un sacco della spazzatura, ma un telo grande rende tutto più facile)
  • Guanti (chiedi alle persone di portare dei guanti, come quelli da giardinaggio, ma sii preparato ad offrire guanti di silicone). Io e i miei bimbi normalmente non usaríamos Guanti a meno che l’area non sía molto sporca, semplicemente ci laviamo le mani quando abbiamo finito 🙂

Questo è tutto. Dai che puoi farlo anche tu, il nostro pianeta ha bisogno di più guerrieri che combattano per lui!


Aiutami a crescere

Starter kit block

Vuoi portare Montessori a casa tua?

Io l'ho fatto e posso aiutarti! Questo è il corso pratico che avrei voluto trovare io stessa due anni fa, quando ho dato i primi passi nella filosofia Montessori. Il corso è tutto online, 100% flessibile e ti dà accesso ad una sezione FAQ privata e personalizzata in cui risponderò personalmente a qualsiasi domanda!

E in più costa come un libro!

Voglio sapere di più →


La donna dietro le parole

Mi chiamo Carlotta, ho 33 anni, sono italiana, sposata con un finlandese e insieme cresciamo i nostri bimbi, Oliver (4) ed Emily (2), Montessori e multilingue. Stiamo vendendo tutto per viaggiare il mondo.

Leggi di più su di me →

Ti è piaciuto? Sei d'accordo? No? Dimmelo in un commento.

Se preferisci, puoi anche mandarmi un tweet o scrivermi in privato.

  1. Non essere timido. Adoro leggere cosa pensi.

Vai di fretta?

Iscriviti alla mia newsletter settimanale per ricevere gli ultimi post direttamente in mail. Solo una mail al mese. No spam (giurin giuretto!) 🙂


Articoli famosi…

Questi articoli hanno avuto un sacco di successo. Magari piacciono anche a te.


Ultimi articoli…

Appena pubblicati e pronti per essere letti tutti d'un fiato.

Imprint  ·  Privacy Policy