La Tela di Carlotta

Perché in inglese si dice "It works nicely", ma "It looks nice"?

ago 13, 2009

A volte le cose più semplici, se analizzate, possono riverlarsi piuttosto — come direbbe un inglese — tricky. Vi siete mai chiesti perché, ad esempio, si dice “It works nicely” (W) –funziona bene–, usando l’avverbio, ma “It looks nice” (L) –è carino–, con l’aggettivo?

Le frasi W ed L sono molto simili: entrambe hanno un soggetto ed entrambe hanno un verbo al presente accompagnato da una forma di nice.

Perché, però, il verbo to work richiede l’avverbio e to look richiede l’aggettivo? Perché non dire “It works nice” o “It looks nicely”? È possibile che in queste frasi “nice” e “nicely” siano entrambi avverbi?

La risposta è molto più semplice di quanto possa sembrare.

In W, il verbo to work esprime l’azione che il soggetto compie: funzionare. La frase “It works” si regge tranquillamente in piedi da sola e ha senso di per sé: significa che una determinata cosa it – qualsiasi essa sia funziona. Ma aggiungendo nicely diamo un’informazione in più e diciamo che quella cosa – qualunque essa sia – funziona bene. Nicely è quindi un avverbio che modifica l’azione del verbo to work.

In L, la frase “It looks” non si regge in piedi da sé: l’ascoltatore sarebbe in dubbio sul significato e si troverebbe a domandare “It looks at what?” –guarda che cosa?– (magari ipotizzando che “it” si riferisca ad un animale) o “What/who looks?” –che cosa/chi sembra?– (cercando in un tentativo disperato di capire cosa il parlante voglia dire).

In questo caso, to look è un verbo, cosiddetto, copula (vedi NB) e non significa “guardare”, bensí “sembrare”, “essere”. Non esprime un’azione, ma unisce un soggetto all’aggettivo che lo qualifica. Per capirci, potremmo sostituire il verbo to look con il verbo to beessere— e la frase non cambierebbe di significato.

Nice non può, quindi, essere un avverbio che modifica l’azione del verbo, da momento che, in L, il verbo to look non esprime un’azione. È quindi un semplice aggettivo, uno di quelli che i grammatici chiamano predicativi perché è legato strutturalmente alla costruzione soggetto+verbo che lo precede (definita, grammaticalmente parlando, sintagma verbale).

Ricapitoliamo.

Perché si dice “It works nicely”, ma “It looks nice”?

Perché nella prima frase nicely è un avverbio che modifica l’azione del verbo to work.

Nella seconda frase, invece, nice non è un avverbio, ma un aggettivo predicativo richiesto dal verbo to look che è un verbo copula (come to be) – non esprime un’azione, ma si limita ad unire il soggetto all’aggettivo che lo qualifica.

Vi lascio con un trucco

Il verbo essere è il verbo copula per eccellenza. Es. Il gatto è bianco: il verbo essere unisce il sostantivo gatto all’aggettivo bianco che lo qualifica.

Tuttavia, anche i verbi sembrare, parere, divenire sono verbo copulativi e sono accompagnati da aggettivi predicativi.

Dimmi che cosa ne pensi

Ti è piaciuto? Sei d’accordo? Mi piacerebbe sapere che cosa ne pensi.

Lo so! Anche io sono triste che sia già finito!