Lifestyle blog di Carlotta Cerri
ItalianoEnglishEspañol

Ricetta per una pancia piatta (4 anni dopo)

Lasciami un commento
Aiutami a crescere
ItalianoEnglishEspañol

Quattro anni fa, tradussi questo post di Leo Babauta: Ricetta per una pancia piatta. Oggi, quattro anni dopo, questo è quello che ho imparato sulla mia pelle (e che, Leo non me ne voglia, non ha molto a che vedere con quello che tradussi quattro anni fa).

Amare e prendersi cura del proprio corpo è il primo passo per amare e rispettare se stessi. Sarò sincera, io sono stata fortunata e non ho mai dovuto lavorare più di tanto per ottenere una buona forma fisica. Ho sempre fatto molto esercizio, ma non ho mai dovuto fare sacrifici sul cibo.

Negli ultimi anni, però, alla soglia dei trenta, il mio corpo è cambiato così come il mio metabolismo. All’inizio, oltre all’esercizio fisico cercavo di stare più attenta alla dieta e mangiare meno dolci, poi ho capito che una pancia piatta non si ottiene con una dieta né facendo centomila addominali.

Quindi, se stai cercando una di quelle guide del tipo “pancia piatta in 2 settimane” sei nel posto sbagliato.

Un corpo sano e in forma si ottiene solo con uno stile di vita sano, che parte dall’alimentazione. Per questo, quattro anni fa, convinta dalle teorie emergenti sulla dieta paleolitica ho iniziato il mio viaggio verso questo stile di vita, che oggi si riflette nel 90% delle mie abitudini alimentari e di vita.

Questo lungo viaggio — non ancora terminato — mi ha insegnato tre cose che oggi so essere l’unica vera ricetta per una pancia piatta… e per mantenerla.

Solo tre passi, ma non semplici.

1. Mangia bene

Non raccontiamocela. Un corpo sano è 80% alimentazione e 20% esercizio — anche se entrambi sono altrettanto importanti per la salute.

I grassi non sono il nemico, i carboidrati e gli zuccheri sì

È ora la parte che non a tutti piacerà. I grassi (nonostante il nome) non sono il problema, non ti fanno ingrassare, come si pensava una volta. Il vero nemico di una pancia piatta e una percentuale di grasso corporeo bassa sono gli zuccheri e i carboidrati artificiali, specialmente quelli che contengono glutine come pane, pasta, pizza, croissant, merendine, plumcake…

Lo so, ho descritto praticamente la dieta giornaliera della maggior parte degli italiani, ma avere una pancia piatta, come affrontare qualsiasi problema, inizia con prendere coscienza della realtà. I grassi non ti fanno ingrassare, i carboidrati artificiali e gli zuccheri sì.

Fai il cambio gradualmente

Non è facile fare il cambio e per questo ti consiglio di farlo gradualmente.

È più facile ridurre prima i dolci (magari dedicarsene tre alla settimana e poi ridurre). Poi i cibi ricchi di glutine (pasta, pane, pizza e tutto ciò che contenga farina). Poi quelli ricchi d’amido, come le patate e il riso. E alla fine ridurre anche i latticini (formaggi e latte).

La frutta è naturale e sana, ma ricorda che è piena di zucchero, quindi se stai cercando di perdere peso oltre che essere in buona salute, ti consiglio di non abusarne.

2. Fai esercizio

L’esercizio è una parte fondamentale dello stare bene. Non per avere glutei d’acciaio o addominali in vista: quelli verranno, ma non devono essere l’obiettivo. L’obiettivo deve essere la salute.

30 minuti intensi al giorno sono il segreto

Oggi le teorie più in voga tra gli allenatori e i preparatori atletici sono tutte molto simili e prevedono solo 30 minuti diari di esercizio muscolare o cardio molto intenso. Chi non sa trovare 30 minuti in un giorno? Non ci sono scuse.

E per uccidere completamente ogni possibilità di fallimento, oggi esistono vari programmi che ti aiutano passo a passo e mantengono la motivazione alta. Io ne ho provati tre finora, completamente diversi, ma altrettanto efficaci: Insanity, P90X3 e T25. E me ne sono innamorata.

3. Sii paziente

Se pensi che il cambio richieda tre settimane o due mesi, ti sbagli. Certo, già dalle prime settimane comincerai a notare un cambio nel tuo corpo, ma è solo l’inizio.

Io ci ho messo 4 anni ad arrivare dove sono ora e so bene che questo viaggio finirà con me.

Perché la parte più difficile non è ottenere la pancia piatta, bensì mantenerla. Bisogna fare un cambio di stile di vita, in spagnolo diremmo “cambiare il chip cerebrale”. Solo allora saprai di esserci riuscito.

La pancia piatta non è il vero obiettivo

Ma ricorda: la pancia piatta non può essere l’unico obiettivo. Il vero obiettivo deve essere creare un nuovo, più sano stile di vita che mantenga la tua pancia piatta, la salute intatta e l’umore alto. E magari ti faccia vivere più a lungo. Non ne vale forse la pena?


Se stai cercando di creare uno stile di vita sano o hai provato e fallito, lasciami un commento. Parliamone. Se c’è una cosa che ho imparato negli ultimi quattro anni è che è molto più difficile riuscirci da soli 🙂


Aiutami a crescere

Starter kit block

Vuoi portare Montessori a casa tua?

Io l'ho fatto e posso aiutarti! Questo è il corso pratico che avrei voluto trovare io stessa due anni fa, quando ho dato i primi passi nella filosofia Montessori. Il corso è tutto online, 100% flessibile e ti dà accesso ad una sezione FAQ privata e personalizzata in cui risponderò personalmente a qualsiasi domanda!

E in più costa come un libro!

Voglio sapere di più →



Vai di fretta?

Iscriviti alla mia newsletter settimanale e riceverai gli ultimi post direttamente in mail. Una mail ogni mercoledì. No spam 🙂


Articoli famosi…

Questi articoli hanno avuto un sacco di successo. Magari piacciono anche a te.


Ultimi articoli…

Appena pubblicati e pronti per essere letti tutti d'un fiato.