La Tela di Carlotta
it en es

Vuoi un cambiamento nella tua vita? Trova la grotta!

nov 9, 2018

Oggi voglio parlarti di due piccoli cambiamenti nella nostra vita che abbiamo fatto dopo essere tornati dal Canada e sono stati un enorme miglioramento nel nostro stile di vita.

  • Abbiamo venduto lo scooter di Alex e comprato due bici pieghevoli (abbiamo scelto Brompton perché… beh, è ​​Brompton! ;-)).
  • Abbiamo venduto il nostro amato Stokke Xplory e comprato un passeggino che può anche essere collegato alle bici (abbiamo scelto il trailer Thule Cross, il singolo perché il doppio non entrava nemmeno per la porta di casa).

Alex va al lavoro in bici tutte le mattine. Usciamo in bici di sera per i nostri appuntamenti romantici! Non prendiamo la macchina al pomeriggio (il che mi ha fatto decidere di ridurre drasticamente la quantità di attività extra e di scegliere uno stile di vita più lento). Le nostre due Brompton + il trailer + le bici Woom dei bimbi entrano tutti insieme nel bagagliaio della nostra auto, quindi organizziamo escursioni in bici al fine settimana. Che ci piace. Un Sacco.

Questo è un video della nostra prima avventura in bici, abbiamo messo Emily nel trailer e Oliver sulla sua Woom 2, e… siamo rimasti stupiti: Emily è stata felice guardando fuori e chiacchierando e Oliver non è quasi mai sceso dalla bici — ha camminato spingendola per circa 3 minuti prima di annoiarsi e pedalare tutto il resto della salita più dura!

Pensando ai cambiamenti nella nostra vita

Il nostro nuovo stile di vita mi ha fatto pensare al cambiamento in generale, che è qualcosa che a cui penso molto ultimamente perché c’è un ENORME cambiamento che sta arrivando molto presto — uno che mi rende ugualmente emozionata e terrorizzata. Il cambiamento è così difficile, vero? Soprattutto quando si tratta di cambiare noi stessi, il nostro atteggiamento, la nostra personalità, le nostre abitudini, uscire dalla nostra zona di comfort.

Ma più penso alle mie esperienze passate e decisioni future, più mi rendo conto di tre cose:

1. Sono l'unica che può far avvenire il cambiamento

Visto che posso permettermi di decidere, non voglio appartenere a quella categoria di persone che desiderano cambiare, ma non fanno mai niente a riguardo. E questo vale per ogni cosa nella nostra vita, grande o piccola: liberarsi di quell’impegno che ti sta facendo sentire sopraffatto; cambiando lavoro; trasferirsi; comprare una casa; andare a vivere all’estero; svegliarsi prima; mangiare più sano; leggere di più; perdere peso; smettere di urlare ai tuoi figli; passare più tempo con la tua gente; decidere la scala delle tue priorità nella vita…

Ci sono così tante persone che sanno che un cambiamento le renderebbe più felici, ma non fanno nemmeno il primo passo verso di esso. Questo mi rende triste, quindi oggi voglio ricordarti una cosa:

Se sei uno di loro, ecco la buona notizia: TU PUOI farlo avvenire. Oggi. Decidi un cambiamento, impegnati, concentrati su di esso e inizia oggi. Se lo fai, il cambiamento non avverrà domani, no, ma è probabile che un giorno si avveri.

Ed ecco le cattive notizie: SOLO TU puoi farlo avvenire.

2. Sono l'unico ostacolo che mi separa dal vero cambiamento

La nostra mente è potente sia nel modo più positivo che in quello più distruttivo e, quando si tratta di cambiare, c’è molta resistenza. Mi sembra quasi che le nostre menti siano maestre nel creare scuse per non fare un cambiamento che potrebbe renderci più felici. Perché? Perché abbiamo paura. Perché il cambiamento è spaventoso. Perché significa uscire dalla nostra zona di comfort. Perché significa imparare nuovamente su noi stessi, sulla nostra vita, sulle nostre priorità. E anche perché di solito la situazione peggiora prima di migliorare.

Ogni volta che devo fare un cambiamento nella mia vita, mi sembra di lasciare un lago calmo e pacifico — il conosciuto, il famigliare — per nuotare in un fiume tempestoso infestato da coccodrilli e che finisce in una cascata. È spaventoso.

3. Il cambiamento è sempre per il meglio

Non ho ancora trovato una formula magica per lasciare andare la paura del cambiamento. Pianificare il cambiamento, vale a dire “inizio il prossimo lunedì, il prossimo mese, l’anno prossimo”, può funzionare, anche se potrebbe anche creare aspettative insane e stress inutili. Svegliarsi una mattina e decidere “oggi smetterò questo / inizierò quest’altro” può anche funzionare, anche se potrebbe essere un entusiasmo di breve durata (e inoltre non molte persone possono realisticamente fare un cambiamento in un batter d’occhio).

Qualunque sia la strategia, sento che ciò che ha funzionato meglio per me in passato è convincere la mia mente (e credere davvero) che il cambiamento è sempre per il meglio: non importa se sai dove ti porterà o meno, non importa se hai successo o fallisci, non importa se alla fine ce la fai o no, dall’altra parte del cambiamento — al fondo di quella cascata — la vita è sempre migliore: sei una versione migliore di te stesso, ti conosci meglio, la tua prospettiva è più ampia, hai una comprensione migliore. E sì, si sopravvive sempre alla caduta ;-).

Il cambiamento è difficile. Ci vuole molto lavoro, molto coraggio e, spesso, un atto di fede. C’è sempre progresso, c’è sempre regresso. Ma una volta che inizi, tutto sembra più facile.

Decidi un cambiamento, impegnati, concentrarsi su di esso e inizia oggi. Tra una settimana sarai felice di averlo fatto.

Trova la grotta!

E proprio mentre stavo per pubblicare questo post, mi sono imbattuta in una delle citazioni più belle che abbia mai letto, che ha parlato direttamente alla mia anima — ennesimo segno della strada che devo percorrere.

“Ricorda la saggezza di Joseph Campbell: “la caverna in cui temi di entrare contiene il tesoro che cerchi”. Prendi possesso della paura, trova la caverna e scrivi un nuovo finale per te stesso […]. Scegli il coraggio oltre il comfort. Scegli cuori aperti invece di armature. E scegli la grande avventura di essere coraggioso e impaurito. Allo stesso tempo.” (dal libro Dare to Lead di Brené Brown)

Commenti

Giulia • nov 10, 2018

Sei una persona estremamente positiva!!! Grazie per contagiarci tutti con il tuo ottimismo e la gioia di vita, e grazie per condividere le soluzioni e trucchi, a volte davvero facili, per facilitarci la vita quotidiana:) sei proprio in gamba! Una domanda (mi chiedevo anche molto tempo prima; ora nel vostro caso il problema si risolve da solo, ma noi abbiamo 3 bimbi, di cui due non vanno in bici ancora da soli): come avete risolto il problema delle cinture nel trailer singolo? Ho visto viaggiare Emily e Oliver molte volte insieme (un po' schiacciati perché lo spazio è poco, no?), ma per quanto riguarda le cinture avete sistemato qualcosa? Noi per ora abbiamo un trailer doppio nel garage, ma è vero che se vogliamo prenderlo in vacanza per farlo entrare in una camera bisogna sempre piegarlo che è una rogna...
ps. saluti di pronta guarigione!!! Sei fortissima e hai un sostegno bellissimo nella tua famiglia. Non c'è niente di più importante di essere così fortunati (specialmente quando si è in bisogno).

🌸 Carlotta • dic 3, 2018

Ciao Giulia, grazie per il tuo commento e so che arrivo tardi, ma meglio tardi che mai ☺️ Noi non abbiamo risolto il problema cinture, nel senso che mettiamo loro i caschi delle loro bici e non li leghiamo. Non facciamo cose folli e in più Oliver è tenerissimo, quando ci sono dei saltini mette la mano sul petto di Emily e la tiene :-) Lo spazio è poco, ma per ora funziona e i bimbi non si lamentano (quasi mai ;-) quindi abbiamo deciso di continuare così fino a quando potremo (e Oliver prende la sua bici sempre di più quando usciamo tutti insieme). Un abbraccio!

Ps. Grazie! E hai proprio ragione, sono fortunatissima!

Valentina • nov 15, 2018

Bellissimo articolo! Da qualche mese sto cercando di migliorare il mio stile di vita e leggere questo articolo mi ha fatto riflettere molto! Mi piace confrontarmi con te! Anche da noi si usa fare passeggiate in bici la sera, ma io nn so andare in bici, al contrario di mio marito e del mio bimbo grande, sai che ti dico? Devo imparare ad andare in bici, anche se a 35 anni è più difficile!

🌸 Carlotta • dic 3, 2018

Valentina, che tenera, quello è lo spirito giusto! Fammi sapere come va, il tuo bimbo grande sarà super orgoglioso della sua mamma anche solo per provarci! Un abbraccio 🤗

Federica • dic 7, 2018

Ciao Carlotta, spero ti bene. Ho letto del vostro nuovo interessante progetto di viaggio nel mondo. Scriverò poi miei pensieri. Volevo chiederti, in questo post, se mi sai dire il titolo in italiano del libro che citi della Brown. Grazie

🌸 Carlotta • gen 4, 2019

Ciao Federica, grazie per il tuo commento! Mi spiace ma non so mica se il libro sia stato tradotto in italiano, forse fai prima a entrare in una libreria fornita e chiedere dando il titolo inglese “Dare to lead”, perché loro probabilmente sanno dirti. Un abbraccio

Dimmi che cosa ne pensi

Ti è piaciuto? Sei d’accordo? Mi piacerebbe sapere che cosa ne pensi.

Penso che questi ti piaceranno

Corsi online

Aiuto mamme e papà ad essere genitori più consapevoli e ad affiancare la scuola (o scegliere l’homeschooling) nell’educazione dei figli.

Educare a lungo termine

Filosofia Montessori, disciplina positiva ed educazione gentile: linee guida per genitori.
1
La genitorialità è più semplice quando si ha una guida da seguire. Con questo corso inizierai la tua personale trasformazione interiore per diventare un genitore che educa con rispetto (per se stesso e per i figli), imparerai a usare empatia, comprensione e pazienza nelle crisi e troverai alternative ai metodi classici dell’educazione tradizionale, come minacce, castighi e punizioni. I bambini sono il futuro del nostro pianeta e il cambiamento può solo iniziare in casa.

Co-schooling: educare a casa

La scuola non basta. Siamo i primi e i migliori educatori dei nostri figli.
2
Quando siamo partiti per un'avventura di due anni intorno al mondo, non pensavamo di fare homeschooling. Pensavamo che il viaggio avrebbe insegnato abbastanza a tutti e così è stato. Ma, applicando la filosofia Montessori, ci è venuto spontaneo seguire gli interessi di Oliver ed Emily mano a mano che sorgevano: scrivere, leggere, matematica, geografia, scienze… senza rendercene conto e con pochissime risorse, abbiamo educato i nostri figli a casa. Noi genitori possiamo fare molto con molto poco per mantenere vivo il naturale desiderio di imparare dei nostri figli. Con questo corso voglio cambiare il concetto di homeschooling.
Arriva a breve!

Il blog

Scrivo soprattutto di genitorialità consapevole, Montessori e multilinguismo. Dai un’occhiata agli ultimi post.

Montessori
Un giorno, io incinta di Oliver, mio marito mi disse: "Perché non mettiamo un materasso a terra nella camera del bimbo?". "Mai e poi mai" fu la mia risposta. È proprio così, con un rifiuto, che iniziò il mio viaggio Montessori e da allora respiro, vivo e applico la filosofia in casa ogni giorno, iniziando da me. Educare i bambini inizia da noi genitori. Per questo ho creato corsi apposta per i genitori che vogliono intraprendere un'educazione alternativa.
Bambini in cucina: semplice ricetta disegnata
Burattini di verdure
Mosaico di fagioli e semi
Non sono perfetta. Sono consapevole
Carte dello yoga
Bambini al ristorante: ricalibriamo le aspettative
Non chiedere a tuo figlio di condividere i giocattoli
I "bravo" che intaccano l'autostima dei nostri figli
Il nostro compleanno Montessori
Come rendere una camera più Montessori (la cameretta creata da Deborah)
Vita sostenibile
Vivere in modo sostenibile per me non significa solo avere uno stile di vita più ecologico. Significa prendere decisioni sostenibili per il nostro pianeta, le persone che lo abitano, ma anche per la nostra vita, il nostro stile di vita e la nostra felicità. Significa cogliere ogni occasione quotidiana per evolvere come esseri umani, per essere più felici, più sani, più gentili, più responsabili e più premurosi — l'unico modo sostenibile per un futuro significativo.
Face yoga, lo yoga per il viso
La coppetta mestruale
Perché dovresti indossare lo stesso vestito due volte su Instagram
Il potere di creare abitudini (e perché dovresti farlo anche se poi le rompi)
Mangiare in maniera responsabile è la dieta del futuro (ti va di insegnarlo ai tuoi figli?)
Il potere di NON lamentarsi: puoi farlo per un mese intero?
Pulisci il tuo pianeta, per favore!
Infografia: 8 passi per passare ai pannolini lavabili
Una nota personale sulla felicità
Una nota personale sui social media
Prima volta su La Tela?
Ho preparato alcune collezioni di articoli che ho scritto nel corso degli anni. Magari trovi qualcosa che ti interessa.

Viaggi

Abbiamo venduto tutto per viaggiare il mondo per due anni. Ora siamo in Nuova Zelanda.

Libri

Nel 2020 ho scritto 4 libri per la collezione “Gioca e Impara con il metodo Montessori” a cura di Grazia Honegger Fresco. La collezione è un progetto del Corriere della Sera e de La Gazzetta dello Sport.

Abbiamo anche implementato con Oliver ed Emily i laboratori degli ultimi 15 volumi della collezione.

Podcast

Ti faccio compagnia per un tè o una passeggiata ogni venerdì con il mio podcast Educare con Calma.

ott 16, 2020 • 19m
La nostra routine con i bimbi
Mi chiedete spessissimo quale sia la nostra routine a casa con i bimbi e in questo episodio vi svelo che noi, una routine vera e propria, non ce l'abbiamo. Abbiamo una routine minima e indispensabile, che è un concetto che mi sono totalmente inventata su due piedi mentre parlavo a briglia sciolta in questo episodio, ma che credo funzioni davvero. Almeno per noi. La routine minima e indispensabile, secondo me, risponde anche a un altro "problema": trovo che ci bombardino spesso con l'idea del...
11
ott 9, 2020 • 24m
Sostenibilità: come sensibilizzare i bambini e i giovani adulti | Con Cristiana Cerri Gambarelli
In questa puntata a due voci di Educare con Calma – divisa a metà perché amo gli episodi corti - parliamo di sostenibilità e per farlo ho invitato mia sorella, Cristiana Cerri Gambarelli, project manager della Federazione dei Giovani Verdi Europei e un esempio per chiunque voglia intraprendere un viaggio nella sostenibilità: negli ultimi ha cambiato tutta la sua vita per ridurre la sua impronta di carbonio e per prendere ogni giorno decisioni più sostenibili per il nostro pianeta e in questa ...
10
ott 2, 2020 • 24m
Intraprendere un viaggio nella sostenibilità | Con Cristiana Cerri Gambarelli
In questa puntata a due voci di Educare con Calma – divisa a metà perché amo gli episodi corti - parliamo di sostenibilità e per farlo ho invitato mia sorella, Cristiana Cerri Gambarelli, project manager della Federazione dei Giovani Verdi Europei e un esempio per chiunque voglia intraprendere un viaggio nella sostenibilità: negli ultimi ha cambiato tutta la sua vita per ridurre la sua impronta di carbonio e per prendere ogni giorno decisioni più sostenibili per il nostro pianeta e in questa ...
9

Instagram

Aggiorno instagram quasi ogni giorno per stare “vicina” alla mia famiglia lontana.

Perché la Tela di Carlotta?
La Tela di Carlotta l’ho sognato. Una mattina mi sono svegliata e nei miei sogni avevo creato un blog chiamato proprio come il romanzo. E niente, l’ho fatto! Molti anni e infiniti alti e bassi dopo, questa ragnatela di pensieri e storie è il mio lavoro. Ci ho messo molto tempo a capire che tipo di presenza online volevo essere e oggi lo so: sono trasparente, mostro vita vera, non pubblicizzo, consiglio solo marchi sostenibili (e non perché mi pagano) e credo nel valore del mio blog e dei miei corsi — perché se non crediamo noi nel valore del nostro lavoro, nessuno ci crederà per noi.
Carlotta
Carlotta dreaming of La Tela
Lo so! Anche io sono triste che sia già finito!