Vuoi un cambiamento nella tua vita? Trova la grotta!

1 commento
Aiutami a crescere
ItalianoEnglishEspañol

Oggi voglio parlarti di due piccoli cambiamenti nella nostra vita che abbiamo fatto dopo essere tornati dal Canada e sono stati un enorme miglioramento nel nostro stile di vita.

  • Abbiamo venduto lo scooter di Alex e comprato due bici pieghevoli (abbiamo scelto Brompton perché… beh, è ​​Brompton! ;-)).
  • Abbiamo venduto il nostro amato Stokke Xplory e comprato un passeggino che può anche essere collegato alle bici (abbiamo scelto il trailer Thule Cross, il singolo perché il doppio non entrava nemmeno per la porta di casa).

Alex va al lavoro in bici tutte le mattine. Usciamo in bici di sera per i nostri appuntamenti romantici! Non prendiamo la macchina al pomeriggio (il che mi ha fatto decidere di ridurre drasticamente la quantità di attività extra e di scegliere uno stile di vita più lento). Le nostre due Brompton + il trailer + le bici Woom dei bimbi entrano tutti insieme nel bagagliaio della nostra auto, quindi organizziamo escursioni in bici al fine settimana. Che ci piace. Un Sacco.

Questo è un video della nostra prima avventura in bici, abbiamo messo Emily nel trailer e Oliver sulla sua Woom 2, e… siamo rimasti stupiti: Emily è stata felice guardando fuori e chiacchierando e Oliver non è quasi mai sceso dalla bici — ha camminato spingendola per circa 3 minuti prima di annoiarsi e pedalare tutto il resto della salita più dura!

Pensando ai cambiamenti nella nostra vita

Il nostro nuovo stile di vita mi ha fatto pensare al cambiamento in generale, che è qualcosa che a cui penso molto ultimamente perché c’è un ENORME cambiamento che sta arrivando molto presto — uno che mi rende ugualmente emozionata e terrorizzata. Il cambiamento è così difficile, vero? Soprattutto quando si tratta di cambiare noi stessi, il nostro atteggiamento, la nostra personalità, le nostre abitudini, uscire dalla nostra zona di comfort.

Ma più penso alle mie esperienze passate e decisioni future, più mi rendo conto di tre cose:

1. Sono l’unica che può far avvenire il cambiamento

Visto che posso permettermi di decidere, non voglio appartenere a quella categoria di persone che desiderano cambiare, ma non fanno mai niente a riguardo. E questo vale per ogni cosa nella nostra vita, grande o piccola: liberarsi di quell’impegno che ti sta facendo sentire sopraffatto; cambiando lavoro; trasferirsi; comprare una casa; andare a vivere all’estero; svegliarsi prima; mangiare più sano; leggere di più; perdere peso; smettere di urlare ai tuoi figli; passare più tempo con la tua gente; decidere la scala delle tue priorità nella vita…

Ci sono così tante persone che sanno che un cambiamento le renderebbe più felici, ma non fanno nemmeno il primo passo verso di esso. Questo mi rende triste, quindi oggi voglio ricordarti una cosa:

Se sei uno di loro, ecco la buona notizia: TU PUOI farlo avvenire. Oggi. Decidi un cambiamento, impegnati, concentrati su di esso e inizia oggi. Se lo fai, il cambiamento non avverrà domani, no, ma è probabile che un giorno si avveri.

Ed ecco le cattive notizie: SOLO TU puoi farlo avvenire.

2. Sono l’unico ostacolo che mi separa dal vero cambiamento

La nostra mente è potente sia nel modo più positivo che in quello più distruttivo e, quando si tratta di cambiare, c’è molta resistenza. Mi sembra quasi che le nostre menti siano maestre nel creare scuse per non fare un cambiamento che potrebbe renderci più felici. Perché? Perché abbiamo paura. Perché il cambiamento è spaventoso. Perché significa uscire dalla nostra zona di comfort. Perché significa imparare nuovamente su noi stessi, sulla nostra vita, sulle nostre priorità. E anche perché di solito la situazione peggiora prima di migliorare.

Ogni volta che devo fare un cambiamento nella mia vita, mi sembra di lasciare un lago calmo e pacifico — il conosciuto, il famigliare — per nuotare in un fiume tempestoso infestato da coccodrilli e che finisce in una cascata. È spaventoso.

3. Il cambiamento è sempre per il meglio

Non ho ancora trovato una formula magica per lasciare andare la paura del cambiamento. Pianificare il cambiamento, vale a dire “inizio il prossimo lunedì, il prossimo mese, l’anno prossimo”, può funzionare, anche se potrebbe anche creare aspettative insane e stress inutili. Svegliarsi una mattina e decidere “oggi smetterò questo / inizierò quest’altro” può anche funzionare, anche se potrebbe essere un entusiasmo di breve durata (e inoltre non molte persone possono realisticamente fare un cambiamento in un batter d’occhio).

Qualunque sia la strategia, sento che ciò che ha funzionato meglio per me in passato è convincere la mia mente (e credere davvero) che il cambiamento è sempre per il meglio: non importa se sai dove ti porterà o meno, non importa se hai successo o fallisci, non importa se alla fine ce la fai o no, dall’altra parte del cambiamento — al fondo di quella cascata — la vita è sempre migliore: sei una versione migliore di te stesso, ti conosci meglio, la tua prospettiva è più ampia, hai una comprensione migliore. E sì, si sopravvive sempre alla caduta ;-).

Il cambiamento è difficile. Ci vuole molto lavoro, molto coraggio e, spesso, un atto di fede. C’è sempre progresso, c’è sempre regresso. Ma una volta che inizi, tutto sembra più facile.

Decidi un cambiamento, impegnati, concentrarsi su di esso e inizia oggi. Tra una settimana sarai felice di averlo fatto.

Trova la grotta!

E proprio mentre stavo per pubblicare questo post, mi sono imbattuta in una delle citazioni più belle che abbia mai letto, che ha parlato direttamente alla mia anima — ennesimo segno della strada che devo percorrere.

“Ricorda la saggezza di Joseph Campbell: “la caverna in cui temi di entrare contiene il tesoro che cerchi”. Prendi possesso della paura, trova la caverna e scrivi un nuovo finale per te stesso […]. Scegli il coraggio oltre il comfort. Scegli cuori aperti invece di armature. E scegli la grande avventura di essere coraggioso e impaurito. Allo stesso tempo.” (dal libro Dare to Lead di Brené Brown)


Aiutami a crescere

Starter kit block

Vuoi portare Montessori a casa tua?

Io l'ho fatto e posso aiutarti! Questo è il corso pratico che avrei voluto trovare io stessa due anni fa, quando ho dato i primi passi nella filosofia Montessori. Il corso è tutto online, 100% flessibile e ti dà accesso ad una sezione FAQ privata e personalizzata in cui risponderò personalmente a qualsiasi domanda!

E in più costa come un libro!

Voglio sapere di più →


La donna dietro le parole

Sono una trentenne, trilingue, mamma montessori e 88% paleo. Insegnante di lingue per lavoro, blogger e ballerina per passione.

Leggi di più su di me →

Ti è piaciuto? Sei d'accordo? No? Dimmelo in un commento.

Se preferisci, puoi anche mandarmi un tweet o scrivermi in privato.

  1. Sei una persona estremamente positiva!!! Grazie per contagiarci tutti con il tuo ottimismo e la gioia di vita, e grazie per condividere le soluzioni e trucchi, a volte davvero facili, per facilitarci la vita quotidiana:) sei proprio in gamba! Una domanda (mi chiedevo anche molto tempo prima; ora nel vostro caso il problema si risolve da solo, ma noi abbiamo 3 bimbi, di cui due non vanno in bici ancora da soli): come avete risolto il problema delle cinture nel trailer singolo? Ho visto viaggiare Emily e Oliver molte volte insieme (un po’ schiacciati perché lo spazio è poco, no?), ma per quanto riguarda le cinture avete sistemato qualcosa? Noi per ora abbiamo un trailer doppio nel garage, ma è vero che se vogliamo prenderlo in vacanza per farlo entrare in una camera bisogna sempre piegarlo che è una rogna…
    ps. saluti di pronta guarigione!!! Sei fortissima e hai un sostegno bellissimo nella tua famiglia. Non c’è niente di più importante di essere così fortunati (specialmente quando si è in bisogno).


Vai di fretta?

Iscriviti alla mia newsletter settimanale per ricevere gli ultimi post direttamente in mail. Solo una mail al mese. No spam (giurin giuretto!) 🙂


Ti potrebbe anche piacere…

Ho personalmente selezionato questi articoli per te così puoi continuare a leggere.


Articoli famosi…

Questi articoli hanno avuto un sacco di successo. Magari piacciono anche a te.


Ultimi articoli…

Appena pubblicati e pronti per essere letti tutti d'un fiato.

Imprint  ·  Privacy Policy