La Tela di Carlotta
it en es

Aspettiamo un… (E pensieri sul nome)

ago 22, 2016

UNA BIMBA!

Contro ogni previsione (Alex ha cinque fratelli, tutti maschi!), aspettiamo una bambina che già sorride e saluta dalla pancia, come puoi vedere dall’ecografia.

Quando mi hanno detto che Oliver era maschio, ero veramente delusa, avevo sempre desiderato una bambina nella mia vita. Ma questa volta—ironia del destino—non avevo davvero alcuna preferenza: dopo aver sperimentato l’essere madre di un bimbo e aver adorato l’esperienza con ogni singola cellula che ho in corpo, mi sarebbe piaciuto che Oliver avesse un fratellino, un compagno di crimine con cui crescere, condividere gli stessi interessi e giochi. Ma mi sarebbe piaciuto altrettanto che avesse una sorellina, qualcuno di cui prendersi cura, da cui imparare la vita da Venere con tutte le meravigliose differenze che comporta.

E Venere ha vinto e siamo tutti al settimo cielo (ad eccezione di Oliver che non ha idea di quello che sta arrivando)!


Qual è il tuo nome preferito per bimbo/bimba?

Mentre avevamo una chiara idea del nome per un bimbo—sarebbe stato Sebastian—abbiamo sempre avuto più difficoltà a trovare un nome per un bambina.

Come per Oliver, non volevamo nessuna R, T o doppia L nel mezzo del nome, essendo queste consonanti che si distorcono in un modo o nell’altro in una o più lingue. Volevamo un nome che fosse facile da dire e scrivere in tutte le nostre quattro lingue, e che fosse adatto per una bambina carina, una ragazza dolce e una donna gentile e sicura di sé.

Siamo passati attraverso Chloe, Amy, Emilia, Lily, Noemi, Tessa, Emma, Evelin, Maya, Sophia (o Sophie), ma alla fine continuiamo a chiamarla con il nome che avremmo dato a Oliver se fosse stato femmina: Emily. Quindi credo di poter dire “habemus nomen”

Qual è il tuo nome preferito per un bimbo/bimba? Come hai scelto i nomi dei tuoi figli? Mi piacerebbe che mi raccontassi…

Commenti

Cinzia • ago 23, 2016

Ciao carlotta.
Che meraviglia la coppia !!! Non potevate chiedere di meglio. Spero di essere così fortunata anche io tra qualche anno.
Io a differenza vostra avevo una lista infinita di nomi da femmina perché ci sono molte più possibilità rispetto ad un maschio ma poi l'opzione finale sarebbe stata Penelope ! Quindi speriamo di poterlo usare prima o poi.
Per Tommaso invece la scelta non era fra molti. Cesare, Giovanni, Tommaso, Ettore. Alla fine Tommaso perché sarebbe stato il nome destinato a me o mia sorella se fossimo nati maschietti e quindi mi era sempre piaciuto e mia mamma me ne aveva sempre parlato.
Allora… viva Emily!
Buone vacanze tedesche e buon divertimento. Berlino è stupenda ! Ciao ciao

🌸 Carlotta • set 7, 2016

Cinzia, non ci crederai mai, ma sai che giusto pochi giorni prima che mi lasciassi questo commento, aveva iniziato a frullarci in mente il nome Penelope, che sarebbe poi Penny (che adoro entrambi)! Ancora adesso lo stiamo testando a volte, ma alla fine torniamo sempre su Emily! E Tommaso è sempre stato uno dei miei nomi preferiti da maschio fin da adolescente, ma ad Alex non piaceva il nickname Tommy (che io adoro!) e allora l'abbiamo scartato. :-) Un abbraccio e grazie per il tuo commento!

PS. Non puoi correggere il testo del commento dopo averlo inviato, ma non ti preoccupare, te lo correggo io ;-)

Stefania • ago 23, 2016

Congratulazioni Carlotta! Mi ricordavo una bimba fosse nei tuoi sogni! :) Emily e' un nome molto dolce, come tutti quelli che hai citato sopra (mio padre avrebbe tanto voluto chiamarmi Evelyn). La nostra bambina si chiama Carolina, spesso confusa con Carlotta e per fortuna a 3 anni sa già dire la 'r'.
Mi piace molto anche Sophia (meglio col 'ph' avendo io fatto studi classici tengo molto alle… radici) ma anche Chloe, anche se mi ricorda tanto la cagnolina—sorella del mio ex cane.
Nella lista dei desideri ce ne sono sempre tanti per una mamma, ma credo che il nome giusto esca al momento giusto! In nomine omen, non dimentichiamolo...
A proposito, anche Oliver è un bellissimo nome e anche il suo femminile Olivia! :)

Stefania

Ps. al tuo ritorno attendiamo feedback sul vivere Berlino con i bimbi. Non è escluso che prima o poi andremo, avendo un amico caro che risiede li'.

🌸 Carlotta • set 7, 2016

Sí, ricordavi bene, Stefania! Da sempre ho sognato una bimba, anche se devo ammettere che dopo aver provato e adorato l'esperienza di un maschio (dai vestiti che sono molto più semplici perché c'è meno scelta, al loro modo di essere), sarei stata felicissima di regalare ad Oliver un fratellino :-) Anzi, sono un po' nervosa all'idea di incontrare l'universo Venere! Prometto, le dritte su Berlino arriva presto! Un abbraccio e grazie per il tuo commento 🌸

Giulia • ago 24, 2016

Ciao Carlotta! Innanzitutto tanti auguri!
Io e Marco, per scegliere il nome della nostra piccola, ci abbiamo messo un secolo! Se fosse stato un maschio non avevamo dubbi, sarebbe stato Lorenzo, ma con la femmina, apriti cielo! Quelli che piacevano a me non andavano bene per lui, e viceversa.
Poi, quasi per caso, abbiamo sentito un nome, Anna, ci siamo guardati e abbiamo capito che quello era il nome giusto! 😍

Gabriele • ago 24, 2016

Ciao Carlotta. Anche io e Angeliki eravamo, chissa' perche', convinti che fosse una bimba e avevamo gia' scelto il nome, che tra l'altro e' nella tua lista, Sofia. Il significato del nome ci e' piaciuto da subito: conoscenza, saggezza.
Quando abbiamo scoperto che sarebbe stato un bimbo abbiamo faticato un po' a trovare un nome che funzionasse in Italiano e in Greco, alla fine abbiamo scelto Stefano e aspettiamo con ansia di poterlo usare... ancora 3 mesi :)
Buone vacanze!!

🌸 Carlotta • set 7, 2016

Ciao Gabriele! Ma dai, alla fine è un bimbo? Non so perché ma anche io ricordavo bimba :-D Bellissimo il nome Stefano… ma che difficile trovare un nome che funzioni nelle varie lingue, vero? Dai che manca poco e potrete finalmente associare un viso e un corpicino a questo bel nome! Un abbraccio

Elisa • ago 27, 2016

Super congratulazioni! Noi abbiamo Emilia -detta emily bronci- dall'ecografia delle 30 settimane. Nessun dubbio, il nome era il suo. In competizione per brevissimo tempo con Aida. Da maschio non ne avevamo nemmeno uno, zero assoluto. Non riuscivamo a trovarne... Noi lo adoriamo, questo nome. È lei, Emilia. È dolce e forte. Bellissimo. Complimenti.

🌸 Carlotta • set 7, 2016

Ahahah, Emily Bronci è fortissimo! Ci piace anche tanto Emilia, ma alla fine lo abbiamo abbandonato perché in finlandese si pronuncia tutto con l'accento sulla prima sillaba, quindi suonerebbe più Émilia… e poi poco a poco abbiamo iniziato ad affezionarci alla versione inglese. Hai ragione, anche a me sa di dolce e forte allo stesso tempo, per questo mi piace. Grazie e spero di leggerti ancora tra queste pagine 🌸

Eleonora • ago 30, 2016

Ma tantissimi auguri per questa bella coppietta!!!
Io e mio marito avevamo deciso così, scegliamo due nomi che vanno bene a entrambi, lui femmina e io maschietto.
Lui adorava Melissa, io Daniele o Emiliano...
E... Melissa fu! Vuol dire miele, ape. Noi diciamo sempre che é dolce come il miele ma punge come un ape!! :)
Emily lo trovo dolcissimo ed ha davvero una bella sonorità! Un abbraccio!

🌸 Carlotta • set 7, 2016

Ma che bella storia, Eleonora, grazie per condividerla! Melissa è un nome dolcissimo e funziona in tutte le lingue (ed è davvero adatto a una personalità dolce, ma forte allo stesso tempo). Bellissimo! Un abbraccio a che a voi 🌸

Virginia • set 1, 2016

Ciao Carlotta!
Ho scoperto il tuo blog qualche tempo fa e lo trovo molto interessante.
Congratulazioni, che bella notizia :) Il nome che avete scelto mi piace molto!

🌸 Carlotta • set 7, 2016

Ciao Virginia, grazie! Sono contentissima che ti piaccia la mia piccola ragnatela di pensieri! Un abbraccio e spero di leggerti ancora 🌸

Elena • set 1, 2016

Congratulazioni Carlotta!!
Io e mio marito eravamo abbastanza decisi sul nome per la femmina e totalmente in alto mare per il maschio.
Quando abbiamo scoperto che era maschio ci siamo scaricati da internet tutti i nomi italiani da maschio, abbiamo dato una prima scremata a quelli che non ci piacevano e i restanti 40 circa li abbiamo scritti su post-it e appiccicati al frigo.
Da quel momento in poi ogni sera uno dei due proponeva un nome da togliere e se entrambi eravamo d'accordo, lo eliminavamo. Arrivati agli ultimi 5, ognuno ha stilato la propria classifica e al primo posto c'era per entrambi Ettore 😂😍

🌸 Carlotta • set 7, 2016

Ciao Elena, grazie per il tuo commento. Wow, che metodo sistematico, molto professionale! Grazie per condividerlo, sono certa che qualche mamma qui su La Tela vi copierà! Anche noi abbiamo dovuto ricorrere a internet (per il nome della bimba, però) e scremare poco a poco la lunghissima lista di nomi… e ancora oggi ogni tanto la riguardiamo, ma poi rimaniamo sempre su Emily. Anche se da poco ci piace anche Penelope… chissà!

Dimmi che cosa ne pensi

Ti è piaciuto? Sei d’accordo? Mi piacerebbe sapere che cosa ne pensi.

Penso che questi ti piaceranno

Corsi online

Aiuto mamme e papà ad essere genitori più consapevoli e ad affiancare la scuola (o scegliere l’homeschooling) nell’educazione dei figli.

Educare a lungo termine

Filosofia Montessori, disciplina positiva ed educazione gentile: linee guida per genitori.
La genitorialità è più semplice quando si ha una guida da seguire. Con questo corso inizierai la tua personale trasformazione interiore per diventare un genitore che educa con rispetto (per se stesso e per i figli), imparerai a usare empatia, comprensione e pazienza nelle crisi e troverai alternative ai metodi classici dell’educazione tradizionale, come minacce, castighi e punizioni. I bambini sono il futuro del nostro pianeta e il cambiamento può solo iniziare in casa.

Co-schooling: educare a casa

La scuola non basta. Siamo i primi e i migliori educatori dei nostri figli.
Quando siamo partiti per un'avventura di due anni intorno al mondo, non pensavamo di fare homeschooling. Pensavamo che il viaggio avrebbe insegnato abbastanza a tutti e così è stato. Ma, applicando la filosofia Montessori, ci è venuto spontaneo seguire gli interessi di Oliver ed Emily mano a mano che sorgevano: scrivere, leggere, matematica, geografia, scienze… senza rendercene conto e con pochissime risorse, abbiamo educato i nostri figli a casa. Noi genitori possiamo fare molto con molto poco per mantenere vivo il naturale desiderio di imparare dei nostri figli. Con questo corso voglio cambiare il concetto di homeschooling.

Il blog

Scrivo soprattutto di genitorialità consapevole, Montessori e multilinguismo. Dai un’occhiata agli ultimi post.

Mamme, papà & bimbi
Non sappiamo come fare i genitori, lo impariamo ogni giorno. Questo è il mio essere madre, le mie piccole vittorie e le amare sconfitte, le mie verità scomode e le infinite lezioni di vita Montessori. E anche tutti i prodotti per bambini e i giocattoli che amiamo di più.
Audiolibri di storie reali per bambini
Non proiettiamo le nostre insicurezze sui nostri figli
Metti in dubbio le autorità
Nella genitorialità ci va egoismo costruttivo
Un passo in più verso l'auto accettazione
E se si vuole divorziare dopo i figli?
Alex
Ci siamo dimenticati del nostro 10° anniversario di nozze!
Yoga non è solo la perfezione che vedi online
Educhiamo i nostri figli alla diversità
Montessori
Un giorno, io incinta di Oliver, mio marito mi disse: "Perché non mettiamo un materasso a terra nella camera del bimbo?". "Mai e poi mai" fu la mia risposta. È proprio così, con un rifiuto, che iniziò il mio viaggio Montessori e da allora respiro, vivo e applico la filosofia in casa ogni giorno, iniziando da me. Educare i bambini inizia da noi genitori. Per questo ho creato corsi apposta per i genitori che vogliono intraprendere un'educazione alternativa.
Prenditi cura della donna dietro la madre
Montessori express: domanda invece di correggere
Montessori express: descrivi invece di criticare
Un esempio di come pratico l'empatia con i miei figli
Come mostro empatia ai miei figli
Buon 4° compleanno, Emily!
Il capodanno Montessori
Il tavolo della pace Montessori
Audiolibri di storie reali per bambini
10.000 followers su Instagram!
Vita sostenibile
Vivere in modo sostenibile per me non significa solo avere uno stile di vita più ecologico. Significa prendere decisioni sostenibili per il nostro pianeta, le persone che lo abitano, ma anche per la nostra vita, il nostro stile di vita e la nostra felicità. Significa cogliere ogni occasione quotidiana per evolvere come esseri umani, per essere più felici, più sani, più gentili, più responsabili e più premurosi — l'unico modo sostenibile per un futuro significativo.
Face yoga, lo yoga per il viso
La coppetta mestruale
Perché dovresti indossare lo stesso vestito due volte su Instagram
Il potere di creare abitudini (e perché dovresti farlo anche se poi le rompi)
Mangiare in maniera responsabile è la dieta del futuro (ti va di insegnarlo ai tuoi figli?)
Il potere di NON lamentarsi: puoi farlo per un mese intero?
Pulisci il tuo pianeta, per favore!
Infografia: 8 passi per passare ai pannolini lavabili
Una nota personale sulla felicità
Una nota personale sui social media
Prima volta su La Tela?
Ho preparato alcune collezioni di articoli che ho scritto nel corso degli anni. Magari trovi qualcosa che ti interessa.

Viaggi

Abbiamo venduto tutto per viaggiare il mondo per due anni. Ora siamo in Nuova Zelanda.

Libri

Nel 2020 ho scritto 4 libri per la collezione “Gioca e Impara con il metodo Montessori” a cura di Grazia Honegger Fresco. La collezione è un progetto del Corriere della Sera e de La Gazzetta dello Sport.

Abbiamo anche implementato con Oliver ed Emily i laboratori degli ultimi 15 volumi della collezione.

Podcast

Ti faccio compagnia per un tè o una passeggiata ogni venerdì con il mio podcast Educare con Calma.

gen 22, 2021 • 24m
La pazienza va coltivata senza scorciatoie
In questo episodio di Educare con Calma parliamo della pazienza dei bambini e di come coltivarla (la pazienza non è innata, nemmeno per Oliver ed Emily che vi sembrano tanto pazienti!). E visto che non ho trucchi o metodi specifici (o magari giusto un paio 😉), vi racconto tanti aneddoti e situazioni in cui noi abbiamo dato l’opportunità ai nostri figli di coltivare la pazienza. Spero che possano ispirarvi e motivarvi a ricercare opportunità anche con i vostri figli. Vi lascio anche un articol...
27
gen 20, 2021 • 06m
Montessori in 5': domanda invece di correggere
In questo episodio di Montessori in 5' ti invito a smettere di correggere i tuoi figli in continuazione e ti suggerisco una semplice domanda che ti aiuterà a farlo. È un minuscolo cambiamento che può aiutarti a ridurre l'attrito e le lotte di potere con i tuoi figli. A casa nostra funziona come per magia, sono sicura che aiuterà anche te! -- Come appoggiare il podcast: Io non faccio pubblicità e non accetto sponsor, perché le pubblicità mi danno fastidio e non voglio sottoporvi a più pubblici...
26
gen 15, 2021 • 20m
Come "montessorizzare" la casa per dare indipendenza ai bambini
In questo episodio di Educare con Calma parliamo di come offrire indipendenza in casa attraverso l'ambiente. Vi parlo dell'importanza dell'ambiente (anche nelle scuole Montessori), di quanto sia importante apportare piccoli cambiamenti in casa per dare più indipendenza ai bambini, e anche di come purtroppo questo non sia sufficiente… Questo tema è uno dei primi che avevo in mente di trattare sul podcast… meglio tardi che mai! 🌸 -- Come appoggiare il podcast: Io non faccio pubblicità e non acc...
25

Instagram

Aggiorno instagram quasi ogni giorno per stare “vicina” alla mia famiglia lontana.

Perché la Tela di Carlotta?
La Tela di Carlotta l’ho sognato. Una mattina mi sono svegliata e nei miei sogni avevo creato un blog chiamato proprio come il romanzo. E niente, l’ho fatto! Molti anni e infiniti alti e bassi dopo, questa ragnatela di pensieri e storie è il mio lavoro. Ci ho messo molto tempo a capire che tipo di presenza online volevo essere e oggi lo so: sono trasparente, mostro vita vera, non pubblicizzo, consiglio solo marchi sostenibili (e non perché mi pagano) e credo nel valore del mio blog e dei miei corsi — perché se non crediamo noi nel valore del nostro lavoro, nessuno ci crederà per noi.
Carlotta
Carlotta dreaming of La Tela
Lo so! Anche io sono triste che sia già finito!