Stiamo vendendo tutto per viaggiare il mondo!

20 commenti
Aiutami a crescere
ItalianoEnglishEspañol

Quando eravamo in Canada per due mesi la scorsa estate, abbiamo avuto questa pazza idea di cambiare la nostra vita e viaggiare per un paio d’anni. Quando ho scritto il post al riguardo, nel profondo sapevo già che lo avremmo fatto.

Quindi sì, attualmente stiamo vendiamo TUTTO quello che possediamo (abbiamo già venduto il letto e stiamo dormendo su un materasso sul pavimento… molto Montessori, no? ;-), a marzo ci trasferiremo in un appartamento AirBnb vicino alla scuola di Oliver ed Emily, e il 24 giugno lasceremo la Spagna per viaggiare il mondo.

In realtà è la prima volta che scrivo questo piano pubblicamente e… me la sto facendo sotto!

Ma questa è la realtà del cambiamento: la caverna in cui temi di entrare contiene il tesoro che cerchi. Quando pensi a un grande cambiamento nella tua vita, devi mettere da parte la paura — tutti quei “ma” e “se” — e concentrarti solo sul tesoro, qualunque esso sia.

Allora, dove andrete?

Abbiamo deciso di trascorrere i primi sei mesi in Europa (perché c’è così tanto che non conosciamo e così tante culture diverse che vorremmo scoprire) e nel gennaio 2020 — che numero incredibile per iniziare un’avventura! — partiremo alla volta dell’Asia.

Seguendo sempre il sole, ovviamente!

Perché vendete tutto?

Quando eravamo in Canada con solo due valige grandi e nessuno dei nostri comfort quotidiani, non ci mancava nulla. Certo, ci sarebbe piaciuto che ogni AirBnb avesse il nostro bel frullatore per fare smoothies o la spalliera per fare arrampicare le scimmiette Oliver ed Emily, ma queste sono tutte senza le quali possiamo vivere.

Abbiamo solo bisogno di qualche vestito, scarpe, i nostri passaporti e siamo a posto.

Quello è tutto ciò che porterete con voi?

Più o meno. Porteremo anche le nostre bici pieghevoli e le bici Woom dei bambini. Ci siamo resi conto in Canada che le biciclette ci portano quasi ovunque e sono molto più convenienti di qualsiasi altro mezzo di trasporto. Quindi proveremo la vita della bici.

E il vostro cane?

Questa è stata una decisione molto difficile e una che abbiamo pensato a lungo. Colbie non verrà con noi e al momento stiamo cercando una bella famiglia che la amerà tanto quanto la amiamo noi.

Non avrei mai pensato di essere una di quelle persone che abbandonano il loro cane (perché non sono un’ipocrita e riconosco che è quello che stiamo facendo), ma lei era l’unica “ostacolo” che ci impediva di viaggiare per il mondo. A volte devi essere disposto a prendere decisioni difficili nella vita: sarà davvero triste per noi e per i bambini lasciarla e per lei vederci andare.

E ora chiedo io a te: hai altre domande?

Chiedi tutto quello che vuoi nei commenti!


Aiutami a crescere

Starter kit block

Vuoi portare Montessori a casa tua?

Io l'ho fatto e posso aiutarti! Questo è il corso pratico che avrei voluto trovare io stessa due anni fa, quando ho dato i primi passi nella filosofia Montessori. Il corso è tutto online, 100% flessibile e ti dà accesso ad una sezione FAQ privata e personalizzata in cui risponderò personalmente a qualsiasi domanda!

E in più costa come un libro!

Voglio sapere di più →


La donna dietro le parole

Mi chiamo Carlotta, ho 33 anni, sono italiana, sposata con un finlandese e insieme cresciamo i nostri bimbi, Oliver (4) ed Emily (2), Montessori e multilingue. Stiamo vendendo tutto per viaggiare il mondo.

Leggi di più su di me →

Ti è piaciuto? Sei d'accordo? No? Dimmelo in un commento.

Se preferisci, puoi anche mandarmi un tweet o scrivermi in privato.

  1. Che coraggio! Vorrei trovarlo anche io! Vivo a Berlino (città che detesto) con la mia famiglia e ho pensato tante volte di lasciare casa, lavoro e comfort zone almeno per trasferiamo in un altro paese! Spero che tu in questi mesi condivida sempre più dettagli del vostro piano! Non ti dispiace che i tuoi figli lasceranno la scuola? Dal punto di vista relazionale intendo! Grazie, Bianca

    • Ciao Bianca, grazie per il tuo commento. Sì, scriverò un sacco di post al riguardo 🙂 E sì, mi dispiace lasciare la scuola Montessori (e Marbella e i nostri amici e la mia routine di lavoro stabile), ma penso a tutto quello che ci aspetta e a quante avventure, amici nuovi di ogni cultura e posti meravigliosi troveremo e non vedo l’ora di partire! 🙂

  2. Wow.. Complimenti! Un po’ me l’aspettavo, quando hai parlato dei tuoi pochi vestiti 😀basic! Ma con la tua scuola di lingue come farai? Anche se già immagino che da un po’ di tempo la seguivi “da lontano”.. Bravi e comunque quando io e mio. Marito appena sposati ci siamo trasferiti per 18 mesi negli USA, siamo partiti solo con una valigia e… Stavamo benissimo con 4 cose in croce! Curiosa di seguire le vostre prossime avventure!

    • Ciao Giulia, ho abbandonato la scuola di lingue circa un anno e mezzo fa quando ho iniziato a dedicarmi completamente al blog. L’ho lasciata in eredità alle mie insegnanti che hanno continuato da sole.

      Ti capisco, perché anche noi in Canada quest’estate siamo stati benissimo con due valige in quattro! 🙂 Sto preparando vari post e nelle stories di Facebook e Instagram posto vari updates. Un abbraccio

  3. Omg, almeno mille domande! No, scherzo: complimenti! Se è quello che vi permettono di fare i vostri lavori e se è quello che vi fa fare il cuore, non ci sono altre domande! Sarà una bellissima avventura e gli eventuali lati negativi non contano. Vi seguiremo con piacere e ansia:)))

    • Scrivile tutte e mille! Scrioverò tanti post su questa avventura e risponderò a tutte le domande! Un abbraccio

  4. Non una domanda, ma un invito. Venite a trovarci ad Essen, in Germania. Dormite da noi.

    Philip e Maria (6 e 5 anni) sarebbero sicuramente felici di giocare con Oliver ed Emily.

    • Awwww! 💜 Grazie, che teneri! Prometto che se ci passiamo vicino vi raggiungiamo! Ma per ora abbiamo un altro itinerario in Europa, che scriverò in un post. Un abbraccio stretto!

  5. Impressive decision!
    How much did the kids get to say about the decision and what you’re taking with you? Like special toys or whatnot?
    How did they react? Did you talk about the not so good sides as well? I love traveling, but I know, that it can sometimes be hard, to not have anything around me, that I am familiar with.
    I’m curious to read about your adventures!

    • Hey! Thanks for your comment 🙂 Well, Emily is just in for the ride, she doens’t Fully understands, but Oliver is so excited about it! When we were in Canada for two months (in a similar traveling situation) he loved it, and we talked a lot about it (how it will be similar to travel around the world, not having his friends around, going to different schools etc).

      Now that we’re selling everything and it comes to his things (toys, books, bed etc) we explain that we can’t take it on our travel, and he simply says OK. He talks about going to Africa and Australia all the time, we just need to get Asia in the mix as we’ll probably start from there 😉

      I’ll be writing lots of posts about this new adventure, starting from the preparation 🙂

  6. Ciao, beata te! Io sono a Bruxelles da dieci anni e in tutto questo tempo non ho fatto che ripetermi “però… se potessi tornare a vivere a Berlino…”. Che città meravigliosa è stata per me in quei quattro anni!

    • Ciao! Torna là! Se inizi a pensare a modi in cui farlo, vedrai che i pezzi del puzzle si collegano 🙂

      Guarda, ora come ora sto vendendo tutto sul Marketplace (in italiano non so) di Facebook, è facilissimo mettere gli annunci e vendo tutto subito. 🙂 Un abbraccio

  7. Sì, una domanda: come fate a vendere? Io regalo in Freecycle perché tanto a vendere qualsiasi cosa di questi tempi ci guadagno due soldi.

  8. Ciao Carlotta veramente volevo scriverti in privato ma non ho trovato come..
    La mie domande sono con quanti soldi partirete? Lavorerete durante il viaggio? Dormirete sempre in airbnb? Grazie

    • Ciao Cristina, grazie per il tuo commento. Se vuoi scrivermi in privato puoi farlo a [email protected], ma se ti va di scrivere in pubblico a me piace, perché tanti lettori hanno le tue stesse domande 🙂

      Dunque, partiamo con tutti i nostri soldi 🙂 e cercheremo di lavorare più o meno giornate normali: per questo abbiamo deciso di stare in ogni posto due o tre mesi, per trovare una routine di lavoro. E sì, dormiremo quasi sempre in AirBnb, avevamo pensato a un camper, ma per poi abbiamo deciso di no.

      Comunque scriverò vari post al riguardo, dove spiegherò tutto meglio! Un abbraccio stretto

  9. ¡Sois muy valientes! Seguro que da mucho miedo pero va a ser un viaje impresionante y lo será mucho más porque vais con vuestros hijos. ¡Estaré esperando tus posts con muchas ganas! ¡Mucho ánimo!

  10. Ciao Carlotta, sono Viviana!!
    Ho iniziato a leggerti per puro caso (mi sono imbattuta per puro caso nel tuo blog mentre cercavo idee per realizzare la cameretta di Marta) e, che dire…ho trovato quello che cercavo e molto di più…oltre ad averti rubato molte idee, ho potuto constatare con gioia che c’è qualcuno che ha gli attributi per fare quello che sogno da una vita…mollare tutto e viaggiare! Purtroppo il tipo di lavoro che facciamo e la paura non ci permettono di prendere seriamente questa idea…ma aspettando la sorellina di Marta ❤️ spero di avere il tempo e le idee giuste per impostare per noi e per loro un futuro diverso…i tanto grazie anche solo per avermi fatto vedere che si può!! 🤗

    • Ciao Viviana! Grazie, non sai che piacere mi facciano le tue parole! Da quello che scrivi, anche tu hai gli attributi per prendere e partire e sai perché? Perché nella tua testa lo stai già facendo! Che tu lo veda o no, dentro di te hai già piantato il semino e lo stai coltivando dietro le quinte, pensandoci, cercando idee… ti assicuro che inizia tutto così, la nostra decisione si stava formando da tanto, tanto tempo! Buona fortuna e spero di leggerti ancora tra queste pagine virtuali!

      Ps. Se ti piace il blog, puoi iscriverti alla mia newsletter per ricevere gli articoli nuovi direttamente in posta 🙂 Un abbraccio!

  11. Ciao Carlotta solo una domanda dato che per le altre ho gia ottenuto risposta attraverso i vari commenti.. come farete per l’insegnamento dei vostri figli? Grazie e buon viaggio

    • Carlotta - Luglio 8, 2019

      Ciao Eva, crediamo che l’unica educazione necessaria fino ai 6 anni sia gioco e vita vera ed è questo che daremo loro in questi due anni di viaggio, nient’altro. All’inizio pensavamo di cercare asili ovunque, ma più che altro per permettere anche a me di lavorare, ma poi visto che siamo molto incentrati sull’educazione Montessori, abbiamo deciso di non accettare un asilo dove non rispetterebbero i nostri valore e quindi ci daremo il turno io e mio marito per lavorare (come ora, che lui è andato a casa e io sono venuta al bar ;-).


Vai di fretta?

Iscriviti alla mia newsletter settimanale per ricevere gli ultimi post direttamente in mail. Solo una mail al mese. No spam (giurin giuretto!) 🙂


Ti potrebbe anche piacere…

Ho personalmente selezionato questi articoli per te così puoi continuare a leggere.


Articoli famosi…

Questi articoli hanno avuto un sacco di successo. Magari piacciono anche a te.


Ultimi articoli…

Appena pubblicati e pronti per essere letti tutti d'un fiato.

Imprint  ·  Privacy Policy