Lifestyle blog di Carlotta Cerri
ItalianoEnglishEspañol

Tenerina ferrarese adattata paleo

9 commenti
Aiutami a crescere
ItalianoEnglishEspañol

Visto che lo scorso fine settimana sono stata malaticcia, ho deciso di concedermi un piccolo peccato di gola e ho cucinato una Tenerina, una torta al cioccolato tipica di Ferrara (di cui mi ha dato la semplicissima ricetta l’Hotel Alchimia durante la mia ultima visita a Ferrara).

Chi già conosce la Tenerina sa che la ricetta è talmente semplice da essere difficile da modificare (e farla altrettanto buona). Ma a me, anche nei peccati di gola, piace rimanere il più fedele possibile ai miei principi paleolitici e quindi… ho sperimentato (sta succedendo un po’ troppo spesso ultimamente)!

Ho sostituito farina e zucchero con ingredienti “naturali” (non pomodori e zucchini, ma prodotti che si possono trovare in natura ;-). Mi aspettavo un disastro semi buono (perché alla fine il cioccolato è sempre buono), ma devo ammettere che il risultato mi ha sorpresa!

Gli ingredienti (8 porzioni grandi o 10 piccole)

  • 200 gr di cioccolato extra fondente
  • 100 gr di burro
  • 2 cucchiai colmi di farina di mandorle
  • 75 gr di miele (o un po’ di più, dipendendo dalla dolcezza del miele)
  • 3 uova

Come si fa

Appena sfornata

  1. Fondere il cioccolato (200 gr) a bagno maria.
  2. Aggiungere il burro (100 gr) e farlo sciogliere mescolando ogni tanto. Lasciare raffreddare.
  3. Nel frattempo, montare a neve il bianco delle tre uova in una ciotola.
  4. In un’altra ciotola, sbattere i tuorli con la farina di mandorle (2 cucchiai), aggiungere il miele (75gr) e mescolare.
  5. Quando il cioccolato si è raffreddato, aggiungerlo al composto e mescolare.
  6. Aggiungere i bianchi montati a neve e mescolare ripiegando il composto su se stesso. A questo punto la consistenza non dovrebbe essere troppo liquida.
  7. Versare in una teglia non troppo piccola, in modo che il composto rimanga sottile.
  8. Infornare a 180 °C per circa mezz’ora controllando ogni tanto al centro con uno stuzzicadenti (quando esce semi pulito, è pronta).

Si può anche aggiungere una banana!

Se devo dirla tutta, nella foto sopra ho anche aggiunto una banana frullata ed è per questo che è venuta più spessa. Perde un po’ il gusto forte di cioccolato che io adoro, ma è buonissima! Richiede qualche minuto in più in forno perché il composto è più liquido.

Se anche tu in cucina sei per il veloce veloce, facile facile e sano sano, queste ricette ti piaceranno: pizza paleo (proprio così!), patatine croccanti paleo (al microonde!), zuppa di zucca e pasticcio di zucca (adoro la zucca!) e patate alla povera (tipica ricetta spagnola adattata paleo).


Aiutami a crescere

Starter kit block

Vuoi portare Montessori a casa tua?

Io l'ho fatto e posso aiutarti! Questo è il corso pratico che avrei voluto trovare io stessa due anni fa, quando ho dato i primi passi nella filosofia Montessori. Il corso è tutto online, 100% flessibile e ti dà accesso ad una sezione FAQ privata e personalizzata in cui risponderò personalmente a qualsiasi domanda!

E in più costa come un libro!

Voglio sapere di più →


La donna dietro le parole

Sono una trentenne, trilingue, mamma montessori e 88% paleo. Insegnante di lingue per lavoro, blogger e ballerina per passione.

Leggi di più su di me →

Ti è piaciuto? Sei d'accordo? No? Dimmelo in un commento.

Se preferisci, puoi anche mandarmi un tweet o scrivermi in privato.

  1. Dato che sono intollerante ad un sacco di cose come lieviti e zucchero (perche’ fermenta come un lievito) credo proprio che provero’ questa ricetta!
    Tra l’altro sono davvero curioso di provare un dolce fatto col miele al posto dello zucchero! (magari posso introdurlo per modificarmi altre ricette).
    I’ll keep you posted!
    Claudio

    • Claudio, sembra che la dieta paleo sarebbe una buona soluzione per te. L’hai mai considerata o magari la stai già facendo per necessità? Io ormai sostituisco lo zucchero con il miele ovunque, persino nel caffè (che non sono mai riuscita a bere amaro). 🙂 Fammi sapere come viene!

      • La dieta paleo l’ho scoperta sul tuo blog.
        Parte della dieta paleo ho inconsapevolmente iniziato a farla gia’ quando ho scoperto di avere delle intolleranze alimentari.
        Cio’ che pero’ sino ad ora non avevo escluso erano i prodotti derivati dalla farina. Non pranzando a casa mi risulta difficile poterla applicare ogni giorno ma ho comunque un po’ ho gia’ iniziato.
        Vediamo…

      • …tra l’altro proprio oggi ho parlato di questo blog (che spazia dal bilinguismo alla Paleo-dieta) a mia moglie (Antonella) che si e’ molto incuriosita!

  2. Mio marito Claudio l’ha preparata ieri sera, per festeggiare stamattina a colazione il mio compleanno. SQUISITA!

    • Antonella, benvenuta sul blog e auguri in ritardo! Ma che maritino tenerino hai! Tra l’altro, festeggiamo il compleanno quasi insieme perché il mio è il 19 (come forse hai letto). Un abbraccio e spero di leggerti ogni tanto nei commenti 🙂

  3. Loredana - marzo 17, 2017

    Sono riuscita a bruciarla, che disastro!
    Di solito che cioccolato usi?
    Io ho preso il Lindt 85%? Può andare bene?

  4. Loredana - marzo 18, 2017

    Provata anche con la banana…
    Preferisco senza! Si sente veramente troppo, preferisco il cioccolato.
    Ho deciso di abbassare la dose di miele in proporzione alla percentuale del fondente. Più è bassa la percentuale di fondente, (mai sotto il 70), più bassa è la dose di miele. Questo perché un minimo di zucchero ce anche nel cioccolato. Purtroppo.


Vai di fretta?

Iscriviti alla mia newsletter settimanale e riceverai gli ultimi post direttamente in mail. Una mail ogni mercoledì. No spam 🙂


Articoli famosi…

Questi articoli hanno avuto un sacco di successo. Magari piacciono anche a te.


Ultimi articoli…

Appena pubblicati e pronti per essere letti tutti d'un fiato.