La Tela di Carlotta

Per lei sa chi

nov 19, 2009

Quando meno te lo aspetti, ritornano fantasmi dal passato e portano con sé memorie di tempi lontani che regalano sorrisi e, a volte, una lacrima.

Come questa amica "lontana lontana nel tempo e nello spazio" – e solo lei sa chi è – che ritorna all'improvviso con un dolce messaggio di auguri e mi riporta indietro con la mente ad un'amicizia "di una vita fa", una delle migliori che io abbia mai avuto e che magari rincontrerò, un giorno, davanti a una vetrina.

Perché sì, ricordo anche io le giornate [sic] passate sul divano di casa mia a giocare a Tombi alla prima Play Station (ho cercato di ricomprare quel videogioco per anni, senza mai trovarlo. Tutti i venditori mi chiedevano confusi «Tomb Raider?» o ridevano della mia richiesta. E ogni volta pensavo che solo lei poteva capirmi).

O quel giorno che per scaldare del pane nel micronde abbiamo quasi dato fuoco alla cucina (ci vollero giorni perché l'odore sparisse e ore perché il fumo nero giallo smettesse il suo effetto "nebbia padana").

E ricordo anche quando, con lei complice, decisi di farmi la mia prima ceretta alle gambe all'insaputa di mia madre e al primo strappo il polpaccio assunse un colore rosso aragosta (faticai a mettermi i pantaloni per settimane!).

O le ore passate con i musi nelle pagine bianche a cercare il numero di telefono di un ragazzo conosciuto al mare di cui sapevo solo il nome e il paese, ma di cui ero "perdutamente e irrimediabilmente innamorata".

O quelle passate spiando dal balcone di casa sua il suo vicino di casa, di cui ero altrettanto "perdutamente e irrimediabilmente innamorata" (in un periodo diverso dall'altro, se la memoria non mi inganna).

O le nostre telefonate chilometriche (a volte lunghe giorni interi) che convinsero mia madre a togliere il telefono in casa per contenere la bolletta (tutto inutile, abitavamo troppo vicine per rimanere lontane).

Quello che forse lei non sa è che ancora oggi mi sorprendo in un sorriso quando passo davanti al portone della sua vecchia casa e che, anche se apparentemente "assente e distaccata", anche io guardo silenziosa le sue foto online e assisto immobile alle sue trasformazioni. E penso che bella persona è diventata.

E questo è l'unico modo che conosco per ringraziarla di avermi dimostrato, con questo suo dolce ed inaspettato pensiero, che le persone sanno ancora stupirmi. Grazie, uno dei più bei regali di compleanno.

Dimmi che cosa ne pensi

Ti è piaciuto? Sei d’accordo? Mi piacerebbe sapere che cosa ne pensi.

Commenti

Ispido • apr 18, 2012

Anch'io passo per caso. Bello questo post. Appartiene un po' a tutti noi.:-)
un abbraccio

caterina • dic 17, 2010

bellissima post... :)un saluto, sono passata per caso


Caterina

La missione de La Tela è accompagnare papà e mamme nel viaggio della genitorialità e dare opportunità a genitori di talento di condividerlo nello Shop.

Nella mia newsletter ti racconto (circa una volta al mese, ma soprattutto quando mi sento ispirata) aneddoti e progetti personali e pensieri a random – nelle precedenti ho parlato del dolore due bambini, del mascherare le nostre emozioni di adulti, di come continueremo a viaggiare questa estate…

Ciao! Ti va di conoscere i miei progetti futuri e la mia ragnatela di pensieri?
Lo so! Anche io sono triste che sia già finito!